The Digital Cicognara Library

376

Biografia

  1. 2181. ABRÉGÉ de la vie des peintres doni les tableaux composent la galérie de Dresde avec les details de tous les tableaux de certe colléction, Dresde 1782, in 8.
    Opera assai ben fatta, verisimilmente del sig. Heineken.
  2. 2182. ADUNANZA tenuta dagli Arcadi in morte del Cavaliere Antonio Rafaele Mengs, Roma 1780, in 8, M. 87.
  3. 2183. AFFÒ Ireneo, Vita di M. Bernardino Baldi da Urbino primo Ab. di Guastalla, Parma 1783, in 8.
    L’autore che amò passionatamente le arti scrisse la vita di questo abate guastallese conoscitore di questi studi e dei più profondi che in quelli fossero versati nel XVI secolo.
  4. 2184. AGLIETTI D. Francesco, Elogio dei Bellini. Vedi Orazioni.
  5. 2185. ANTI-SOLA Sebastiano, Tributo poetico al celebre Ottone M. Calderari, Vicenza 1804, in 8, M. 103.
  6. 2186. D’ARGENVILLE, Abregé de la vie des plus fameux peintres avec leurs portraits gravés en taille douce etc., vol. 3, Paris 1742 a 1745, in 4, fig.
    Esemplare bellissimo donato dal Cavaliere de la Loriniere al salone delle arti. Al principio delle vite stanno i ritratti degli artisti e sebbene l’edizione in ottavo sia più completa, questa ritiene un pregio per la maggior freschezza dei rami.
  7. 2187. D’ARGENVILLE, Abrégé de la vie de plus fameux peintres avec leurs portraits gravés en taille douce, avec les indications de leurs principaux ouvrages et quelques réflexions sur leur caractere et la maniere de connoître les desseins et les tableaux des grands maîtres, Paris, chez Debure, 1762, in 8, fig., vol. 4.
    Legata in tre. Edizione preferita per essere più completa della prima.
  8. 2188. D’ARGENVILLE, Vie des fameux architectes et sculpteurs depuis la rénaissance des arts avec la déscription de leurs ouvrages, Paris 1787, in 8, 2 vol.
    Questa fu pubblicata dal figlio dell’autore delle vite de’ pitt 377tori; opera piuttosto arida; aggiunge egli nella prefazione che disponevasi a pubblicare una nuova edizione delle Vite stampate da suo padre, con molte aggiunte e senza ritratti.
  9. 2189. AVELLONI Giuseppe, Visione in morte di Pietro Antonio Novelli celebre Pittore e Poeta, Venezia 1804, in 8, M. 103.
  10. 2190. BAGLIONE Giovanni Romano, Le vite de’ pittori, scultori, architetti del Pontificato di Gregorio XIII, 1572 fino al 1642, Roma 1642, in 4.
    Con frontespizio allegorico disegnato dall’autore e il suo ritratto in abito di Cavaliere di Cristo.
  11. 2191. BAGLIONE Giovanni Romano, Le vite de’ pittori, scultori, architetti ed intagliatori dal 1572 al 1642 colla vita di Salvator Rosa scritta da Gio. Batt. Passari nuovamente aggiunta, Napoli 1733, in 4.
  12. 2192. BALDI Lazzaro, Breve compendio della vita e morte di S. Lazzaro monaco ed insigne pittore, che sotto Teofilo Imperatore Iconomaco molti tormenti patì per la pittura e culto delle sacre imagini, Roma, per Jacomo Fei, 1681, in 16.
    Prima ediz. rarissima di questo libercolo ridicolo e da nulla. Quest’esemplare fu tratto dalla Biblioteca della Sapienza in Roma e trasmesso a noi con benigno Decreto Pontificio; dando un cambio di qualche valore siccome era ben giusto a quel pubblico stabilimento. Nel principio è una stampina col ritratto del Santo. Non edizione pregiata, non incisioni peregrine, non antichità, non dicitura, non erudizione. 64 pagine in 16 d’un libercolo da nulla, pieno di miserabili notizie, senza critica e senza buon senso ci dettarono ragionevolmente una memoria sulla bibliomania, che vedesi impressa. Vedi Cicognara. Esemplare in mar. dor
  13. 2193. BAGLIONE Giovanni Romano, Breve compendio della vita e morte di S. Lazzaro monaco ed insigne pittore, Roma 1715, in 16.
  14. 2194. BAGLIONE Giovanni Romano, La stessa, Roma 1788, dedicata all’Accademico Francesco Preziado.
    Ristampe di nessun pregio della prima edizione.
  15. 2195. BALDINDCCI Filippo, Notizie dei professori del disegno da Cimabue in qua, distinte in secoli e decennali, Firenze dal 1681 al 1728, in 4, legata in 3 volumi.
    Prima e pregiatissima edizione delle memorie dell’arte che 378 dopo il Vasari meritavano di ottenere il pieno volo della posterità. La prima parte dell’opera si pubblicò nel 1681 per Santi Franchi e in principio avanti le approvazioni per la stampa osservasi il rarissimo privilegio di Carlo il Re di Spagna colle armi, che manca in moltissimi esemplari: e questa parte forma il secolo I. Il secondo dal 1300 al 1400 fu stampato da Pietro Marini nel 1686. Il secolo terzo e quarto dal 1400 al 1550 distinto sempre in decennali, è opera postuma stampata per Tarlini e Franchi nel 1728 col ritratto del Baldinucci intagliato da Pietro Rotari veronese. La seconda parte del secolo 4 contiene tre decennali dal 1550 al 1580 nella sudetta stamperia di Pietro Marini 1688; e altri tre decennali dal 1580 al 1610 li stampò Giuseppe Manni nel 1702; il secolo quinto finalmente dal 1610 al 1670 stampato pei Tartini e Franchi comparve nel 1728.
  16. 2196. BALDINUCCI, Lettera al Mar. Capponi nella quale risponde ad alcuni quesiti in materia di pittura, Firenze 1787, per Pietro Marini, in 4. — Aggiuntavi la Veglia, dialogo di Sincero Veri, Firenze 1690.Aggiuntavi la lezione letta nell’Accademia della Crusca nel gennaio 1691, Firenze 1692.Aggiunta la lettera di Mess. Bartolommeo Ammannati scritta agli Accademici del Disegno, Firenze 1687.
    Tutti questi opuscoli sono rarissimi a trovarsi nell’edizione originale.
    Con altre due lettere del Baldinucci a Lorenzo Gualtieri sopra i pittori più celebri del secolo XVI e la lettera a Monsig. Salviati intorno al modo di dar proporzione alle figure, pubblicata dal Poggiali, Livorno 1802. Tutto legato in un solo volume.
  17. 2197. BALDINUCCI, Vita del Caval. Giovan Lorenzo Bernino (edizione originale), Firenze 1682, per Filippo Vangelisti, in 4, fig.
    Con un bel ritratto del Bernino in principio e 9 tavole in rame al fine.
  18. 2198. BALDINUCCI, La medesima vita. Edizione posteriore contraffatta con altri caratteri portante la stessa data, alla quale manca il ritratto del Bernino.
    Sebbene vi siano le stesse tavole, molti contrasegni fanno 379 conoscere la contraffazione eseguita verso la meta del XVIII secolo, ma sul frontespizio si noti che dopo il nome Gio. vi sono due punti, e nell’originale un solo, e ove dicesi nella stamperia a è minuscola e nella contraffazione è maiuscola; nell’originale sta un vaso di fiori, mentre nella seconda edizione è una cestella.
  19. 2199. BALDINUCCI, Notizie de’ professori del disegno da Cimabue in qua. Opera nuovamente data alle stampe con varie dissertazioni, note ed aggiunte da Giuseppe Piacenza architetto Turinese, vol. 5 in 4, Turino dal 1768 al 1817.
    Copiosissime sono le note e le addizioni fatte dal benemerito autor piemontese, delle quali resta anche a pubblicarsi qualche inedita parte.
  20. 2200. BALDINUCCI, Notizie dei professori del disegno da Cimabue in qua, distinta in secoli e decennali. Edizione accresciuta di annotazioni da Domenico Maria Manni, Firenze 1767 a 1774, in 4, picc. tomi XXI, legati in 7 volumi.
  21. 2201. BALDINUCCI, Cominciamento e progresso dell’arte d’intagliare in rame colla vita dei più eccellenti maestri della stessa profession. Edizione 2ª accresciuta di annotazioni da Domenico Maria Manni, Firenze 1797, in 4, pic. Vedi Moreni e vedi fra i Vocabolari.
  22. 2202. BARTHOLOMAEI Senensis Cartusiani, Vita B. Stephani Maconi Senensis Cartusiani, Senis 1626, in 4.
    Libro di nessun pregio, ove però trovansi alcune traccie per le fabbriche e i monumenti esistenti in alcune antiche certose.
  23. 2203. BARTOLOZZI Sebastiano Benedetto, Vita di Jacopo Vignali pittore fiorentino, Firenze 1753, in 4.
  24. 2204. BARTOLOZZI Sebastiano Benedetto, Vita di Antonio Franchi lucchese pittore fiorentino, Firenze 1754, in 4, M. 89.
