The Digital Cicognara Library

Descrizioni relazioni e memorie

  1. 1230. Degli ASCARI Giacomo, Nuova descrizione non più uscita alle stampe di due principalissimi quadri di Raffaelle; l’uno la Natività, l’altro l’Adorazione dei Magi, Bologna 1820, in 12.
    Sonovi singolari descrizioni d’altri preziosi quadri. Libretto curioso ed utile per concretare la provenienza di molte pitture.
  2. 1231. BELTRAMELLI Giuseppe, Notizie intorno ad un quadro esistente nella Cappella del Palazzo della Prefettura in Bergamo, 1806, in 8. Aggiuntavi: Lettera dello stesso al professore Lorenzo Mascheroni, 1797.
  3. 1232. BOLOGNA Caroli, De monumentis artium et litterarum nuper a Gallia in Italiam reportatis Oratio, Patavii 1818, in 8, M. 106. 217
  4. 1233. BONI Mauro, Di alcune pitture antiche scoperte in Venezia, conto reso all’Ab. Lanzi, Venezia 1806, in 8, M. 36.
  5. 1234. BUTTACALICE Ab. Grazioso, La possibilità dell’esecuzione di due proggetti di fabbrica in Venezia in seguito delle osservazioni di un anonimo sulla sostituzione alla Chiesa di S. Geminiano, Venezia 1808, in 8. Opuscolo I, M. 31.
  6. 1235. BUTTACALICE Ab. Grazioso, Osservazioni relative a due proggetti sulla fabbrica del Palazzo Reale in Venezia, Opuscolo II, 1808, M. 31. — A questo va precedentemente annesso l’altro opuscolo. Vedi Pinali.
  7. 1236. CALURA Bernardino Maria, In onore delle Belle Arti abozzi di laudazione delineati, Venezia 1814, in 8.
  8. 1237. CANALI Giulio Cesare Luigi, Parroco, Discorso in lode del glorioso profeta e martire S. Isaia.
    Pubblicato in occasione di esporsi nella sua chiesa parrocchiale un quadra sul quale sta espressa l’imagine di detto santo opera del famoso pennello di Giovan Girolamo Bonesi, Bologna 1723, in 8, M. 88.
  9. 1238. CARLI Rubbi Agostino, Dissertazione sopra il corpo di S. Marco Evangelista, riposto nella Basilica di S. Marco in Venezia, Venezia 1811, in 8.
  10. 1239. CICOGNARA Leopoldo, Memoria intorno al quesito se Simone Memmi fosse anche scultore. Estratta dalle note del I volume della storia della scultura, Venezia 1813, in 8, M. 36.
  11. 1240. CICOGNARA Leopoldo, Memoria intorno al Codice di Teofilo e l’origine della pittura a olio tolta dallo stesso volume, M. 36. Vedi Ghiberti.
  12. 1241. CICOGNARA Leopoldo, Dei quattro cavalli riposti sul pronao della Basilica di S. Marco, Narrazione Storica, Venezia 1815, in 4, M. 7.
  13. 1242. CICOGNARA Leopoldo, (Quantunque stampata anonima) Relazione di due quadri di Tiziano Vecellio, Venezia 1816, in 4, fig. M. 77.
    Sonovi tre tavole intagliate a contorni. Di questi quadri si trova ragione nel Vasari, nelle opere del sig. Ticozzi e del sig. Majer, che intesero ad illustrare queste sommo pittore 218 coi loro scritti. Non furono stampati che pochissimi esemplari di questo opuscolo singolare.
  14. 1243. COCKERELL (Architetto Inglese), Progetto di colcazione delle statue antiche esistenti nella Galleria di Firenze che rappresentano la favola di Niobe, 1816, M. 85.
    Un foglio solo di testo colte incisioni.
  15. 1244. COLZI Carlo, Descrizione dell’Imperiale e R. Accademia di Belle Arti di Firenze, 1817, in 8, M.80.
    Alla testa di questo opuscoletto e un bel ritratto del Buonarroti intagliato da Morghen alla punta secca.
