The Digital Cicognara Library

Search Constraints

You searched for: Era 18th century Remove constraint Era: 18th century
Number of results to display per page

Search Results

250. LE BLOND, L’art d’imprimer les tableaux, traité d’après les ecrits, les operations et les instructions verbales de I. C. le Blond, Paris 1756, in 8.
Questo libro contiene anche in ristretto i metodi di Abr. 42Bosse, molti preliminari, una tavola amplissima delle materie e tre tavole. Il testo stampato in gran caratteri e in carta assai grossa, occupa un piccolissimo spazio.
1510. DIARIO delle solennità in occasione dell’elezione ed incoronamento dell’Imperatore Carlo VII, Franf. 1742, in fol. fig., in lingua tedesca.
In questo assai grosso volume di circa mille pagine sono compresi tutti gli atti pubblici precedenti e susseguenti l’incoronazione e l’elezione. Cominciano le tavole col frontespizio, seguono 15 ritratti, e 18 grandi tavole intagliate da mediocri artisti con molta e dispendiosa cura.
MDCCLXIV
1507. DÉSCRIPTION des fêtes données par la ville de Paris à l’occasion du mariage de Mad. Louise Elisabeth de France et de D. Philippe Enfant d’Espagne le 49 aôut 1739, Paris 1740, in fol. atlant. figur.
In tutto le tavole sono 15 intagliate e disegnate da I. F. Blondel, Jac. Rigaud e altri primari artefici.
MDCCXL
1524. DESCRITION du Jubilé de sept cens ans de S.Macaire celebre dans la ville de Gand, enrichie de figures, Gand 1767, in 4.
Questo libro è stravagante, poiché in onore di questo santo protettore contro la pestilenza si dà conto degli spettacoli di questo Giubileo consistenti in processioni, cavalcate, trion 262 fi, mascherate, opere, commedie, balli, fuochi ed altri esercizi; contiene quindici grandi tavole intagliate in rame.
MDCCLXIX
1525. DESCRIZIONE delle feste celebrate in Parma l’anno 1769 per le nozze del Reale Infante Ferdinando di Borbone coll’Arciduchessa d’Austria Maria Amalia, nella Stamperia Reale, Parma 1769, in gran fol. fig.
Opera del più gran lusso e della più grande eleganza pel testo e perle tavole in numero di 40 disegnate da Petitot, intagliate superiormente da Volpato, Ravenet, Bossi, Baratti e altri.
MDLXXII
2228. CARRIERA Rosalba dipintrice famosa, Diario degli anni 1720 e 1721 scritto di propria mano in Parigi, posseduto, illustrato e pubblicato dal D. Gio. Vianelli, Venezia 1793, in 4.
Operetta piena di interessanti memorie sopratutto relative al soggiorno di questa pittrice in Francia.
1601. BOUCHARDON Édme, Etudes prises dans le bas peuple ou cris de Paris 1737 e 1788, in fol. tav. 36.
Sono queste tre serie di i a tavole per ciascuna disegnate e intagliate con infinito buon garbo.
Premier et second livre des vases inventés par E. Bouchardon, Paris, chez Huquier, in fol.
Sono 21 tavole di belle invenzioni ed intaglio; cui sono aggiunti 5 vasi di Polidoro intagliati da Sadeler.
Aggiuntovi: Profils et orneruents de vases executés en marine, bronze et plomb dans les jardins de Versailles, Trianon et Marly, gravées per M. Michel Blondel, tav. 20.Aggiuntovi: Recueil de differentes charges dessinées a Rome par Vanloo. Gràvées par le Bas et Ravenet, 12 tavole in rame. Recueil de fontaines par Boucher peintre du roi, chez Huquier, 7 tav. Con quattro tavole di fanciulli dello stesso. In fine: Livre de Cartouches et de Buffet par de la Joùe, 14 tav..
Il volume unito contiene tavole 122.
1265. Le FRONDEUR ou dialogues sur le salon par l’auteur du coup-de-patte et du triumvirat, Paris 1785, in 8, M. 86.
Questa è una critica sanguinosa delle opere d’arte esposte in quell’anno agli occhi del pubblico in Parigi.