  25. 2205. BARUFFALDI, Memorie dei pittori ferraresi. Manoscritto inedito in fol.
    Preziosissimo per le interessantissime notizie inedite e per una quantità di aneddoti d’arte non conosciuti e utilissimi per la storia delle medesime.
  26. 2206. BELLORI Gio. Pietro, Le vite de’ pittori, sculto 380ri e architetti moderni. Edizione dedicata al gran Colbert, Roma 1672, in 4, fig.
    Le stampe di questo esemplare sono di prima freschezza e ad ogni ritratto dei dodici artisti illustrali trovasi annessa una stampa allegorica.
  27. 2207. BELLORI, Le vite de’ pittori, scultori, architetti moderni coi loro ritratti al naturale. Seconda edizione accresciuta colla vita e ritratto del Cavaliere Luca Giordano, Roma 1728, in 4, fig.
    Le stampe non sono che cattive copie delle belle incisioni che trovansi nella prima edizione.
  28. 2208. BERCHET Giovanni, Allocuzione nei funerali del pittore Appiani celebrati nella Chiesa della Passione, Milano 1817, in 8, M. 96.
  29. 2209. BERNINO Domenico, Vita del Cav. Gio. Lorenzo Bernino suo padre, Roma 1713, in 4.
    Col ritratto in fronte.
  30. 2210. BETTIO Pietro, Orazione nelle Esequie dell’Ab. Morelli bibliotecario di S. Marco. Venezia 1819, in 8, M. 103.
    Abbiamo posto in questo luogo l’elogio fatto al Morelli come ad nomo che contribuì colle sue fatiche e i suoi lumi a riunire anche preziose memorie delle antiche arti da noi coltivate.
  31. 2211. BEVILACQUA Ippolito dell’Oratorio, Memorie della vita di Gio. Bettino Cignaroli eccellente dipintor veronese, Verona 1771 in 8, col ritratto in principio.
  32. 2212. BIAGI Avvocato, Elogio di Paolo Cagliari, Vedi Orazioni.
  33. 2213. BIANCONI Gio. Lodovico, Elogio storico del Cavaliere Rafaele Mengs, con un catalogo delle opere da esso fatte, Milano 1780, in S. Ambrogio, M. 87.
  34. 2214. BIANCONI Gio. Lodovico, Lettere sopra il libro del Crespi intitolato: tomo terzo della Felsina Pittrice, Milano 1802, in 8, fig.
    Queste lettere sono anche impresse nei quattro volumi delle opere del Bianconi che volle farne tirare alcuni esemplari a parte. Tendono particolarmente a giustificare il merito di Ercole Lelli depresso negli scritti del Canonico Crespi per impulso di vendetta privata. Trovatisi nel libro alcuni ritratti, che sono oggetto di discussione e di critica.
    381
  35. 2215. BONI Cav. Onofrio, Elogio di Pompeo Batoni, Roma 1787, in 8, M. 87.
  36. 2216. BONI Mauro, Saggio di studi del P. Luigi Lanzi, Venezia 1815, in 8, fig., M. 87.
  37. 2217. BORGHINI Rafaello, Il Riposo, in cui della pittura e della scultura si favella, de’ più illustri pittori e scultori ec. all’Illustriss. Eccellentiss. S. D. Giovanni de’ Medici, Fiorenza, appresso Giorgio Marescotti, 1584, in 8.
    Raro è il vedere begli esemplari e ben conservati di questa prima edizione L’opera è di molto pregio per le notizie di fatto e la buona critica di cui è piena.
  38. 2218. BORGHINI Rafaello, Il Riposo, seconda edizione, Firenze 1730, in 4.
    Edizione riprodotta per cura di Anton M. Biscioni, con note ampliata ec.
  39. 2219. BRANDOLESE Pietro, Testimonianze intorno alla Patavinità di Andrea Mantegna, Padova 1805, in 8., M. 103.
  40. 2220. BULLARD Isaac, Académie des sciences et des arts contenant les vies et les éloges historiques des hommes illustres qui ont excellé en cette profession depuis environ 4 siecles parmi diverses nations de l’Europe avec leurs portraits, Bruxelles 1695, in fol., vol. 2, fig.
  41. 2221. BUMALDO Jo. Antonius, Minervalia Bonon. civium anademata seu Biblìotheca Bononiensis. Cui accessit brevis catalogus antiquorum pictorum et sculptorum Bonon., Bononiae 1641, in 12.
  42. 2222. CALVI Jacopo Alessandro, Notizia della vita e delle opere di Gio. Francesco Barbieri detto il Guercino da Cento, Bologna 1808, in 4, M. 86.
  43. 2223. CALVI Jacopo Alessandro, Memorie della vita ed opere di Francesco Raibolini, detto il Francia, pittor bolognese, Bologna 1812, in 8, M. 37.
  44. 2224. CANAL Vincenzo P. V., Vita di Gregorio Lazzarini pubblicata per la prima volta nelle nozze da Mula Lavagnoli, Venezia 1809, in 4, M. 89.
  45. 2225. CANALI Luigi, Elogio funebre del Sig. Baldassare Orsini, direttore dell Accademia di Belle Arti in Perugia, Perugia 1811, in 8, M. 88. 382
  46. 2226. CANCELLIERI Francesco, Elogio del Cardinal Borgia scritto in una lettera, Roma 1805, in 8, M. 35.
  47. 2227. CARDINALI Luigi, Elogio alla memoria di Stefano Borgia Cardinale, Roma 1806 in 4.
  48. 2228. CARRIERA Rosalba dipintrice famosa, Diario degli anni 1720 e 1721 scritto di propria mano in Parigi, posseduto, illustrato e pubblicato dal D. Gio. Vianelli, Venezia 1793, in 4.
    Operetta piena di interessanti memorie sopratutto relative al soggiorno di questa pittrice in Francia.
  49. 2229. CASALI Gregorio Marchese, In morte dell’insigne letterato Francesco M. Zanotti, in 4, fig.
    Con un medaglione in fine che presenta il ritratto di Fran. M. Zanotti.
  50. 2230. CASTIGLIONE Joseph, Fulvii Orsini vita, Romae 1657, in 8, M. 55.
    Le notizie intorno a questo antiquario sono preziose: e il suo testamento, che occupa presso che due terzi dall’opuscolo, è singolare.
  51. 2231. CELLINI Benvenuto orefice e scultore fiorentino, Vita scritta da lui medesimo: colla data di Colonia per Pietro Martello, a Firenze 1730, in 4.
    Edizione originale, intonso.
  52. 2232. CELLINI Benvenuto orefice e scultore fiorentino, La stessa.
    Contraffazione colla stessa data, eseguita nel 17922in Firenze, ma con diversi caratteri, diverse lettere iniziali, diversa carta e facile a riconoscersi. Nel frontespizio vi è un mascherone senza orecchie asinine, diverso da quello della prima edizione e la tavola delle persone nominate nell’opera ha le pagine numerate con numeri romani, mentre nell’originale non hanno alcun numero. Ognuno sa quante nozioni unite a tanta bizzarria trovansi in questo libro singolare e prezioso.
  53. 2233. CIAMPI Sebastiano, Memorie della vita di M. Cino da Pistoia, Pisa 1808, in 8, fig.
    Trovansi le memorie delle arti che concorsero al monumento, il quale, oltre al ritratto, vedesi intagliato in questo libro.
  54. 2234. CIAMPI Sebastiano, Notizie della vita letteraria e degli scritti numismatici di Giorgio Viani, Firenze 1817, in 8, M. 96. 383
  55. 2235. CICOGNARA Leopoldo, Vita di S. Lazzaro monaco e pittore preceduta da alcune osservazioni sulla bibliomania, Brescia 1807, in 8.
    Con una lettera (che leggesi al principio) questo libretto fu intitolato al pittore Giuseppe Bossi e la vita di S. Lazzaro non è che la ristampa del raro e ridicolo opuscolo che porta questo nome. Esemplare in carta velina. Vedi Baldi.
  56. 2236. CICOGNARA Leopoldo, Memoria intorno all’indole e agli scritti di Francesco Milizia e progetto di pubblicare alcune sue lettere inedite.Opuscolo di cui non si stamparono che 100 esemplari, Pisa 1808, in 4, M. 66. Esiste ancora presso l’autore una singolare e inedita collezione di lettere pittoriche e politiche del Milizia; e questo miscuglio rese per l’indole dei tempi impossibile il pubblicare il manoscritto senza mutilarlo.
  57. 2237. CICOGNARA Leopoldo e BARUFFALDI Girolamo, Continuazione delle memorie istoriche dei letterati ed artisti ferraresi preceduta da un ragionamento per confutazione al quadro storico dell’alta Italia pubblicato dal Denina, Ferrara 1811.
    Le memorie sono del Baruffaldi, il ragionamento è del Cicognara.
  58. 2238. CICOGNARA Leopoldo, Dell’origine dell’accademie. Orazione ed elogi di Tiziano, di Giorgione, di Palladio.
    Queste quattro operette vedile nelle orazioni recitate nelle distribuzioni de’ premi veneti.