  16. 1245. COMPAGNINI Raimondo, Verità di fatto a schiarimento di un Libercolo dato alle stampe da pochi principianti d’architettura e dedicato agli amatori della verità, Bologna 1775, in 8. — Aggiuntavi: Dilucidazione di fatto contro ai sentimenti di pochi principianti d’architettura presentata al pubblico da Raimondo Compagnini, Cremona, in 8, M. 31.
  17. 1246. CORDERO di S. Quintino Giulio, Osservazione sopra alcuni monumenti di Belle Arti nello Stato Lucchese, Lucca 1815, in 8, M. 36.
  18. 1247. DESCRIZIONE della pittura fatta nella volta della sala di Villa Pinciana, Roma 1779, in 4, M. 15.
  19. 1248. DESCRIZIONE de’ cartoni disegnati da Carlo Cignani e de’ quadri dipinti da Sebastiano Ricci, posseduti dal Signor Giuseppe Smith, Venezia 1749, in 4.
  20. 1249. DESCRIZIONE d’un tempio monoptero ad uso di Dessert per la Signora D. Teresa Crivelli nata Olgiati, Roma 1808, in 4, M. 25.
  21. 1250. DESCRIZIONE d’una pittura di Antonio Allegri detto il Correggio.
    Questa piccolissima operetta stampata in elegante sedicesimo coi tipi Bodoniani rende minuto conto della camera del Correggio scoperta in un monastero in Parma e illustrata poi in grande con lusso di caratteri e di incisioni.
  22. 1251. DESCRIZIONE degli arazzi della Regina Cristina di Svezia provenienti dal Sacco, prima di Mantova, poi di Praga, portati in Roma dalla stessa, e in sua 219 morte comperati e posseduti dal P. D. Livio Odescalchi Duca di Bracciano. Due foglietti in 4 Roma. M. 5.
  23. 1252. DESCRIZIONE del dipinto a buon fresco eseguito nella reale Villa di Milano dal Sig. Cav. Andrea Appiani primo Pittore di S.M.I.e R., Parma 1811, in fol.
    In questi brevi cenni il tipografo Bodoni sfoggiò con eleganza singolare di tipi. Vedi anche Lamberti.
  24. 1253. DESCRIZIONE dell’opera a fresco eseguita nel 1798 nel tempio di S. Maria presso S. Celso in Milano dal pittore Andrea Appiani, Milano 1803, in 8.Aggiuntovi: Le tableau des Sabines exposé publiquement au palais national des sciences, et arts par David, Paris a VIII.Lettera sopra un quadro di Mad. Le Brun, scritta da Giuseppe Carpani, Milano 1792.Lettera di Gherardo de’ Rossi sopra due quadri dipinti dal Sig. Gaspare Landi, Piacenza 1804.
    Questi opuscoletti sono riuniti in un volume.
  25. 1254. DICHIARAZIONE delle pitture della sala de’ Signori Barberini, Roma 1640, in 4, M. 15.
  26. 1255. DICHIARAZIONE della pittura della Cappella del Collegio Clementino di Roma 1695, in 4, M. 87.
  27. 1256. DIONISI Giovanni, Sommario di memorie ossia descrizione succinta dei quadri della Scuola grande di S. Giovanni Evangelista, Venezia 1787, in 8, M. 99.
  28. 1257. DISSERTAZIONE della figura gigantesca del Martire S. Cristoforo di N. N., Venezia 1763, in 8, M. 54.
  29. 1258. ELENCO degli oggetti di Belle Arti disposti nelle cinque sale apertesi nell’Agosto del 1817 nella R. Accademia in Venezia, M. 80.
  30. 1259. ESTRATTO e Giudizio del Giornale Pisano dell’opera in titolata Fastorum anni Romani a Valerio Flacco ordinatorum reliquiae, Pisa 1781, in 8, M. 67. — Aggiuntovi: altri estratti e giudizi intorno le due opere dell’Ab. Gaetano Marini, l’una degli Archia 220tri Pontificii, l’altra delle iscrizioni delle ville e palazzi Albani, M. 67.
  31. 1260. EXPLICATION des peintures, sculptures, ouvrages de messieurs de l’Academie Royale, Paris 1742, 8. in M. 69.