460. CAMUSE de Mezieres, Le genie de l’architecture, ou l’analogie de celle art avec nos sensations, Paris 1780, en 8.
Libretto esteso con qualche gusto, atto a intrattenere su questo argomento anche chi non conosca, o non voglia applicarsi allo studio profondo dell’architettura.
3459. Il gran TEATRO delle più celebri pitture di Venezia pubblicato da Domenico Lovisa a Rialto, in f. m.
Sono 62 tavole con i principali quadri di Venezia intagli 149ti e disegnati malamente, che rendono però sempre un’idea delle grandi composizioni dei maestri di questa scuola.
4100. TEATRO (il gran) delle più insigni prospettive di Venezia. Sono queste 68 vedute in foglio, pubblicate da Domenico Lovisa a Rialto, in fol.
1133. BACHAUMONT, Lettres sur les peintures, sculptures et gravure des MM. De l’Académie Royale exposées au salon du Louvre depuis le 1767 jusqu’à 1779, Londrea 1780, M. 12.
Questo è uno dei più singolari e distinti libri esciti in tal circostanza.
1177. LETTRE sur l’exposition des ouvrages de peinture, sculp. ec. et en général sur l’utilité de ces sortes d’exposition à M. R. D. R. pour l’année 1747, in 8.
Questo libretto è scritto dallo stesso che scrisse su questo soggetto l’anno precedente 1746 sotto il titolo Réfléxions sur quelque causes ec. Vedi un rametto intagliato con grazia e satirico sta nel principio. In fine una versione in francese dei poema sulla pittura del P. Marsy.
1532. SOLENNI esequie di Giuseppe II Imperatore e Re celebrate in Milano nel 1790 li 11 Marzo coll’orazione di Stefano Bonsignore: colla descrizione del catafalco e la gran tavola disegnata dal Piermarini, in fol. fig.
Il frontespizio e il ritratto disegnò Andrea Appiani e incisero il Cagnoni ed il Mercoli.
MDCCCII
1533. ORAZIONE nelle solenni esequie di Leopoldo II Imperatore e Re celebrate in Milano nell’anno 1792 colla descrizione del catafalco, in fol. fig.
Tanto la figura del catafalco del Piermarini; che le vignette disegnate dall’Appiani servirono ad ambedue queste edizioni.
MDCCCVIII
4369. LUCCHINI Antonio Maria, La nuova regia sull’acque nel Bucintoro nuovamente eretto per la festa dell’Ascensione colle decorazioni dello scultore Antonio Corradini, Venezia 1729, in 8.
Questi libretti di memorie venete conserveranno alle posteriorità interessantissime notizie, e diverranno preziosi monumenti di patria storia.
289
762. LEVVIS Giacomo, Disegni originali d’architettura per case di città e di campagna con un progetto di un teatro pubblicati dall’autore in italiano e in inglese, in Londra nel 1780, in fol.
Opera di bella esecuzione con moltissime preziose invenzioni: sono la grandi tavole in foglio, tra le quali quattro sono consecrate al progetto d’un gran teatro per l’opera in Londra.
1502. PARENTALIA Mariae Clementinae Mag. Brit. Fran.et Hibern. Regin. Jussu Clementis XII Pont. Max., Romae 1736, in fol. fig., ital. et. lat.
Inventore e architetto fu il Caval. Perdonando Fuga e i disegni prospettici furono eseguiti dal Pannini. Le tavole non sono che tre compreso il ritratto nel principio, ma l’edizione è fatta con splendore e sonovi molte vignette.
MLCCXXXVI
1194. Le PHILOTECHNE Français, Ou recueil d’éloges, des critiques et d’anecdotes sur les artistes, qui se sont distingués dans ce siecle, Par., M. B.*** y, à la Haye 1763, en 8.
Questa non è che una raccolta di lettere pittoriche che rende conto di molti fra più celebri artisti francesi del secolo scorso.
1522. POMPA funebris Mediolanensis Francisci I Augusti, in Milano 1766, in fol. fig.
Tre tavole di medaglie, una del catafalco e il frontespizio formano gli ornamenti dell’edizione.
MDCCLXVI
757. DUMONT, Projet d’une salle de spectacle pour la ville de Brest, Paris 1772, in fol. Au quel on a joint plusieurs autres dessins gravés par le même auteur, M. 90.