  59. 2239. CICOGNARA Leopoldo, In morte dell’architetto ferrarese Antonio Foschini, orazione, Ferrara 1814, in 8, M. 37.
  60. 2240. CITTADELLA Cesare, Catalogo storico de’ pittori e scultori ferraresi e delle opere loro. Con in fine una nota delle più celebri pitture delle chiese di Ferrara, t. 4 in 8, fig., Ferrara 1782.
    Le preziosità che trovansi in quella città in materia d’arte meritavano illustrazioni estese con più critica e più dottrina e doveva stamparsi l’opera inedita del Baruffaldi, che attende il meritato onore dei tipi, mentre si stampano di continuo libri di minor vaglia.
  61. 2241. COMOLLI Angelo, Vita inedita di Raffaello da Urbino illustrata con note; prima edizione, Roma 1790, in 4.
    Col ritratto di Raffaello in principio.
    384
  62. 2242. COMOLLI, La stessa accresciuta: seconda edizione, 1791, in 4.
  63. 2243. CONDIVI Ascanio de la ripa Transone, Vita di Michel Angelo Buonarroti, in Roma, presso Antonio Blado, 1553 a 16 Luglio in 4, pic. Prima edizione.
    Libretto assai raro e prezioso per esser stato scritto da un contemporaneo e amico di Michelangelo. Il frontespizio è seguito d’una dedica al papa, di un avviso ai lettori e il testo della vita occupa 50 foglietti. Bellissimo esemplare.
  64. 2244. CONDIVI Ascanio de la ripa Transone, Vita di Michel Angelo Buonarroti pittore, scultore, architetto e gentiluomo fiorentino. Seconda edizione accresciuta. Firenze 1746, in 4, grande.
    Con molte annotazioni ed illustrazioni del Cori, di Mariette e il compendio della vita scritta dal Vasari ec. e 18 intagli in rame collocati fra il testo relativi alla sua effigie, alle sue opere, al monumento scolpitogli ec.
  65. 2245. CORAZZI Herculis Ab. Olivetani, Oratio habita in funere equitis Caroli Cignani IV. Idus Junii 1720, cum praesidi olim suo Clementina pictorum Accademia parentaret, Bononiae 1720, in 4, p.
  66. 2246. COSSALI Pietro, Elogio di Giovanni Poleni, Padova 1713, in 8.
  67. 2247. COSTA Giovan Battista, Lettere varie e documenti autentici intorno le opere e vero nome, cognome e patria di Guido Cagnacci pittore, in 12, M. 73.
  68. 2248. CRESPI canonico Luigi, Vite de’ pittori bolognesi, non descritte nella Felsina Pittrice, Roma 1769, in 4.
    Questo è il terzo volume che scrisse il Crespi ad eccitamento di Monsig. Bottari, il quale non ebbe fortuna e fu censurato acremente e non senza ragione dal Consiglier Bianconi.
  69. 2249. CRESPI canonico Luigi, Silvestro Giannotti lucchese intagliatore e statuario in legno, Bologna 1770, in 8, M. 88.
  70. 2250. CRESPI canonico Luigi, Dissertazione Anti-Critica contro le lezioni del Manni intorno alla credenza che S. Luca Evangelista fosse Pittore, Faenza 1776, in 4.
  71. 2251. DATI Carlo, Vite de’ pittori antichi illustrate, Firenze 1667, in 4, carta grande. 385
  72. 2252. DATI, Altro esemplare in carta comune.
    Libro che è posto fra i testi di Crusca e prezioso pei modi del dire più che per le nozioni, le quali trovansi amplissime in Junius de Pictura veterum. Non sono in quest’opera pubblicate che le vite di Zeusi, Parrasio, Apelle, Protogene, con alcune postille ed aggiunte.
  73. 2253. DESCAMPS Jo. Bap., La vie des peintres flammands, allemands et hollandois, avec des portraits, vol. 4, Paris, chez Jombert, 1783, in 8, fig.
    Opera copiosissima di ritratti, ma più di utili cognizioni e la migliore degli artisti di Fiandra, il frontespizio è intagliato da le Bas.
  74. 2254. DIALOGHI di un amatore della verità scritti in difesa del terzo tomo della Felsina Pittrice uscito in luce l’anno 1769 dai torchi di Marco Pagliarini, Bologna 1770, in 4.
  75. 2255. DIEDO Antonio, Elogio del professore Gio. Antonio Selva architetto, Venezia 1819, M. 80.
    Col ritratto dello stesso in fronte.
  76. 2256. DIEDO Antonio, Elogio di Daniele Barbaro Patriarca d’ Aquileia, Venezia 1817, in 4, M. 78.
  77. 2257. DIODATI Luigi, Vita dell’Ab. Ferdinando Galliani R. Consigliere, Napoli 1788, in 8, M. 56.
    Le memorie di questo dottissimo letterato e antiquario celebratissimo appartengono con luminoso diritto a questa biografia.
  78. 2258. DE’ DOMINICI Bernardo, Vite de’ pittori, scultori e architetti napoletani, volumi 3, Napoli 1742, in 4.
    Opera vastissima arricchita di notizie più che ogni altra opera di questo genere e fra molte inutilità non priva però di storiche cognizioni, esposte con debole critica.
  79. 2259. DUPPA R., The Life of Michel Angelo Buonarroti, London 1807, in 4, fig.
    L’edizione è magnifica per i tipi, la carta e il numero e l’appariscenza delle tavole. Non parleremo dei giudizi e nella critica. Soltanto si osserverà che il disegno delle tavole è fiacco, e troppo scorretto. Sono queste in numero di 50 compresovi il ritratto intagliato da Bartolozzi. Non solo si rende conto di Michel Angelo come pittore, disegnatore, scultore e architetto, ma anche come poeta, essendo in fine stampate anche le Rime.
    386
  80. 2260. ELOGIO dell’architetto Giuseppe Piermarini, Monza 1811, in 8.
    Scritto da un riconoscente milanese.
  81. 2261. ESEQUIE al divino Michel Angelo Buonarroti, celebrate in Firenze dall’Accademia de’ Pittori, Scultori et Architetti nella chiesa di S. Lorenzo il dì 14 Luglio 1564, Firenze, appresso i Giunti, 1564, in 4, p.
  82. 2262. FEDERICI Fra Dom. Maria, Memorie trevigiane sulle opere di disegno dal 1100 al 1800 per servire alla Storia delle Belle Arti in Italia, Venezia 1803, in 4, vol. 2.
    Legati in un solo.
  83. 2263. FELIBIEN M. Éntretiens sur les vies et sur les ouvrages des plus excellens peintres anciens et modernes vol. 2 in 4, Paris, chez Marbre Cramoisy, 1685.
    Le opere di questo autore preziose singolarmente, poiché fra le prime che resero conto alla Francia della Storia dell’Arte, meritano anche d’essere consultate perla saviezza di molti giudizi.
  84. 2264. FELIBIEN J. F. des Avaux, Récueil historique de la vie et des ouvrages des plus celebres architectes, Paris 1687, in 4.
  85. 2265. FERTÉ (M. de la), Extrait de différens ouvrages publiés sur la vie des peintres, Paris 1776, 2 vol. in 8. Sonovi due frontespizi figurati e allegorici dì bell’intaglio. Quest’opera è estratta dalle migliori fonti.
  86. 2266. FIORI d’ingegno. Composizioni in lode dell’effigie della Primavera dipinta da Carlo Maratti, presso il Sig. Nicolò Michieli Senatore Veneto, Venezia 1685, in 12.
  87. 2267. FIORI poetici a Francesco Petrarca in occasione che gli fu eretto nel Duomo di Padova il monumento dallo scultore Rinaldo Rinaldi per cura del canonico Barbò da Soncin, Padova 1819, in 8.
  88. 2268. GAMBA Bart., Elogio di Luigi Cornaro. Vedi Orazioni.
  89. 2269. GAMBA Bart., Catalogo degli artisti bassanesi viventi in cui si 387 descrivono alcune delle migliori loro opere esposte in patria il dì 16 agosto 1807 per festeggiare il nome dell’augusto nostro sovrano Napoleone il Grande, Bassano 1807, in 8. M. 88.
  90. 2270. GAMBA, De’ Bassanesi illustri narrazione con un catalogo degli scrittori di Bassano del XVIII secolo, Bassano, dalia Remondiniana 1807, in 8.
    Si parla di molti artisti e cultori delle arti insigni. In principio è una graziosa stampa del monumento che Canova scolpì a Volpato.
  91. 2271. GARATONII Gasp., De vita Eustachii Zanotti commentarius, Romae 1780, in 8, M. 48, con una tavola in principio.
    Le vite degli uomini come i Zanotti, i Maffei e altri cultori delle arti e delle antichità fanno di diritto parte nella biografia degli artisti.
  92. 2272. GAULT de S. Germain, Vie de Nicolas Poussin consideré comme chef de l’École Françoise, Paris 1806, en 4.
    Elegantissima edizione, ove sono nel fine 37 tavole incise tratte dalle sue opere.
  93. 2273. GAULT de S. Germain, Les trois siecles de la peinture en France ou Galérie des peintres françois, depuis François I jusqu’à Napoleon, Paris 1808, in 8.