  32. 1261. EXPLICATION des peintures sculp. et grav. de MSS. de l’Academie Royale dan le Salon du Louvre, l’an. 1739, Paris in 12. — Aggiuntovi: Lettre critique à un ami sur les ouvrages de MSS. de l’Academie exposées au Salon du Louvre, l’an 1759. — La même, l’an 1763. — La même, l’an 1767. — Lettre d’un particulier à un de ses parents peintre en province sur le Salon du 1755. — Seconde lettre à un partisan du bon goût sur la même exposition. — Reponse alla lettre precedente: nella quale il grido degli artisti feriti dalla critica, forse giusta e imparziale, si fa sentire altamente.
    Tutto legato in un sol volume. Vedasi Art, Observations.
  33. 1262. FIGUERRA (de) Pardo-Benito, Esamen analitico del quadro de la Transfiuracion de Rafael d’ Urbino; seguido de algunas observaciones sobre la pintura de los Griegos, Paris 1804, in 8, M. 102.
  34. 1263. FRANCESCONI Daniele, Illustrazione di un’urnetta, lavorata d’oro e dì vari altri metalli all’agemina, Venezia 1800, in 8, fig.
    Con tre tavole diligentissime.
  35. 1264. FRANCESCONI Daniele, Congettura che una lettera creduta di Baldassar Castiglione sia di Raffaello d’Urbino, Firenze 1799, in 8.
    Questa lettera è diretta a Papa Leone X.
  36. 1265. Le FRONDEUR ou dialogues sur le salon par l’auteur du coup-de-patte et du triumvirat, Paris 1785, in 8, M. 86.
    Questa è una critica sanguinosa delle opere d’arte esposte in quell’anno agli occhi del pubblico in Parigi.
  37. 1266. GUERIN M. Sécrétaire perpetuel de l’Ac. de B. 221 Arts, Description de l’Academie Royale des arts de peinture et de sculpture, Paris 1715, en 12, fig.
    È intitolato questo libro al d’Duca Antin Pari di Francia, Direttore delle fabbriche, arti e manifatture che fece assegnare nel Louvre un grande appartamento per l’accademia. Una piccola stampina disegnata da Coypel e intagliata da Audran presenta un soggetto allegorico delle arti, col medaglione e ritratto del mecenate inciso nella piccolezza massima possibile con somma maestria.
  38. 1267. GUILLON Abbé, Le Cénacle de Leonard de Vinci rendu aux amis des beaux arts, Milan 1811, en 8.
  39. 1268. ISTRUZIONE intorno alle opere de’ pittori nazionali ed esteri, esposta in pubblico nella città di Milano, con qualche notizia de’ scultori e architetti. Parte Prima, Milano 1777, in 8.
    Non ne fu mai pubblicato che questa prima sola parte.
  40. 1269. LAMBERTI Luigi, Descrizione dei dipinti a buon fresco eseguiti dal pittore Andrea Appiani nella sala del Trono del R. Palazzo di Milano, Milano 1809, in 8. Italiano e francese, M. 87.
  41. 1270. LAMBERTI Luigi, Descrizione dei dipinti a buon fresco eseguiti dallo stesso nella sala dei Principi in detto Palazzo, Milano 1810, in 8. Estratta dal Giornale Ufficiale, Ital. Fr., M. 37.
  42. 1271. MELLINI Domenico, Ricordi intorno ai costumi azioni e governo del Serenissimo Gran Duca Cosimo Primo, scritti di commissione della Sereniss. Maria Cristina di Lorena, ora per la prima volta pubblicati con illustrazioni, Firenze 1820, in 8, M. 80.
    Il Canonico Moreni pubblicò questi scritti e ne intitolò al Vermiglioli l’edizione. Si parla in questi di molti artisti di quell’età e delle loro opere ed altri aneddoti relativi alle arti.
  43. 1272. MEMORIE intorno l’antichissima scuola della Madonna dei Mascoli eretta nella Basilica di S. Marco, Venezia 1791, in 8, M. 80.
