The Digital Cicognara Library

146

Architettura teatrale antica

  1. 784. DEL BENE Benedetto, Osservazioni sopra l’origine ultimamente attribuita all’anfiteatro di Verona, Verona 1786, in 8. — Aggiunta: Lettera ad un amico, ossia scritto polemico in risposta alle dette osservazioni: del Conte Alessandro Carli: detto anno; Colla difesa di queste osservazioni del Sig. Benedetto del Bene. Infine, Ragionamento critico del Co. Alessandro Carli sull’anfiteatro di Verona 1786: E un’ultima lettera dell’Ab. Fortis al C. Carli sopra le di lui congetture della fondazione e dell’anfiteatro, 1785, in 8.
  2. 785. BIANCHI Pietro, Osservazioni sull’arena e sul podio dell’anfiteatro Flavio, illustrate e difese da Lorenzo de Romano, Roma, nella stamperia de Romanis, 1812, in fol. fig. M. 81.
    Con una gran tavola intagliata in rame. Fu oggetto di molte discussioni un’escavazione in quell’anno fatta, che si dovette fatalmente ricuoprire.
  3. 786. BOCCHI Ottavio, Osservazioni sopra un antico teatro scoperto in Adria, Venezia 1739, in 4, fig. M. 11.
  4. 787. BULENGERII Julii Cesaris. De theatro, ludisque scenicis libri duo: editio prima, Tricassibus 1603, in 8, fig.
    Con tre tavole intagliate in rame.
  5. 788. CARLI Rubbi Giovanni Rinaldo, Relazione delle scoperte fatte nell’anfiteatro di Pola nel Giugno 1760, Venezia, in 8. fig., M. 104.
    Con due gran tavole in rame.
  6. 789. CARLI Gian. Rinaldo, Degli anfiteatri e particolarmente del Flavio di Roma, di quello d’Italica 147 nella Spagna e di quello di Pola nell’Istria, Milano 1788, in 4, fig.
    Quest’opera è anche stampata nelle antichità italiche di questo autore con 15 tavole intagliate in rame.
  7. 790. FEA Carlo, Osservazioni sull’arena e sul podio dell’anfiteatro Flavio, discusse contro quelle del Sig. Pietro Bianchi e del Sig. Lorenzo de Romano, Roma 1713, parti due. — Aggiuntevi: Le iscrizioni di monumenti pubblici trovate nelle attuali escavazioni dei medesimi, stesso anno. — Le notizie degli scavi nell’anfiteatro Flavio e nel Foro Traiano: Le ammonizioni criticoantiquarie a vari scrittori del giorno, 1813. — Infine: Nuove osservazioni intorno l’arena nell’anfiteatro Flavio, Roma 1814, in 8.
    Alla testa di questi opuscoli trovasi il ritratto dell’autore disegnato da Wicar, intagliato da Fontana e molto somigliante.
  8. 791. LIPSII Justi, De amphitheatro liber in quo forma ipsa loci expressa et ratio spectandi. Cum aeneis figuris, Ant. Plant. 1699, in 4, fig. — Aggiuntovi de amphitheatris quae extra Romam. Libellus in quo formae eorum aliquot et typi ec.
    L’anfiteatro di Tito, tal come trovasi e come supponevasi esser dovesse, è dato in due tavole; indi quelli di Pola, di Nimes, di Verona e li due che stanno nel Poitou formano in tutti le 7 tavole di questo libretto.
  9. 792. LUCCHESE Matteo, Riflessioni sulla pretesa scoperta del sopra ornato toscano esposta dall’autore dell’opera degli anfiteatri, e singolarmente del Veronese, Venezia 1730, in 12, fig.
    Con quattro tavole intagliate in rame, libretto pieno di dottissima critica e ottime osservazioni.
  10. 793. MAFFEI Scipione, Degli anfiteatri e singolarmente del Veronese: libri due, Verona 1728, in 12. fig.
    Con 15 tavole intagliate in rame. Ricomparse quest’opera nella Verona Illustrata di cui forma l’ultimo libro, ma ad istanza dei dotti e curiosi l’autore la pubblicò primamente in questa piccola forma.
  11. 794. MANNI Domenico Maria. Notizie storiche intorno 148 al Parlagio ovvero anfiteatro di Firenze, Bologna 1746, in 4, M. 36.
    Con una tavola in rame
    .
  12. 795. MAZOCHII Alexii Symmachi, In mutilum Campani amphiteatri titulum aliasque nonnultas campanas inscriptiones commentarius, Neapoli 1727, in 4.
    Con due gran tavole in rame, opera piena di eruditissime osservazioni.
  13. 796. PALOS y Navarro D. Enrique, Disertacion sobre el teatro, y circo de Sagunto, Valencia 1703, fig. M. 96 e 102.
    Con una gran tavola in rame
    .
  14. 797. PATERNO Giacinto Maria, Del ginnasio e anfiteatro di Catania, trascorsiva dissemina, Palermo 1770, in fol. fig.
    Avvi la sola tavola della pianta, spaccato, e alzato dell’anfiteatro a car. 49. Questo scrittore vuol fare ascendere la data di quest’edizione avanti l’epoca del poeta Stesicoro e molto prima dell’anfiteatro veronese. Il che ne potrebbe render curiosa la lettura.
  15. 798. POLENI Giovanni e Montenari Giovanni, Degli antichi teatri e anfiteatri: lettere due, Vicenza 1735, in 8.
    Si agita in queste due lettere una questione tra i due dotti e quella del Poleni leggesi anche nelle Galliae antiquitates del Maffei.
  16. 799. RANGHIASCI Sebastiano, Notizie sopra un antico teatro ec. in 8, M. 39.
  17. 800. STRATICO Simone, Dell’antico teatro di Padova, Padova 1795, in 4, fig.
    Con sei gran tavole intagliate in rame. Questo dottissimo professore dell’Università di Padova e uno dei luminari dell’instituto italiano, ha raccolte e non pubblicate molte memorie e commenti inediti intorno le opere di Leon B. Alberti e di Vitruvio, che sarebbe voto comune dei dotti di veder pubblicate.
  18. 801. WACQUIER de la Barthe, Ragionamento sulla ricerca delle cagioni dell’inferiorità del teatro latino al greco, Roma 1806, in 8, M. 51.
    L’ Ab. Cancellieri lo pubblicò facendosi un merito col divulgare la produzione di un ingegno altrettanto modesto che svegliato.