    Sono raccolte in questo libro molte preziose notizie intorno l’antica Accademia di Francia.
  94. 2274. GENNARI Lorenzo, Diverse composizioni in lode della Didone di Gio. Francesco Barbieri Centese, da lui dedicate a Monsig. Furietti, Bologna 1632, in 4, pic.
    Con frontespizio graziosamente figurato.
  95. 2275. GIORDANI Pietro, Esequie di Giovan Battista Galliadi pittore di Sant’Arcangelo, Cesena 1811, in ottavo, M. 88.
  96. 2276. GIOVIO Monsig. Paolo, Le vite di Leon X, d’Adriano VI e del Cardinal Colonna, tradotte da Ludovico Domenichi, Vinegia, presso Giovanni de’ Rossi, 1557, in 8.
    Elegantissima edizione in minuti caratteri rotondi di un prezioso libretto in vit. dor.
  97. 2277. GIOVIO Monsig. Paolo, La vita di Alfonso d’Este Duca di Ferrara tra 388 dotta in toscano da Giovan Battista Gelli fiorentino, Venezia 1597, in 12.
    Le memorie che riguardano i principi d’Este di quest’epoca appartengono alle arti poiché parlano di signori e mecenati nobilissimi e protettori d’ogni studio, d’ogni ingegno, d’ogni patria grandezza.
  98. 2278. GIOVIO Giovan Battista, Elogii di Palladio, del Conte Algarotti, di Benedetto e di Paolo Giovio, Venezia 1782, in 8.
    Scrisse il Bianconi su questo esemplare, che gli appartenne :fate (diceva uno) che il sig. Cav. Giovan Battista Giovio abbia più profondità di sapere e minor desiderio di comparire e di far spiccare i suoi maggiori e lo renderete scrittore insigne, che componendo meno, interesserà maggiormente.
  99. 2279. GOLTZII Huberti, Lamberti Lombardi apud Eburones pictoris celeberrimi vita: pictoribus, sculptoribus, architectis, aliisque id genus artificibus utilis et necessaria, Burgiis Fland., ex officina Huberti Golzii, 1565.
    Elegantissimo e raro opuscolo con un bellissimo ritratto del Lombardi.
  100. 2280. GOOL. Vedi Vati Gool.
  101. 2281. GORI Giovanni Gandellini, Notizie istoriate degli intagliatori, Siena 1771, in 8, vol. 3 colla continuazione di dette notizie del P. Maestro de’ Angelis sino a’ notri giorni. Dal 1808 al 1816 vol. 12, legati in vol. 6, totale dell’opera tomi XV.
    Sarebbe stata quest’opera tenuta in maggior pregio se l’addizione avesse pareggiato il merito dei primi tre tomi, ma non è che una copia degli autori oltramontani senza scelta, senza critica e con immense omissioni.
  102. 2282. GUALDO Galeazzo Priorato, Vita del Cavaliere Pietro Liberi pittore padovano, riprodotta dal Conte Lunardo Trissino, Vicenza 1818, in 8, M. 103.
  103. 2283. GUIBAL M. Nicolas, Eloge de Nicolas Poussin, discours qui a remporté le pris à l’Accademie, Paris 1783, in8, M. 86
  104. 2284. GUIDALOTTI Franchini Gioseffo, Vita di Domenico Maria Viani pittor bolognese, Bologna 1716, in 12.
  105. 2285. HARMES Antoine Fédéric, Tables historiques, et 389 chronologiques des plus fameux peintres anciens et modernes, Bronswich 1742, in fol. M. 91.
    Libro giudiziosamente invaginato, sul cui modello potrebbe farsi qualche opera di maggior esattezza e più estesa.
  106. 2286. HAUCHECORNE M. l’abbé, Vie de Michel-Ange Buonarroti peintre, sculpteur et architecte de Florence, à Paris 1783, in 8.
  107. 2287. HOLLARD Venceslaus, A description of the ingenious delineator, and engraver with some account of his lite, London 1745, in 4.
    Col ritratto di Hollard nel frontespizio ed alcune vignette col prospetto di Londra e quello di Praga, patria di questo valente intagliatore. Abbiamo posto tra i biografi questo libro poiché contiene tutte le notizie le più singolari di un tant’’uomo.
  108. 2288. HONDII Henrici, Pictorum aliquot celebrium, praecipue Germania inferioris, effigies, Hagae Comitis, in fol. parv.
    In questo è qualche varietà dal seguente esemplare, come suol osservarsi in quasi tutti i volumi di ritratti, non marcati con numero progressivo. L’uno contiene 69 e l’altro 70 tavole di fresca e bella impressione.
  109. 2289. HONDII Henrici, Pictorum aliquot celebrium praecipue Germaniae inferioris effigies. Hagae Comitis, ex officina Henrici Hondii, in 4, fig., partes tres.
  110. 2290. HOCBRAKEN, Vite e ritratti de’ pittori olandesi, Amsterdam 1718, fig., vol. 3 in 8.
    In lingua olandese, con copiosissimi e bellissimi ritratti intagliati in rame. Edizione da tenersi perciò in qualche pregio. Per compir questa serie è duopo aver anche i due volumi di Van Gool. vedi.
  111. 2291. HUBER et Rost, Manuel des curieux et des amateurs de l’art, contenant une notice abrégée des principaux graveurs et un catalogue raisonné de leurs meilleurs ouvrages, Zuric 1797 a 1804 vol. VIII, in 8.
    Rilegata in quattro. Opera utile, comoda e piena di cognizioni per le stampe.
  112. 2292. HUGFORD Ignazio Enrico, Vita di Anton Domenico Gabbiani pittore fiorentino, dedicata a Pietro Mariette, Firenze 1762, in 4, g.
  113. 2293. HUGFORD Ignazio Enrico, Vita di Anton Domenico Gabbiani pittor fio 390rentino, dedicata a Mariette, Firenze 1762, in fol. col ritratto in fronte dell’autore, M. 81.
  114. 2294. HUSSON F., Eloge historique de Callotte Noble Lorrain célèbre graveur, Bruxelles 1766, in 4, p.
    Con un piccolo ritratto intagliato da Cottin.
  115. 2295. JOVII Pauli Novocomensis Episcopi Nucerini, Illustrium virorum vitae, Florentiae, in officina Torrentini, 1551. — Accedunt: Leonis X, Adriani VI, et Pompeii Columnae vitae, ibi 1548, in fol.
    Le vite contenute nel primo di questi due volumi legati unitaraente sono quelle dei XII Visconti, di Lodovico Sforza, di Consalvo di Cordova e del Marchese di Pescara. Trovatisi a molti luoghi nel nostro esemplare buone postille marginali e incontratisi in più luoghi fatti e memorie utili allo studio delle arti e dell’antichità.
  116. 2296. KNORR Giorgio Wolfango, Vite e ritratti di alcuni pittori, Norimberga 1759, in 4, fig.
    Il libro è stampato in lingua tedesca e sonovi in alcuni luoghi mediocri ritratti intagliati in rame. Il testo scorre rapidamente sulle memorie degli artisti di parecchie scuole.
  117. 2297. LE giustissime lagrime della pittura e della poesia pubblicate negli apparati funebri di Pavia per i funerali di Luigi Scaramuccia perugino, Milano 1681, in 8.
    Libretto raro a trovarsi.
  118. 2298. LANZI Abate Luigi, Storia pittorica dell’Italia dal risorgimento delle Belle Arti sin presso al fine del XVIII secolo, Bassano 1809, in 8. Vol. 6. legati in 3.
    Quest’opera fu fatta con infinita cura e diligenza dal dottissimo autore: potrebbe riguardarsi come un libro classico in questa materia, se fosse un po’ più nudrito di riflessioni critiche sulle pratiche e le teorie dell’arte.
  119. 2299. LAZZARI D. Andrea arciprete, Della Patria di Bramante da Fermignano. Ricerche, Fermo 1791, in fol.
  120. 2300. LAZZARI D. Andrea arciprete, MEMORIE d’alcuni più celebri pittori d’Urbino dal medesimo arrichite con opportuni aneddoti, ed annotazioni non più stampate in addietro, 1800, in 4. gr.
    Non contiene questo volume che le memorie di Rafaello 391 Sanzio, di Girolamo Bartolommeo della Genga e di Federico Barocci; le quali vennero stampate separatamente e riunite.
  121. 2301. LÉPICIÉ, Vies des prémiers peintres du roi depuis M. Le Brun jusque à present, vol. 2, rel. En 1, Paris 1751, in 8.
  122. 2302. LÉPICIÉ, Catalogue raisonné des tableaux du Roy avec un Abregé de la vie des peintres fait par ordre de S. M., vol. 2 rel. in 1, Paris, de l’imprimérie Royale, 1762, in 4.
    Magnifica edizione col ritratto del Rre intagliato da Cochin ed impresso sopra la dedica.
  123. 2303. LETTERA ad un amico nella quale si da contezza del Caval. Carlo Giuseppe Ratti genovese pittore, senza luogo ed anno.
    Il Ratti viene in questa giustificato per i fierissimi attacchi scagliati contro di lui dal Milizia in una nota ingiuriosa che vedesi nell’edizione delle opere e vita di Mengs ristampata a Bassano.