    Avanti il frontespizio sta mal disegnato e peggio inciso l’altare della cappella dei Mascoli
  44. 1273. MUSIVORUM quae Bergomi in comitis equitis Antonii Moroni redibus asservantur historica descriptio, 1791, in 4, m. 10. 222
  45. 1274. NOTA de quadri e opere di scultura esposte per la festa di S. Lucia dagli Accademici del Disegno nella loro cappella e nel chiostro della SS. Nunziata in Firenze, 1729, in 8, M. 69.
  46. 1275. OBSERVATIONS sur les arts et sur quelques morceaux de peinture et sculpture exposés au Louvre l’an 1748, où il est parlé de l’utilité des embellissemens dans les villes, Leyde 1748. — Aggiuntovi: Lettre a Mad. *** sur les peintures et sculptures exposées au salon l’an 1763. — In fine: Apologie des jeunes exgésuites, qui ont signé le serment prescrit par arrêt du 6 fevrier l’an 1764, in 12. Vedasi alla voce Explication.
  47. 1276. PINALI, Osservazioni communicate al Regio Architetto Sig. Antolini sopra la forma dell’edificio da sostituirsi alla Chiesa di S. Geminiano, Venezia 1817, in 8, M. 31.
    Si accese una contestazione grandissima in Venezia sulla demolizione della Chiesa di S. Geminiano in Piazza S. Marco e sulla sostituzione da farsi. Ma non scrissero gli uomini dell’arte ritenuti da troppi rispetti. Unicamente quest’ottimo signore Pinali giurecousulto, amatore delle arti e il sig. Buttacalice pubblicarono qualche memoria.
  48. 1277. PINO Domenico. Storia genuina del Cenacolo insigne dipinto da Leonardo da Vinci nel refettorio di S. Maria delle grazie di Milano, Milano 1796, in 8.
    L’autore era frate domenicano e priore del convento e pose ogni cura nel suo libretto per confutare l’opinione, o la tradizione che Leonardo ritraesse nel Giuda il priore del convento d’allora che gli era riuscito importuno: forse il P. Pino scrisse il suo libro per questo.
  49. 1278. RECUEIL des descriptions des peintures et d’autres ouvrages faites pour le roy avec les portraits du roy et de la reine: Les tapisseries du roy, la relation de la feste de Versailles du 18 Juillet 1668. Les descriptions du chateaux et de la grotte de Versaiiles et le songe de Philomethe, Paris 1689, chez Cramoisy, in 12.
  50. 1279. RELAZIONE della pittura fatta nell’abside della cattedrale di Osimo dal Sig. Abate Giovan Andrea Lazzarini, Osimo 1768, in 4. 223
  51. 1280. RIFLESSIONI sul restituirsi dalla Francia i monumenti delle arti, in forma di una lettera da umiliarsi al Re Cristianissimo. Traduzione dall’inglese, Milano 1816, in 8, M. 66 e 96.
    Questo franco e onesto e prezioso scritto è dell’aureo Cav. Hamihon segretario delle relazioni estere a Londra.
  52. 1281. RISPOSTA di Tottero improvvisatore plateale pisano al quinto articolo del Tomo V del sedicente Giornale Enciclopedico di Firenze, Lucca 1814, in 8, M. 36.
    Questa è una diatriba contro il Ciampi or Professore a Varsavia, che aveva nel giornale di Firenze flagellato di critiche l’opera dei monumenti di scultura del Campo Santo di Pisa, protestando di avervi parte e prendendo, particolarmente di mira un monumento in onore del pittore Tempesti.
  53. 1282. SPIEGAZIONE delle opere di pittura, scultura e incisione esposte nelle stanze del Campidoglio il dì 19 Novembre 1809, Roma, in 8, M. 69.
  54. 1283. TARGIONI Tozzetti Antonio, Rapporto delle adunanze tenute nella Terza Classe dell’Accademia di Belle Arti e dei perfezionamenti delle manifatture in Toscana, Firenze 1818, in 8, M. 80.
  55. 1284. ZANNONI Francesco, La nuova pittura, opera del Sig. Filippo Gherardi da Lucca sulla volta o tribuna della chiesa di S. Pantaleo scoperta l’anno 1690 in Roma, in 4, M. 62.
    Unitivi gli Applausi Poetici pubblicati in tal circostanza.