The Digital Cicognara Library

Search Constraints

You searched for: Language Spanish Remove constraint Language: Spanish
Number of results to display per page

Search Results

1968. VAENII Othonis, Amoris divini emblemata studio ex aere concinnata, Antuerpiae, ex officina Plantiniana, 1660, in 4.
Edizione elegantissima con sessanta bellissime tavole intagliate in rame e le illustrazioni, in latino, spagnuolo, olandese e francese.
975. ARCADIA Pletorica en sueno, alegoria o poema prosaico sobre la teorica y practica de la pintura escrita por Parrasio Tebano Pastor Arcade de Roma, Madrid 1789, in 8.
Sotto questo nome arcadico si riconosce D. Francesco Preciado che estese questo sogno pieno di avvertimenti e dottrine.
997. PRECIADO D. Francisco, Vedi Arcadia Pittorica.
463. CARAMUEL D. Juan, Architectura civil, recta y obliqua, considerada y dibuxada en el tempio de Jerusalem, en Vegeeven 1678, vol. 3, in fol. fig.
Opera farraginosa con un volume intero di tavole 161, intagliate in rame, ove si parla e si presenta il tempio di Solomone e altre strane cose miste alle buone. Può riguardarsi come un magazzino indigesto di tutte le cognizioni riguardanti l’architettura.
3272. MAYANS D. Gregorio Barros saguntinos, Disertacion sobre estos monumentos antiguos con varias inserpciones ineditas de Sagunto, Valencia 1779, in 8, M. 71.
Con quattro tavole intagliate in rame.
4102. VALCARCEL Pio de Saboja (D. Antonio), Barros Saguntinos, disertacion sobre estos monumentos antiguos, Valencia 1779, in 8, fig., M. 71.
138. GUEVARA D. Filippe, Commentarios de la pintura, con un discurso preliminar y algunas notas de D. Antonio Ponz, Madrid 1788, in 8.
Questo libro tratta la materia in un modo suo proprio ed originale e non può dirsi imitazione di trattati preesistenti.
2700. PEREZ BAYER Francisco, De la lengua de los Fenices para illustracion de un lugar de Sallustio, Madrid 1772, in fol., fig., M. 82.
Questo forma anche parte della celebre edizione di Sallustio dalla pagina 337 al 338 della quale ne furono tirati a parte pochi esemplari.
2754. BAYERI Peretii, De l’alfabeto y lengua de los Fenices y de suas Colonias, in fol., M. 82.
Questo scritto è estratto dall’edizione di Sallustio coi medesimi caratteri e le stesse preziose tavole di bellissimo intaglio, come può vedersi e come lo esprime un’advertentia dell’autore.
4088. De los SANTOS, Description breve del monasterio de S. Lorenzo el Real del Escorial unica maravilla del mundo, Madrid 1657, in fol. p., fig.
Con 9 tavole in rame intagliate da Pietro Villafranca e col ritratto di Filippo IV. Queste medesime tavole servirono anche al Ximenes. Vedi Ximenes.
1530. DESCRIPCION de los ornatos pubblicos con que la corte de Madrid a solennizado la felis exaltacion al trono de los reyes nuestros sennores D. Carlos IV y Donna Luisa de Borbon y la Jurra del Seren. D. Fernando Principe d’Asturias, Madrid 1789, in fol. fig.
Edizione elegante con undici tavole intagliate con diligenza e disegnate da buoni architetti. Esemplare della biblioteca di Pio VI.
MDCCXC
4127. XIMENES Andres, Descripcion del Real Monastero de S. Lorenzo de l’Escorial, Madrid 1764, in fol. pic., fig.
Con 18 grandi tavole intagliate in rame: l’edificio è ampollosamente e minutamente illustrato.
98. CARDUCHO Vincencio, Dialogo della pintura, su defensa, origen, essencia, etc., Madrid 1634, in 4, fig.
Ad ognuno degli otto libri che compongono quest’opera è una tavola allegorica intagliata pittorescamente oltre il frontespizio figurato.