  124. 2304. LIONI Ottavio,. Ritratti di alcuni celebri pittori del secolo XVII da lui disegnati ed intagliati in rame, con le vite dei medesimi tratte da vari autori. — Aggiunta la vita di Carlo Maratti scritta dal Bellori fino dal 1689 e terminata da altri, non più stampata, Roma 1731, in 4, fig.
    Undici di questi ritratti sono intagliati da Ottavio superiormente e sono bellissime prove; l’ultimo del Maratti è d’altra mano. Gli intagli di questo maestro sono pochissimi e rari.
  125. 2305. LODI al Sig. Guido Reni. Raccolte in Bologna, in 4, p.
    Queste sono poesie in onore di molte delle sue principali pitture, scritte da’ primi letterati di quel secolo.
  126. 2306. LONGHI Alessandro, Compendio delle vite de’ pittori veneziani istorici più rinomati del presente secolo, con suoi ritratti tratti dal naturale, delineati ed incisi, Venezia, presso l’autore, 1762, in foglio.
    Sono questi 44 ritratti all’acqua forte in grande intagliati con libertà, ma senza buon gusto, i quali però conservano il carattere che questo artista metteva nelle sue opere di pennello. Esemplare in mar. rosso dorato della Biblioteca Pisani.
  127. 2307. MACH Pauli, Nerei Vaticinium de raptu Helenae 392 Apellea Guidonis Rheni arte depicto, Bononiae 1633, in 4 p.
  128. 2308. MAGGI Aimo, Memorie sulla vita di Agostino Bertelli paesista bresciano, operetta postuma, Brescia 1794, in 8.
  129. 2309. MAIER Andrea, Della imitazione pittorica, della eccellenza delle opere di Tiziano e della vita dello stesso scritta da Stefano Ticozzi, Venezia, Tipografia Alvisopoli, 1818, in 8.
    Questo Libro per la prima parte è ingegnoso, singolare, ardito, sebbene possa trovare qualcuno che sia di un avviso diverso molto dall’autore. Per la seconda è utile, diligente, istruttivo. Per l’ultima è troppo severo nella critica e poteva rettificare senza puntare. È da bramarsi che questo scrittore non tralasci però di produrre altre opere in materia d’arte.
  130. 2310. MALVASIA Conte Carlo Cesare, La Felsina pittrice, Vite de’ pittori bolognesi divise in due tomi, con indici in fine copiosissimi, Bologna 1678, in 4 vol. 2. Per l’erede di Domenico Barbieri.
    Con molti ritratti intagliati in legno. Opera che sarebbe stat anche più preziosa che non è di fatto, se l’autore si fosse potuto astenere da certe prevenzioni che ove sono troppo favorevoli, ove troppo contrarie il fanno propendere o mancare circa il merito di molti artisti e le loro opere. Non conosciamo che una sola edizione di questo libro, ma mentre andavasi divulgando furono in questa operate parecchie modificazioni, delle quali alcune indicheremo per conoscere in questa maniera gli esemplari di più antica impressione. Due esemplari noi ne abbiamo, amendue rari e singolari, ma riputiamo per altro fra’ più antichi quello ove nel frontespizio del secondo volume, dedicato (come il primo) al re di Francia Luigi XIIII rimase in bianco il nome del re e non trovansi le parole sempre vittorioso e in fondo alla pagina dopo la data e il nome dello stampatore, non leggesi alcuna altra parola, mentre negli esemplari più comuni, vi si legge inoltre ad istanza di Francesco da Vico detto il Turrino. Alla pagina poi 59 ove parla della bellezza di Guido Reni giovine, dopo avere in principio della vita prodotto il suo ritratto da uomo adulto, vi si trova uno spazio ed un elegante testa che sembra più di donna, che d’uomo, che dice egli d’aver fatta disegnare dieci volte e intagliar tre; e non essergli riescita a suo modo: negli altri esemplari posteriormente pubblicati non si trova il ritratto, omesso dopo essersi fatto da valenti maestri disegnare ben diciotto volte e tre intagliare dal bravo Cassioni. Il vacuo che rimase per l’omissione del ritratto è riempito da pochi paragrafi e da una lettera del re di Polonia, per 393 non scomporre e ristampare tutte le pagine del volume, essendosi non ostante dovuto ricomporre, come può vedersi, quattro pagine. Altra variazione più conosciuta e meno difficile a trovarsi, in posteriori esemplari ma però esistente in amendue i nostri citati, incontrasi nel primo tomo a pag. 471 ove l’autore riconobbe di dover sopprimere uno squarcio ingiurioso, in cui denomina Rafaello un boccalaio urbinate. Vedi Crespi, Bianconi, Vittoria, Dialoghi.
  131. 2311. MANIAGO Fabio, Storia delle Belle Arti friulane, Venezia 1819, in 4.
    Sonovi molte memorie biografiche per la prima volta prodotte e in principio è il ritratto di Irene da Spilimbergo, fatto da Tiziano.
  132. 2312. MANNI Domenico Maria, Dell’errore che persiste di attribuirsi le pitture al Santo Evangelista. Lezione recitata nel 1765 in Volterra, Firenze 1766, in 4. Aggiuntavi l’altra lezione del vero pittore Luca Santo e del tempo del suo fiorire, Firenze 1764.
  133. 2313. MANNI Domenico Maria, Addizioni necessarie alle Vite dei due celebri statuari Michelangelo Buonarroti e Pietro Tacca. Lezione accademica, Firenze, 1774, in 4.
  134. 2314. MANZINI Giovann Battista e Luigi, Il Trionfo del pennello: raccolta di alcune composizioni nate a gloria d’un Ratto d’Helena di Guido, Bologna 1633, in 4, pic.
    Queste sono tutte prose dei Manzini e dell’Achillini le più pazze e ridicole che si lessero mai in quel secolo.
  135. 2315. MARISCOTTI Annibale, Il Ratto d’Elena di Guido Reni, panegirico all’Emin. Princ. il Card. S. Croce legato di Bologna, Bol. 1633, in 4.
  136. 2316. MASACCIO, Sua vita e collezione di 24 teste delineate ed incise dalle sue opere di pennello per cura ed opera di Tomaso Patch, Firenze 1770, in fol. ingl e ital.
    Opera molta pulitamente e fedelmente eseguita in 24 tavole di bello e gustoso intaglio da disegni lucidati sulle stupende pitture della Cappella Brancacci al Carmine in Firenze. Vedi anche Piroli.
  137. 2317. MAZZUCCHELLI Gio. M., Notizie intorno Isotta da Rimino, Brescia 1759, in 8, fig. M. 50.
    Col ritratto di lei in principio e le medaglie fatte da Pisanello e il monumento ec. il tutto inciso in rame e riportato fra il testo con due gran tavole.
    394
  138. 2318. MEMORIE della vita di Domenico Martinelli Sacerdote lucchese e insigne architetto, Lucca 1772, in 8.
    Col ritratto in principio.
  139. 2319. MEMORIE istoriche di più uomini illustri pisani, vol. 4, Pisa 1790 a 1792, in 4.
    Trovatisi in questi volumi alcune notizie de’ primi ristauratori delle arti in Italia, ma non estese con quella profondità abbondante di critica, che speransi: sonovi alcune tavole collocate fra il testo.
  140. 2320. MEMORIE de’ pittori messinesi, Napoli, nella stamperia Reale, 1792, in 4.
    Questo libretto fu fatto stampare dal sig. Filippo Hachert dopo il suo ritorno di Sicilia.
  141. 2321. MEMORIA intorno Giovan Battista Novello architetto padovano, Venezia 1799, in 8, M. 103.
  142. 2322. MEMORIE intorno la vita ed opere di Sante Cattaneo eccellente pittore raccolte ed estese da un Cenomano Cenomanifilo, Venezia 1819, in 8, M. 103.
  143. 2323. MESDEZ Francisco, Noticias de la vida y escritos del Fr. Enrique Florez, Madrid 1780, in 8.
    Col ritratto in fronte intagliato accuratamente da Salvador Carmona. Queste memorie relative al primo numismatico della Spagna e insigne antiquario appartengono con diritto a questa biografia. Vedi le sue opere all’articolo Florez.
  144. 2324. MILIZIA. Francesco, Le vite de’ più celebri architetti d’ogni nazione e di ogni tempo precedute da un saggio sopra l’architettura, Roma 1768, in 4, figurato.
    Questa è la prima edizione pubblicata dal Monaldini senza il nome dell’autore.
  145. 2325. MILIZIA. Francesco, Memorie degli architetti antichi e moderni. Terza edizione accresciuta e corretta dallo stesso autore, Parma 1781, to. 2, in 4.
    Questa è la migliore edizione di quest’opera in cui sono influite ottime nozioni e profondissima critica, sebben troppo severa e qualche volta pericolosa per i giovani artisti.
  146. 2326. MILIZIA. Francesco, Notizie scritte da lui medesimo e catalogo delle sue opere, Bassano 1804, in 8,. M. 37.
  147. 2327. MOLINI Carlo, Lacrime di Parnaso in morte di 395 Girolamo Albanese insigne statuario, Vicenza 1633, in 8, con frontespizio figurato.
