The Digital Cicognara Library

260

Guide e brevi illustrazioni delle singolarità che trovansi in vari paesi d’europa. descrizioni generali e viaggi d’italia.

  1. 4129. ALBERTI Leandro bolognese, Descrizione di tutta Italia, nella quale si contiene il sito di essa, l’origine, le Signorie delle città, e delle castella, coi nomi antichi e moderni, i costumi de’ popoli, le condizioni de’ paesi ec. ec., in Bologna, per Anselmo Giaccarelli, 1550, in 4 gr.
    Questo grosso volume di oltre mille pagine è stampato assai bene in questa prima edizione, dedicata al re e alla regina di Francia, e vi si legge una lettera di Anton Flamminio che per isbaglio di stampa porta la data del 1537 mentre nel 36 era anche sepolto, come vedesi nel suo monumento. Avvi anche il ritratto dell’autore, cui sopra sta un distico di Sebastiano Corrado al lettore. Opera laboriosa, e non ispregievole.
  2. 4130. BARBARO Tommaso, Il pellegrino geografo cronistorico da Napoli fino a Venezia, Venezia 1739, in 8, diviso in 7 libri, e la serie Cronistica dell’origine di Venezia sino all’anno 1738.
  3. 4131. BARRI Giacomo, pittore in Venezia, Viaggio pipttoresco in cui si notano le più famose pitture dell’Italia, Venezia 1671, in 12.
  4. 4132. BARRI Giacomo, Lo stesso tradotto in inglese, Londra 1679, in 8.
  5. 4133. BARTOLI Francesco, Notizie delle pitture, sculture, e architetture, che ornano le principali città d’Italia, Venezia 1776, in 8, vol. 2.
    Opera estesa da un diligente amatore in ristrettissima forma.
  6. 4134. BOSSI Louis, Liste de principaux objets de sciences et d’arts recuellis en Italie par les Commis 261 saires du Gouvernement français, a Venise le 10 vend. an. VI de la R. Fr. (1 octob. 1797 V.S.), in fol., M. 81.
    Esemplare segnato di pugno dell’autore in qualità di aggiunto alla commissione del governo francese per la ricerca degli oggetti di scienze ed arti al seguito dell’armata d’Italia.
  7. 4135. BROSSES (de) Charles, Lettres historiques, et critiques sur l’Italie avec des notes relatives à la situation actuelle de l’Italie etc., an. VII, en 8, vol. 3.
    Libro pieno di falsità, per non aver consultato le buone fonti, ed ove non è scritto un sol nome proprio di paese o di persona senza errori, come Tuzziani per Torriani, Campana per Riccio, Bruzza Socci per Brusa Sorzi, Sarono zala per Savonarola, Fiepolo per Tiepolo, la Saliéte per Salute. Conegliano per Colleoni ec. e sempre così ec.
  8. 4136. COCHIN, Voyage d’Italie, ou récueil des notes sur les ouvrages de peinture, sculpture etc., Paris 1769, in 8, 3 vol.
    Opera piena di errori non solo di gusto, ma anche di fatto, e madornali ec.
  9. 4137. ERBA (dall’) Giovanni, Itinerario delle poste per diverse parti del mondo ed il viaggio di S. Giacomo di Galizia con tutte le fiere notabili che si fanno per tutto il mondo, con una narrazione delle cose di Roma, e massime delle sette chiese, Venezia 1564, in 16.
  10. 4138. HONDII Judocii, Nova et accurata Italiae hodierna descriptio, Lugduni Batavorum, apud Abrahamum Elsevir, 1627, in 4 per trav.
    Il frontespizio è figurato, e trovansi le piante e i prospetti delle principali città d’Italia con molte carte topografiche, e forse più fedeltà in molte illustrazioni di quella che incontrisi nelle opere de’ viaggiatori moderni. Opera di 406 pagine non compresa la dedica al doge e senato veneziano.
  11. 4139. ITALIAE totius brevis et accurata descriptio, Ultrajecti 1650, in 12.
    Questa succinta descrizione fa parte della serie de’ piccoli autori delle Repubbliche.
  12. 4140. LANDE (La), Voyage d’un francais en Italie fait dans les années 1765 et 1766, Venise, et se trou 262 ve à Paris, 1769, in 12, vol. 8, con un atlante di tavole 35.
    Quest’opera è stata estesa da un gran matematico, ma convien dire che non si fosse immedesimato dell’esattezza, che è la base de’ studj matematici, poiché l’opera può ad ogni pagina citarsi, e convincersi di falso.
  13. 4141. LANDO Ortensio, Commentario delle più notabili, e mostruose cose d’Italia, ed altri luoghi, di lingua aramea in italiana tradotto nel quale s’impara et prendesi istremo piacere. Vi si è poi aggiunto un breve catalogo delli inventori delle cose, che si mangiano, et si bevono nuovamente ritrovato et da M. Anonymo da Utopia composto, 1548, in 8, senza luogo.