Le notizie sparse in quest’opera sono preziose specialmente intorno i palazzi di Spagna, e servirono di scorta a posteriori trattati spagnuoli. Si parla ivi di alcuni discorsi inediti mirabilissimi di Michelangelo che ora o sono perduti, o giacciono sconosciuti non senza gran danno e desiderio dell’arte. Il Carducho è un fiorentino d’origine (Carducci) stabilitosi da giovine alla corte di Spagna.
CARICATURE, Vedi Hollar, Mariette, Gerli, Grose.
2150. CEAN Bermudez D. Juan Agostin, Diccionario historico de los mas illustres professores de las Bellas Artes en Espanna, Madrid 1800, in 8. Volumi VI.
Opera meritevole d’esser conosciuta ed applaudita, ricchissima di cognizioni.
734. M. VITRUVIO Pollion, Los diez libros de architectura traducidos del latin, y commentados por D. Joseph Ortiz y Sanz, en Madrid, en la imprenta Real, 1787, in fol.
Aveva già questo commentatore dato altri saggi dei suoi studi vitruviani e dopo l’edizione del Galliani volle presentare nella stessa forma con più lusso il Vitruvio alla Spagna. Il testo pei tipi, i 56 disegni per le incisioni, la carta, tutto contribuì allo splendore di questa edizione: si attenne l’autore molto alle versioni di Perrault e del Galliani.
377. ALBERTI Leon Baptistae, Los diez libros de architectura traduzidos de latin en romance. Madrid 1582 in 8.
L’edizione fu eseguita in casa di Alonsa Gomez, stampatore reale, ma il privilegio per la stampa fu concesso a Francesco Loçano. Non vi sono tavole in questa versione.
96. DE BUTRON Don Ivan, Discursos apologetieos en que se defiende la ingenuidad del arte de la pintura, Madrid 1626, in 4 pic.
Fra i libri d’arte spagnoli non è comune.
796. PALOS y Navarro D. Enrique, Disertacion sobre el teatro, y circo de Sagunto, Valencia 1703, fig. M. 96 e 102.
Con una gran tavola in rame
.
1262. FIGUERRA (de) Pardo-Benito, Esamen analitico del quadro de la Transfiuracion de Rafael d’ Urbino; seguido de algunas observaciones sobre la pintura de los Griegos, Paris 1804, in 8, M. 102.
3430. PARDO Benito de Figuerca, Examen analitico del quadro de la Transfiguracion de Rafael d’Urbino, Paris 1804, in 8, M. 102.
1461. BARELA Giovanni B., Honrras a la Catholica magestad del rey D. Philippe quarto celebradas en Milan a’ 17 deciembre 1665, traducidas de italiano en Espannol, in fol.
La relazione fu stesa in italiano dal P. Giovan Battista Barela, tradotta in spagnuolo da D. Cabrici de Ucedo.
MDCLXVI
3994. CORNIDE Joseph, Investigaciones sobre la fundacion y fabbrica de la torre ilamada de Hercules situada a la entrada del puerto de la Coruna, Madrid 1792, in 4, fig., M. 98.
Con una vignetta del porto in principio, e nel fine la tavola della torre.
2905. LASTANOSA D. Vincenzo, Museo de las medallas desconocidas espannolas, en Huesca 1645, in 4, fig.
Questo è uno dei rari libri di numismatica, la cui estesa descrizione del volume trovasi nel de Bure: sono in quest’opera inserti tre trattati di diversi antiquarj intorno le medaglie, il primo del p. Paolo Albiniano de Rayas, il secondo di Giovan Andrea Andres, il terzo del d. Francesco Ximenes de Urrea. Le tavole sono numerate colle pagine del testo.
2338. POLOMINO D. Antonio, El Museo Pictorico y escala optica theorica e practica de la pintura, vol. 2, in fol. fig, Madrid dall’anno 1716 al 1724.
Sono in questi volumi istoriati i frontespizi e vi stanno 17 tavole di proporzioni e notizie elementari d’architettura e prospettiva. Non può ritenerli per vera ogni cosa asserita da questo scrittore, che per difetto di critica asserì in parola di altri troppe falsità. Nondimeno è il libro pieno di cognizioni, e il più celebrato fra’ biografi spagnuoli.