  148. 2328. MONVILLE M. L’ Abbé, La vie de Pierre Mignard avec le poéme de Moliere sur les peintures du Val-de-Graces et deux dialogues de M. Fénélon Archévêque de Cambray sur la peinture, Paris 1730, in 12.
    Col ritratto di Mignard in principio.
  149. 2329. MORENI Canonico Domenico, Vita di Filippo di ser Brunellesco architetto fiorentino scritta da Filippo Baldinucci, con altra in fine di anonimo contemporaneo scrittore, amendue per la prima volta pubblicate ed illustrate dal Can. Moreni, Firenze 1812, in 8.
    Sta unita all’altr’opera: Memoria intorno al risorgimento delle arti in Toscana. Questo dotto e zelante cultore delle memorie stanche della sua patria, è particolarmente benemerito alle arti.
  150. 2330. MORO Padre D. Maurizio, Dogliose lagrime sulla morte del celebre Pittore Sig. Carlo Saraceni veneziano, Venezia 1620, in 12, M. 103.
  151. 2331. MOSCHINI Gio. Ant., Della vita e degli scritti dell’ab. G. B. Galliccioli, Venezia 1806, in 8, M. 64.
    Gli studi indefessi del Gallicioli sulle patrie antichità gli danno diritto a collocare le sue memorie in questa biografia.
  152. 2332. MOSCHINI Gio. Ant., Memorie sulla vita del pittore Bernardino Castelli pubblicate per le nozze Zustinian Cavalli, Venezia 1810, in 8, M. 88.
  153. 2333. NEU-Mayr, Artisti alemanni, Venezia 1819, in 8.
    Questo è un vocabolario d’artisti della Germania, che sta uscendo per ordine alfabetico.
  154. 2334. NICOLI Federico, Della vita e delle pitture di Lattanzio Gambara memorie storielle. Aggiuntevi brevi notizie intorno a’ più celebri ed eccellenti pittori bresciani, Brescia 1807, in 8.
    Col ritratto del Gambara in principio.
  155. 2335. NICCOLINI Giovan Battista, Elogio di Leon Battista Alberti, Firenze 1819, in 8, M. 103.
  156. 2336. NOTIZIE patrie spettanti alle arti del disegno, Torino 1792, libretto di 11 pagine in 8. 396Aggiuntovi: Elogio del Molinari. Torino 1793, altro opuscolo di 14 pagine.
    Crediamo che il dotto Baron Vernazza ne sia l’autore.
  157. 2337. ORSINI Baldassare, Vita, elogio e memorie dell’egregio Pittore Pietro Perugino, Perugia 1804, in 8.
    Col ritratto in fronte.
  158. 2338. POLOMINO D. Antonio, El Museo Pictorico y escala optica theorica e practica de la pintura, vol. 2, in fol. fig, Madrid dall’anno 1716 al 1724.
    Sono in questi volumi istoriati i frontespizi e vi stanno 17 tavole di proporzioni e notizie elementari d’architettura e prospettiva. Non può ritenerli per vera ogni cosa asserita da questo scrittore, che per difetto di critica asserì in parola di altri troppe falsità. Nondimeno è il libro pieno di cognizioni, e il più celebrato fra’ biografi spagnuoli.
  159. 2339. POLOMINO Velasco D. Antonio, Las vidas de les pintores y estatuarios eminentes espanoles que con sus heroycas obras han illustrado la nacion, Londres 1743, in 4, p.
    Questo non è che un piccolo ristretto dell’opera più grande in due volumi dello stesso autore.
  160. 2340. PANCALDI Gio. Pellegrino, Il trionfo di Giobbe dipinto da Guido Reni all’Illust. e Rev. Monsig. Pandolfi Vescovo di Comacchio, Bologna 1637, in 4.
  161. 2341. PAPILLON de la Ferté. Vedi la Ferté.
  162. 2342. PASCOLI Lione, Vite de’ pittori, scultori ed architetti moderni scritte e dedicate al Re di Sardegna, Roma 1730 al 1736, vol. 2 in 4.
    Questa è l’opera che meglio illustra la lacuna dei tempi che restava a riempirsi in quell’epoca.
  163. 2343. PASCOLI Lione, Vite de’ pittori, scultori ed architetti perugini dedicate al Re di Sardegna, Roma 1732, in 4.
    Questo volume comparve alla luce dopo pubblicato il primo volume delle vite de pittori moderni, avanti di stampare il secondo. Ciò osserviamo perché sia chiara la provenienza di qualche sbaglio nella indicazione di questi volumi, prendendosi quest’opera talvolta per appartenente alla prima.
  164. 2344. PASSERI Giambattista, Vite de’ pittori, scultori e architetti che hanno lavorato in Roma, morti dal 3971641 fino al 1673. Prima edizione, Roma 1772, in quarto.
    Questa è la continuazione del Baglioni.
  165. 2345. PICINARDI Giovanni Luigi, Il pennello lagrimato, Orazione funebre in morte della Sìg. Elisabetta Sirani pittrice famosissima, Bologna 1665, in 4, p.
    Con frontespizio figurato e ritratto in fronte.
  166. 2346. PINDEMONTE Marc’Antonio, Orazione funebre in morte del March. Scipione Maffei, Verona 1755, in 4.
  167. 2347. PINDEMONTE Ippolito, Elogio del March. Scipione Maffei, Verona 1784, in 8.
    Questo letterato amico, cultore, illustratore e benemerito alle arti e alle antichità fu lodato da un’aurea penna, che rese più pregievoli gli encomi giustissimi tributati a sì onorevole memoria.
  168. 2348. PINGERON, Vies des architectes anciens et modernes, qui se sont rendus célebres chez le differentes nations, traduites de l’italien etc., 2 vol. en 12, Paris 1771.
    Quantunque il traduttore non degni nominare l’autore italiano, da cui tradusse l’opera, questa è di Francesco Milizia.
  169. 2349. POMPEI Girolamo, Orazione in morte di Giambettino Cignaroli pittor veronese ed alcune poetiche composizioni sullo stesso argomento, Verona 1771, in 4, M. 11.
  170. 2350. POZZETTI Pompilio, Leo Baptista Alberti laudatus in solemni studiorum instauratone: accedit commentarius italicus, quo vita eiusdem et scripta compluribus adhuc ineditis monumentis illustrantur, Florentiae 1789, in 4, gr.
    Col ritratto di L. Batt. Alberti sul frontespizio.
  171. 2351. DEL POZZO Conte Bartolommeo, Le vite de’ pittori, scultori e architetti veronesi, Verona 1718, in 4.
    Libro accreditato e scritto da un coltissimo amatore di cose patrie.
  172. 2352. PUCCINI Cav. Tommaso, Memorie istorico-critiche di Antonello degli Antoni pittore messinese, Firenze 1809, in 8, M. 88. 398
  173. 2353. RATTI Carlo Giuseppe, Epilogo della vita del fu Cav. Antonio Rafaello Mengs, primo pittor di Camera di S. M. Cattolica, Genova 1779, in 4, gr.
  174. 2354. RATTI Carlo Giuseppe, Notizie storiche sincere intorno la vita ed opere di Antonio Allegri da Correggio, Finale 1781, in 8.
    Col ritratto in principio. Le 188 pagine di questo libro lasciano desiderio di più ampie notizie intorno sì celebre artista.
  175. 2355. De RENALDIS Girolamo, Della pittura friulana saggio storico, Udine 1798, in 4, gr.
  176. 2356. RESTA P. Sebastiano, Indice del libro intitolato: Parnaso de’ pittori in cui si contengono, vari disegni originali raccolti in Roma da S. R., Perugia 1707, in 8.
    Prima e rarissima edizione di questo libretto. Questo scrittore amò grandemente le arti, ma il suo criterio non fu pari alla sua propensione per quello stadio. Le nozioni sono però sempre preziose per tutto ciò che è di fatto.
  177. 2357. RESTA P. Sebastiano, Indice del libro intitolato Parnaso de’ pittori in cui si contengono vari disegni originali raccolti in Roma da S. R. Edizione seconda, Perugia 1787, in 8, M. 88.
  178. 2358. RIDOLFI Carlo, Vita di Giacopo Robusti detto il Tintoretto, Venezia 1642, presso Guglielmo Oddoni, in 4, pic. — Aggiuntavi la vita di Paolo Cagliari, dello stesso, Venezia 1746, presso Matteo Leni, con un bellissimo ritratto di Paolo.
    Queste due vite precedono la seguente ediz. complessiva.
  179. 2359. RIDOLFI Carlo, Le maraviglie dell’arte; ovvero le vite degli illustri pittori veneti e dello stato, vol. 2 legati in un solo, Venezia 1648, presso Gio. B. Sgava, in 4, piccolo.
    Con frontespizio figurato e i ritratti dei pittori ben disegnati e ben intagliati in rame, esemplare bellissimo di un’opera tenuta in gran pregio potendosi chiamare questo autore il Vasari dei veneziani.
  180. 2360. RIGATO Andrea, Osservazioni sopra Andrea Palladio, Padova 1811, in 8.