In tutto 26 tavole nobilmente inventate e incise assai bene.
4286. FELIBIEN, Recueil des déscriptions des peintures et autres ouvrages faites pour le Roy, Paris 1682, in 12, fig.
Libretto elegantissimo in mar. dor. ove sono due bei ritratti del re, e della regina. Contiene le descrizioni delle 8 tappezzerie di le Brun, dell’Arco alla piazza del Delfino, della famiglia di Dario dipinta per gabinetto reale, la descrizione delle feste, e della villa di Versailles, e un romanzetto allegorico in fine intitolato Le songe de Philomathe ec.
1506. CELIDONIO Carlo, Relazione della venuta e dimora in Milano dell’Arciduchessa Maria Teresa d’Austria Gran Duchessa di Toscana e di Francesco III Duca di Lorena e Gran Duca di Toscana nel mese di Maggio dell’anno 1739 e loro viaggio, Milano 1789, in 8.
La relazione è stesa dal maestro delle cerimonie della Corte D Carlo Celidonie. Non vi ha che una stampa ed e la pianta della corte come allora si trovava avanti la riedificazione attuale.
MDCCXXXIX
1511. RÉPRESENTATION des fêtes données par la ville da Strasbourg, pour la convalescence du roi à l’arrivée et pendant le sejour de sa Maiesté en cette ville: avec le portrait gravé par Will, imprimé a Paris 1744, in fol. atlant. fig.
Questo è uno dei più magnifici libri di spettacoli eseguito col lusso maggiore che sia possibile. È duopo osservare gli esemplari, poiché talvolta mancano del ritratto, staccatovi per le collezioni di stampe, oltre il quale sono undici grandi tavole intagliale da le Bas e da altri sulle invenzioni di Weiss senza contare le piccole altre incisioni. Tutto il testo parimenti è intagliato con bellissimi caratteri da le Parmentier.
MDCCXLVII
1068. SAGGIO sopra la Bellezza, Roma 1763, in 8.
Questo saggio fu dedicato al pittore Rafaello Mengs e scritto per di lui eccitamento; è però intitolato con un endecasillabo latino al Cav. Piccolomini.
3479. ANTINOI e marmore Pario sculpta imago Adrianae ruinae, reperta anno 1739. — Florae simulacrum effossum in solo Tiburtino, anno 1744. — Fauni terminalis effigies reperta in Villa Adriana, anno 1747. — Silentii statua in solo Tiburtino detecta, anno 1740. — Simulacrum aegyptium in Tiburtino solo excavatum, anno 1739. — Centauri duo ex marmore aegyptio in agro Tiburtino reperti, anno 1736.
Queste sette statue, dai migliori intagliatori in gran foglio con diligenza disegnate ed incise, sono riunite nella M. 84.
1504. La SONTUOSA illuminazione della città di Torino per lo sposalizio di Carlo Emmanuele ed Elisabetta di Lorena con l’aggiunta della sposizione della Santa Sindone, in italiano e in francese, Torino 1787, in fog. fig.
14 ricche e grandi tavole ornano l’edizione. Vi furono impiegati diversi architetti per l’invenzione e principalmente Ignazio Massoni e il Vittone, siccome gl’intagli di vairi autori sono fatti con diligenza e con lusso.
MDCCXXXVII
2103. SALY Iacobus, Vasa a se inventa atque studii causa delineata et incisa, 1746.
Questa collezione di acque forti piena di bizzarria, di grazia e di spirito, compreso il frontespizio contiene 31 tavole.
Aggiugnesi nello stesso libro: La Caravanne du Sultan à la Mecque, Mascarade turque donnée à Rome par les pensionnaires de l’Academie de France au Carnoval de l’année 1748, gravée en 32 planches par Joseph Vien peintre de l’Academie.
4140. LANDE (La), Voyage d’un francais en Italie fait dans les années 1765 et 1766, Venise, et se trou 262 ve à Paris, 1769, in 12, vol. 8, con un atlante di tavole 35.
Quest’opera è stata estesa da un gran matematico, ma convien dire che non si fosse immedesimato dell’esattezza, che è la base de’ studj matematici, poiché l’opera può ad ogni pagina citarsi, e convincersi di falso.