37. GUTIERREZ Gaspar, Noticia general para la estimacion de las Artes de la manera en que se conocen las liberales de las que son mecanicas y serviles, Madrid 1600, in 4.
Opera divisa in quattro libri, che trattano superficialmente questa materia.
2323. MESDEZ Francisco, Noticias de la vida y escritos del Fr. Enrique Florez, Madrid 1780, in 8.
Col ritratto in fronte intagliato accuratamente da Salvador Carmona. Queste memorie relative al primo numismatico della Spagna e insigne antiquario appartengono con diritto a questa biografia. Vedi le sue opere all’articolo Florez.
3438. PITTURE di Antonio Allegri detto il Correggio esistenti in Parma nel Monistero di S. Paolo, Parma nel Regal Palazzo, 1800, coi tipi Bodoniani, in fol., fig.
Edizione splendidissima col testo in spagnuolo, in francese, in italiano. Le 35 tav. capricciosamente intagliate, a maniera di disegni in matita rossa, sono del Rosaspina di Bologna, eccellente in questo genere di lavori. Esemplare magnifico in vitello dor. Sembra che ora per opera di artefici più accurati saranno prodotti questi lavori in miglior forma.
1512. RÉLACION de las exequias hechas en Roma a la magestad catolica de Phelippe V, Roma 1746, in foglio, fig.
Con due orazioni funerali, l’una di Mons. Marcolini, l’altra del Padre Guzman Gesuita. Con sette grandissime tavole atlantiche inventate e disegnate dal Cav. Fuga e intagliate da vari artefici.
MDCCXLVII
673. SERLIO Sebastiano, Tercero y quarto libro de architettura 123 traduzido de toscano en lengua castellana per Francesco de Villalpando architetto, Toledo 1573, in fol. fig. In fine aqui fenesce el libro quarto de Sebastian Serlio bolonés. Y fue impresso en Toledo en Casa de Joan de Ayala anno 1573.
Le tavole in legno sono tutte imitato materialmente e calcate su quelle delle anteriori edizioni venete.
289. DE ARPHE y Villafanne, Varia consummeracion para la escultura y arquitectura, Madrid 1736, f. fig.
In fronte è il ritratto dell’autore. L’opera è divisa in quattro libri: il primo tratta della geometria, il secondo delle proporzioni e dell’anatomia, il terzo de’ quadrupedi e dei volatili, il quarto dell’architettura. Le tavole sono numerosissime, alcune frammiste al testo a tutta pagina e altre marginali intagliate in legno con grandissimo magistero e rendono per conseguenza l’opera assai preziosa, giustificandone la rarità.
4341. PONZ D. Antonio, Viage de Esapania, Madrid 1788 al 1794, tomi 18, in 8, fig.
1428. LAVANA Jo. B., Viage de la Catholica Real Magestad del rei D. Filipe III al reino del Portugal, I relacion del selene recebimiento etc. par. Jo. Bat. Lavata su Coronista Mayor, Madrid 1622 in 244 fol. fig. in fine par Tornas Junti impressor del Rey, en Madrid 1621.
Sono in questo volume 15 tavole intagliate con accoratezza da Giovanni Schorquens.
MDCXXIII
2339. POLOMINO Velasco D. Antonio, Las vidas de les pintores y estatuarios eminentes espanoles que con sus heroycas obras han illustrado la nacion, Londres 1743, in 4, p.
Questo non è che un piccolo ristretto dell’opera più grande in due volumi dello stesso autore.
2139. VITA Beati Ignatii Loyolae, Soc. Jesu fundat., Romae 1609, in 4, parv.
L’intaglio è di Cor. Galle e fu corretto il lavoro da Rubens prima di pubblicarlo. Le tav. sono 79 colle dichiarazioni al fine e il frontespizio figurato e il ritratto di S. Ignazio; prove bellissime.
— Aggiuntevi: De Montalvo Antonio: Breve teatro de las adones mas notables de la vida del Bienaventurado Toribio Arcobispo de Lima, Roma 1683.
Espresso in 42 tavole d’un merito inferiore alle prime. 370 Quelle della Vita di S. Ignazio sono da tenersi in pregio per la finezza dell’esecuzione e somigliano alle opere di Teodoro Galle.