  181. 2361. RINALDI Pompeo, Al Sig. Giuseppe Ghezzi pittore 399 celebratissimo per quattro quadri da lui dipinti ed esposti in Roma in S. Maria in Vallicella l’anno 1699. Versi in 4, M. 103.
  182. 2362. RITRATTI (Li) delli più celebri pittori della scuola veneziana antichi e moderni nuovamente raccolti e pubblicati, dedicati al nobile Sig. Girolamo Manfrin, Venezia 1787.
    Questi sono trentasei ritratti dì artisti dei quali 28 appartengono alle vite del Ridolfi e 8 sono nella raccolta del Lunghi: per conseguenza incisioni logore, ritoccate e di poca, importanza.
  183. 2363. RIZZI Neuman, Elogio dei Vivarini.
    Vedi Orazioni
    .
  184. 2364. ROBERTI Giovan Battista, Lettera al Conte Giovan Battista Giovio sopra Giacomo da Ponte pittore, detto il Bassan Vecchio e risposta del medesimo, Lugano 1777, in 8.
  185. 2365. ROSCOE, Vie et pontificat de Leon X traduit de l’anglais par P. F. Henry, Paris 1808, in 8, vol 4.
    La copia delle memorie relative alle arti che trovasi in quest’opera la pone immediata nella collezione degli scrittori di arti e la munificenza di questo principe mecenate d’ogni studio e d’ogni chiaro ingegno, gli assicura la devozione della posterità riconoscente.
  186. 2366. DE’ ROSSI Giovanni Gherardo, Vita del Cavaliere Giovanni Pickler intagliatore di gemme ed in pietre dure, Roma 1792, in 8, M. 87.
  187. 2367. DE’ ROSSI Giovanni Gherardo, Vita di Antonio Cavallucci da Sermoneta pittore, Venezia 1766, in 8, M. 87.
    Col ritratto del pittore inciso da Bettelini.
  188. 2368. DE’ ROSSI Giovanni Gherardo, Vita di Angelica Kauffmann pittrice, Firenze 1810, in 8.
    Operette ripiene di nuove e sicure notizie, fatte con critica, impresse con eleganza di tipi. Avvi un bel ritratto della pittrice in principio.
  189. 2369. SELVA Antonio, Elogio di Michel Sammicheli architetto, Roma 1814, in 8, M. 37. Vedi anche Orazioni.
  190. 2370. SERIE degli uomini i più illustri nella pittura, scultura e architettura coi loro elogi e ritratti. Volumi 12 legati in 6 tomi, Firenze dal 1769 al 1776, in 4, fig.
    Opera non così ricca di critica e di cognizioni come esser 400 dovrebbe il complesso di queste notizie, coi ritratti degli artisti.
  191. 2371. SOPRANI Rafaele nobile genovese, Le vite de’ pittori, scultori ed architetti genovesi e de’ forestieri che in Genova operarono con alcuni ritratti degli stessi. Opera postuma, Genova 1674, in 4, figurato.
    Con frontespizio figurato e i ritratti in rame riportati in mezzo a un ornamento intagliato in legno e stampato in rosso. Edizione prima e non comune.
  192. 2372. SOPRANI Rafaele nobile genovese, Vite de’ pittori, scultori ed architetti genovesi in questa seconda edizione rivedute e accresciute ed arricchite di note da Carlo Giuseppe Ratti, vol. 2, Genova 1768, in 4.
  193. 2373. TAILASSON, Obsérvations sur quelques grands peintres dans le quelles on cherche à fixer le caractère distintif des leurs talents, avec un précis des leurs vies, Paris 1807, in 8.
    Quest’opera di 364 pagine s’aggira intorno i soli 44 pittori.
  194. 2374. TARSIA Giovanni Maria, Orazione o vero discorso fatto nell’esequie del divino Michelangelo Buonarroti con alcuni sonetti e prose latine e volgari di diversi, circa il disparere occorso tra gli scultori e pittori, in Fiorenza, appresso Bartolomeo Sermartelli, 1564, in 4, p.
    I dispareri furono intorno la preminenza tra la scultura e la pittura. Libretto assai raro come lo divennero tutti questi di esequie, in onore d’uomini sommi, che non si ristamparono.
  195. 2375. TASSI Francesco Maria Conte Cav., Vite de pittori, scultori e architetti bergamaschi, vol. 2, Bergamo 1793, in 4. Col ritratto dell’autore.
  196. 2376. TEMANZA Tommaso, Vita di Andrea Palladio vicentino egregio architetto, Venezia 1768, in 4, M. 5.
    Sono al fine stampate due scritture di Palladio inedite.
  197. 2377. TEMANZA Tommaso, Vita di Vincenzo Scamozzi vicentino architetto, Venezia 1770, in 4, g.
    pubblicata avanti che 401 venisse in luce la più compita opera delle memorie degli architetti ec. Col ritratto di Scamozzi in principio.
  198. 2378. TEMANZA, Vite de’ più celebri architetti e scultori veneziani che fiorirono nel secolo XVI, Venezia 1778, in 4, nella stamperia Palese.
    Eccellente opera e la sola che fin’ora abbia conservate a noi le memorie de’ primi architetti dopo il risorgimento dell’arte, che sono i veneziani, con pace e con rispetto di tutte le altre nazioni.
  199. 2379. TESI Mauro, Sua vita: Vedi fra le opere prospettiche Tesi.
  200. 2380. TICOZZI Stefano, Storia dei letterati e degli artisti del dipartimento della Piave, Belluno 1813, in 4.
  201. 2381. TICOZZI Stefano, Vite de’ pittori Vecelli di Cadore. Libri quattro, Milano 1817, in 8.
    Questo scrittore raccolse il primo e pubblicò interessanti notizie intorno Tiziano. Sarebbe stata a desiderarsi più lentezza del suo operare prima di pubblicarla.
  202. 2382. TIRABOSCHI Girolamo, Notizie de’ pittori, scultori, incisori, architetti nati negli stati del Duca di Modena con un’appendice dei professori di Musica, Modena 1786, in 4.
  203. 2383. UGHI Luigi, Dizionario storico degli uomini illustri ferraresi, (ove è parlato anche degli artisti), Ferrara 1814, in 8.
    Due tomi in un sol volume, che non onorano la patria di tanti uomini insigni in ogni ramo di arti e di lettere.
  204. 2384. UGURGIERI Isidoro, Le pompe sanesi, ovvero relazioni degli uomini e donne illustri di Siena e suo stato, Pistoia 1649, vol. 2 in 8.
    Opera molto pregievole ove trovanti curiose e interessanti notizie anche dei primi restauratori delle arti in Italia che furono Pisani e Sanesi.
  205. 2385. Della VALLE Fra Guglielmo, Vite dei pittori antichi greci e latini, Siena 1798, in 4, fig.
    Dopo le opere di Giunio, del Dati e quanto raccogliesi in Plinio e in Pausania, il de la Valle nulla aggiunse, molto mutilò e aumentò un libro di più agli scaffali, senza arricchire il mondo letterario d’una cognizione: sonovi parecchie tavole in rame pessime.
    402
  206. 2386. VAN GOOL-Johan, Vite e ritratti di pittori olandesi, intitolato il nuovo Teatro de’ pittori stampato in ling. olandese. V. 2 in 8, Sgravenhage 1750.
    I ritratti sono intagliati da Houbraken, opera che va in seguito di quella pubblicata da questo intagliatore.
  207. 2387. VASETTI Clementino, Notizie intorno al pittore Gasparantonio Baroni Cavalcabò di Sacco, Verona 1781, in 8, g.
  208. 2388. VARCHI M. Benedetto, Orazione funerale fatta e recitata da lui pubblicamente nelle esequie di Michelangelo Buonarroti in Firenze nella Chiesa di S. Lorenzo, Firenze, appresso i Giunti, 1564, in 4, piccolo.
  209. 2389. VASARI Giorgio, Le vite de’ più eccellenti pittori, architetti e scultori italiani da Cimabue sino ai tempi nostri, descritte. Prima edizione del Torrentino. Parti tre in due volumi, Firenze 1660, in fol. pic.
    Magnifico e conservatissimo esemplare con qualche rara postilla autografa del M. Scipione Maffei cui appartenne.
  210. 2390. VASARI Giorgio, Le vite de’ pittori, Firenze 1550, in 5 vol. in fol. pic.
    Edizione del Torrentino postillata dal P. Sebastiano Resta. Era nelle Biblioteche Bianconi e Bossi. È singolare l’astio con cui il Resta strapazza il Vasari in tutti quei punti nei quali da lui discorda.
  211. 2391. VASARI Giorgio pittore ed architetto aretino, Le vite dei più eccellenti pittori, scultori ed architettori di nuovo dal medesimo riviste ed ampliate con i ritratti loro et con l’aggiunte delle vite de’ vivi et de’ morti dall’anno 1550 sino al 1567. Prima e seconda parte ec., Firenze, presso i Giunti, 1568, in 4, fig., 2 vol. legati in tre. Edizione prima completa.