    Questo è un libretto singolare scritto da Ortensio Lando che in fine pose per anagramma Svisnetroh, Sudnal, Rotua, tse per dire Hortensius Landus est auctor. Sbagliò il Fontanini, che cita le due edizioni di questo libretto, a credere che quella del 1550 al segno del Pozzo stampata in Venezia fosse la prima edizione, e vedesi che non conosceva questa, stampata accuratamente.
  14. 4142. LILIO Zaccaria vicentino, Breve descrizione del mondo, tradotta per Francesco Baldelli, Venezia, Giolito, 1551, in 8.
    Libretto elegante ove trovansi molte notizie esposte assai succintamente.
  15. 4143. MANDRISIO Niccolò, Viaggi per l’Italia, Francia, e Germania, descritti in versi con annotazioni copiose, volumi 2, in 8, Venezia 1718.
    L’opera è piena di notizie, e non è spregievole. La critica veramente non è la migliore.
  16. 4144. MILLIN A. L., Voyage dans le Milanais, Plaisance, Parme, Modene, Mantoue etc. et plus autres villes de l’ancienne Lombardie, Paris 1817, vol. 2, in 8.
  17. 4145. MILLIN A. L., Voyage en Savoje, en Piemont, à Nice, et à Genes, Paris 1816, vol. 2, in 8.
    L’impazienza di questo dotto viaggiatore di dare in breve tempo i libri a stampa non gli permise di cribrare le materie e le tradizioni, ma incontransi molte ottime notizie miste a non poche inesattezze.
  18. 4146. OBSERVATIONS sur l’Italie, et sue les italiens don 263 née en 1764 sous les noms de deux gentilhommes svédois. Par l’auteur du livre intitule Londres, Amsterdam 1774, vol. 4, in 12.
  19. 4147. ORTELIO Abrahamo, Theatro del mondo da lui poco innanzi la sua morte riveduto, e di tavole nuove et commenti adorno et arricchito con la vita dell’autore, traslato in lingua toscana dal signor Filippo Pigafetta, Anversa, nella Plantiniana, 1612, in fol., fig. — Aggiuntovi: Il nomenclator ptolemaicus, Antuerpiae, typis Roberti Bruneau, 1609.
    Copiosissima collezione con 231 tavole. Questa da noi si ritiene per la più completa e miglior edizione di quest’opera. Bellissimo esemplare.
  20. 4148. QUADO Matthias sculptor, Liber aliquot itinerum Augustae Vindelicorum egredientium, Ursellis, 1602, ex officina Cornelii Sutorii, in 4 obl., fig.
    Questo libro è accompagnato dalle carte geografiche, ed il testo è impresso con bellissimi caratteri: l’autore prese molte nozioni da Biondo Flavio. Non è libro comune.
  21. 4149. SCOTTO Andrea, Itinerario, ovvero nuova descrizione dei viaggi principali d’Italia, tradotto dal latino all’italiano, Venezia, per Francesco Bolzetta, 1670, in 8.
    Questa è la ristampa dell’altra edizione del 1659, in cui l’autore non più Francesco, ma chiamatosi Andrea, è però lo stesso.
  22. 4150. SCOTTI Francisci, Itinerariae Italiae rerumque romanarum libri tres, Antuerpiae, ex officina Plantiniana, 1600, in 12.
  23. 4151. SCOTTO Francesco, Itinerario, ovvero descrizione dei viaggi principali d’Italia, Padova 1659, in 8, fig., diviso in tre parti. — Aggiuntovi: La descrizione di tutto il mondo, e molte altre città, che nell’opera si contengono. Infedelissime sono le tavole sparse nell’opera di questo autore, e le sue relazioni non sono spoglie degli antichi pregiudizj e superstizioni.
  24. 4152. VENNI Giuseppe, Elogio storico delle gesta del R. oderico dell’ordine de’ MM. CC. colla storia dei 264 suoi viaggi asiatici, illustrata, Venezia 1761, in 4, fig.
  25. 4153. WRIGHT Edward, Some observations made in travelling through France, Italy, in the years 1720 1721 and 1722 in two volumes, London 1730, in 4, fig.
    Pochissimo noto è in Italia questo viaggio pubblicato con 40 tavole in rame, non comprese alcune in legno stampate fra il testo. Vi sono al solito molti errori, ma anche molta semplicità, e poche sinistre prevenzioni.
  26. 4154. W. L., The painters voyage of Italy, London 1679, in 8. Nel quale si parla delle pitture e sculture delle principali città d’Italia tanto nei luoghi pubblici che privati, e singolarmente del Museo Setalla in Milano.
    Scritto originalmente in italiano da Giacomo Barri pittor veneziano, e tradotto in inglese.
  27. 4155. ZACHARIAE Francisci Antonii, Excursus litterarii per Italiam, ab anno 1742 ad annum 1752, Venetiis 1754, fig.
    Le figure di pessimo intaglio sono sparse fra il testo dell’opera eruditissima. Comparve un volume secondo nel 1762.