    Pochi e rarissimi esemplari di questa edizione hanno qualche varietà nella distribuzione delle parole del frontespizio, cosa di lievissima importanza, atta soltanto a far conoscere esser quelle le prime copie stampate di questa edizione. La varietà del frontespizio singolarmente si conosce dall’essere sul riguadro della pagina stampato il legno del Giudizio finale che vedesi a retro del frontespizio nel nostro esemplare in luogo delle parole sovra espresse, le quali sono diversa 403 mente ripartite al di sopra dello stemma mediceo e al basso della pagina invece della piccola vedutina della città di Firenze.
  212. 2392. VASARI Giorgio, Vite de’ più eccellenti pittori, scultori, architetti. Colle note e illustrazioni di Giovanni Bottari, Roma 1769, in 4, vol 3.
    Questa è la più bella anzi magnifica edizione del Vasari. Esemplare intonso in carta grande. Le copiose note del Bottari illustrano questo biografo utilmente più d’ogni altro commento anche posteriormente eseguito.
  213. 2393. VASARI Giorgio, Vite de’ più eccellenti pittori, scultori, architetti, pubblicate per opera del P. Guglielmo della Valle, Siena dal 1791 al 1794, tomi XI, in 8, fig.
    Opera resa più voluminosa da questo autore, senza aggiugnervi altra varietà rilevante, che un incomodo maggiore e un pregio minore.
  214. 2394. VASARI Giorgio, Vita di M. Jacopo Sansovino, in 4, M. 37.
    Questa vita è tratta dal secondo volume della terza parte dei libri stampati in Fiorenza l’anno 1568 e scritto da M. Giorgio Vasari aretino, a c. 823, e ora da lui medesimo in più luoghi ampliata, riformata e corretta. Trovansi rarissimi esemplari di questa edizione.
  215. 2395. VASARI Giorgio, Vita di Mess. Jacopo Sansovino scultore e architetto della Repubblica di Venezia, 2 edizione riprodotta dall’Ab. Morelli, Venezia 1789, in 4, colla veduta della libreria di San Marco in principio.
    Questo dotto bibliografo riprodusse quest’opuscolo per far conoscere una recondita rarità.
  216. 2396. VASARI Giorgio, Vita di Michelangelo Buonarroti pittore, scultore e architetto fiorentino, aggiuntevi copiose note, Roma 1760, in 4.
    Col ritratto e il monumento sepolcrale di Michelangelo e il suo disegno originale del sepolcro di Giulio II e di una mano segnata, in penna da lui, il tutto intagliato in rame.
  217. 2397. VECELLIO Tiziano pittore, Breve compendio della vita del famoso Tiziano Vecellio di Cadore cavaliere e pittore con l’arbore della sua vera consanguineità. All’Eccellenza Illustrissima di M. di Arundell Surrey, Venezia, presso Santo Grillo e fratelli, 1622, in 4, p.
    Col ritratto in fronte intagliato da Odoardo Fialetti. 404
    — Aggiuntovi; Titiani Pictoris celeberrimi, Danae, Parisiis, apud Clodovoeum Cottard,1633.
    Questo e un poemetto latino preceduto da altri componimenti di Eustazio, di Erasmo e di altri scrittori. Amendue questi opuscoli sono rarissimi. Vedasi anche questa vita medesima originale in Miscellanei 88.
  218. 2398. VECELLIO Tiziano pittore, Vita dell’insigne pittore Tizian Vecellio già scritta da anonimo autore riprodotta con lettere di Tiziano in occasione delle nozze da Mula Lavagnoli, per cura dell’Ab. Francesco Accordini, Venezia 1809, in 4, M. 87.
    Fu ristampata questa vita per la rarità della prima edizione. Vedi anche Zandonella, Cicognara, Ticozzi, Majer.
  219. 2399. VEDRIANI Lodovico, Raccolta de’ pittori, scultori, architetti modenesi più celebri, Modena 1622, in ottavo. — Aggiuntivi: I Dottori Modanesi dello stesso, 1665, figurato.
    Trovasi nel nostro esemplare il prospetto laterale e la facciata della chiesa Cattedrale e una terza tavola colla elevazione della torre, che mancano sovente agli esemplari.
  220. 2400. VETTORI Giovanni Battista, Memoria intorno alla vita e alle opere del Capitano Francesco Marchi, Modena 1816, in 4, fig., M. 77.
    Con un bel ritratto in fronte al volume intagliato da Rosaspina e quattro gran tavole al fine. È interessantissima ogni produzione dell’ab. Venturi. In questa rimarcasi un’aggiunta di molti articoli alla bibliografia di fortificazione inserita nell’edizione di Roma del Marchi.
  221. 2401. VERCI Giovan Battista, Notizie intorno alla vita ed alle opere de’ pittori, scultori e intagliatori della città di Bassano, Venezia 1773, in 8. Con frontespizio fig.
  222. 2402. VINCI Giovan Battista, Elogio storico del celebre pittore Antonio Cavallucci da Sermoneta, Roma 1765, in 8, M. 87.
  223. 2403. VITA di Buonamico Buffalmacco pittore, in Carpi 1762, in 8.
  224. 2404. VITTORIA D. Vincenzo, Osservazioni sopra il libro della Felsina Pittrice per difesa di Rafaello, dei Caracci ec., Roma 1703, in 8.
    Si riprendono tutti, o molti dei passi pungenti dei Malvasia 405 e trovasi innanzi al frontespizio una tavola in rame con due mani che temperano una penna da scrivere col motto di sopra ut scribat, non feriat.
  225. 2405. VITTORIO Gio. Antonio, Espressioni di ossequiosa condoglianza nei pubblici funerali di Cesare Gennari pittor bolognese, inviati al suo fratello Benedetto Gennari pittore di Giacomo II, Re d’Inghilterra, Bologna 1668, in 8.
    Con un ritratto del Gennari intagliato all’acqua forte.
  226. 2406. ZABEO Prosdocimo, Elogio di Giacomo Robusti detto il Tintoretto, Venezia 1815, in 8, M. 87.
  227. 2407. ZABEO Prosdocimo, Elogio di Paolo Caliari, Venezia 1813, in 8, M. 37 e 7.
  228. 2408. ZABEO Prosdocimo, Memoria intorno la vita ed opere del pittore Carlo Alvise Fabbris, Padova 1816, in 8, M. 37.
  229. 2409. ZAIST Giovan Battista, Notizie storiche de’ pittori, scultori ed architetti cremonesi, opera postuma data in luce da Anton Maria Panni. Vol. 2, Cremona 1774, in 4, leg. in I.
    Nel volume secondo si trova il discorso d’Alessandro Lamo sulla pittura ed il parere di Bernardino Campo. Buona edizione che riunisce preziose nozioni ed operette prima stampate d’uomini dottissimi nell’arte, divenute rarissime.
  230. 2410. ZANDONELLA Giovan Battista, Elogio di Tiziano Vecellio dedicato al N. Sig. Galeazzo Galeazzi, Venezia 1802, in 8, M. 88.
  231. 2411. ZANELLI Ippolito, Vita del gran pittore C. Carlo Cignani, Bologna 1733, in 4.
  232. 2412. ZANETTI, Della pittura venezian e delle opere pubblicate dai veneziani maestri. Libri cinque, Venezia 1771, in 8.
    Questa è la migliore fra le opere che parlano delle pitture veneziane, e se ogni città principale possedesse un libro talmente disposto ed eseguito, sarebbero riuniti cosi i materiali per la miglior storia generale dell’arte.
  233. 2413. ZANETTI Girolamo, Elogio di Rosalba Carriera pittrice, Venezia 1818, in 8, M. 103.
  234. 2414. ZANOTTI Gio. Pietro, Nuovo fregio di Gloria a Felsina sempre pittrice nella vita di Lorenzo Pasinelli pittor bolognese, Bologna 1706, in 8.
  235. 2415. ZANOTTI Giampietro, Dialogo in difesa di Guido 406 Reni steso in una lettera al Sig. Dottore Girolamo Baruffaldi, Venezia 1710, in 8.
  236. 2416. ZANOTTI Gio. Pietro, All’egregio pittore Gio. Giuseppe dal Sole pel suo bellissimo quadro dell’Annunziata, Bologna 1717, in 4. Canzone M. 103.
  237. 2417. ZANOTTI Giampietro Gavazzoni, Vita di Eustachio Manfredi, Bologna 1745, in 4.
    Col ritratto in principio. Troppi sono i titoli pei quali l’architettura e le meccaniche debbono ascrivere fra i loro cooperatori questo matematico insigne.
  238. 2418. ZANOTTI Gio. Pietro. Storia dell’Accademia Clementina di Bologna, aggregata all’Istituto delle Scienze e Belle Arti, vol. 2, in gran 4, fig., Bologna.
    Con quantità eli annotazioni e postille tolte dal manoscritto autografo esistente in casa del Principe Ercolani ed estratte di pugno dal segretario Carlo Bianconi nel 1795. Quest’opera è in ogni vita preceduta dal ritratto dell’autore.
  239. 2419. ZORZI M. Angelo, Vita del Sig, Conte Camillo Silvestri nobile di Rovigo, con varie osservazioni al suo museo spettanti, Padova 1720, in 4, M. 64.
    Col ritratto del Silvestri in principio. Si rende conto in quest’opera dei marmi, antichità, medaglie, raccolte in Rovigo da questo letterato.