The Digital Cicognara Library

Guide

Amsterdam

  1. 4156. Le GUIDE, ou nouvelle déscription de la ville d’Amsterdam, Amsterdam 1720, fig., in 8.
    Sonovi molte tavole fra il testo, e la serie delle bandiere marittime.
  2. 4157. Le GUIDE d’Amsterdam avec la déscription de ce qui il y a de plus intéressant, Amsterdam 1793, in 8, fig.
    Sono in questa edizione le stampe di molti edifici di mediocre esecuzione, e l’estensione del testo è ben fatta.

Angleterre

  1. 4158. Le GUIDE d’Angleterre; ou rélation curieuse du voyage de M. de B.***, Amsterdam 1744, in 4.
    Libro assai piccante, e fatto con qualche buon gusto.

Anversa

  1. 4159. DESCRIPTION des principaux ouvrages de peintu 265re, et sculpture existantes dans les lieux pubbliques de la ville d’Anverse, Anverse 1774, in 8.
  2. 4160. DESCRIPTION des principaux ouvrages de peinture, et sculpture actuellement existants à Anvers, 5me édition, en 12, avec plusieurs additions. — Aggiunto: A new pocket companion for Oxford, Bleneim, Stow etc., Oxford 1787, fig. — Aggiunto: Observations sur la destruction de la promenade du jardin du Palai Royal, lettre d’un anglais etc., Amsterdam 1781.

Arezzo

  1. 4161. RONDINELLI Giovanni, Relazione sopra lo stato antico, e moderno della città di Arezzo, Arezzo 1755, in 8. ASCOLI
  2. 4162. LAZZARI Tullio, Ascoli in prospettiva colle sue più singolari sculture, pitture, e architetture ec., Ascoli 1724, in 8.
  3. 4163. ORSINI Baldassare, Descrizione delle pitture, sculture, e architetture dell’insigne città di Ascoli, Perugia 1790, in 8, fig.
    Prolisso, e con molte cattive tavole.

Bergamo

  1. 4164. PASTA Andrea, Le pitture notabili di Bergamo, che sono esposte alla vista del pubblico: con alcuni avvertimenti intorno alla conservazione, e all’amorosa cura de’ quadri, Bergamo 1775, in 4.
    Libro benissimo eseguito da un ottimo conoscitore.
  2. 4165. CALVI Donato, Le misteriose pitture del palazzo Moroni spiegate, Bergamo 1655, in 4, M. 95.
    Questa descrizione è stesa dallo stesso che dipinse in questo palazzo le molteplici allegorie, spiegate in un volumetto d’oltre 100 pagine. Questo Calvi era il padre priore degli Agostiniani letterato, e pittore.

Berlin

  1. 4166. GUIDE de Berlin, de Postdam et des environs: traduit de l’allemand avec un plan de Berlin et 15 vues, Berlin 1813, in 8, fig.
  2. 4167. NOTICE raisonnée d’une partie des tableaux qui se trouvent dans le magazin de la librairie du Roi 266 precedé d’observations sur la connoissance et le commerce des tableaux, Berlin 1804, in 8.

Bologna

  1. 4168. Della CHIESA del S. Sepolcro riputata l’antico Battisterio di Bologna, e in generale dei Battisteri. Discorso dedicato a Gesù Cristo, e al suo amico e battezzatore Giovanni, Bologna 1772, in 8, M. 50, con una tavola della pianta.
    Si ricava in quest’opera qualche notizia intorno l’antica basilica di S. Stefano, ma dal titolo si capisce facilmente in che direzione l’autore abbia rivolte le sue ricerche.
  2. 4169. CRESPI canonico Luigi, La Certosa di Bologna descritta nelle sue pitture, Bologna 1772, in 4 pic.
  3. 4170. CROCE M. Giulio Cesare, Descrizione del nobil palazzo posto nella contà di Bologna detto Tuscolano, Bologna 1582, in 8, M. 51.
  4. 4171. GATTI Giacomo, Descrizione delle più rare cose di Bologna, e suoi subborghi in pitture, sculture, e architetture, Bologna 1803, in 8.
    In questa riproduzione delle antiche guide nulla si è migliorato, né per critica, né per scoperte, né per edizione, e forma d’esposizione.
  5. 4172. PASQUALI Alidosi Niccolò, Istruzione delle cose notabili della città di Bologna, Bologna 1621, in 8.
  6. 4173. Della PITTURA della libreria del monastero di S. Michel in Bosco di Bologna, Bologna 1681, in 8, M. 51.
    Fu questa libreria dipinta da Domenico M. Canuti.
  7. 4174. MALVASIA Carlo Cesare, Le pitture di Bologna che rendono il passaggiero disingannato ed istrutto: dell’Ascoso Accademico Gelato terza edizione, Bologna 1732, in 12.
    Il conte Malvasia dedicò questo suo libro sotto il nome di Ascoso la prima volta che lo stampò a Carlo le Brun.
  8. 4175. MALVASIA Carlo Cesare, La quarta edizione, 1755.
  9. 4176. MALVASIA Carlo Cesare, La quinta edizione, 1766.
  10. 4177. MALVASIA Carlo Cesare, Pitture, sculture, e architetture delle chiese, luoghi pubblici, palazzi, e case della città di Bologna, Bologna 1782, in 8.
    In questo esemplare sono molte aggiunte manoscritte in 267 fine. Non è d’uopo ripetere come tutto ciò che porta il nome del Malvasia faccia testo d’arte in fatto delle cose bolognesi
    .
  11. 4178. MASINI Antonio di Paolo, Bologna perlustrata, ove si parla delle chiese, dei santi, degli uomini illustri, degli artisti tanto cittadini quanto forestieri, che operarono in Bologna, Bologna 1650, in 12.
  12. 4179. MASINI Antonio di Paolo, Bologna perlustrata, terza impressione notabilmente accresciuta, Bologna 1666, in 4, vol. 2.
    Quest’opera è copiosissima, ma più di notizie ecclesiastiche, che di storiche, e di belle arti. Nondimeno è da tenersi in pregio
    .
  13. 4180. NOTIZIE dell’origine e progressi dell’Instituto delle Scienze di Bologna e sue Accademie, Bologna 1780, in 8,
    con quattro tavole in fine
    .
  14. 4181. SQUARCI d’annotazioni e varie pagine del libricciuolo intitolato: Pitture, sculture, e architetture di Bologna, pel Longhi, an. 1776. Dedicati agli amatori di verità da pochi principianti d’architettura, Faenza 1777.
    — Aggiuntovi: Verità di fatto esposte da Raimondo Compagnini a rischiaramento d’un libercolo dato alle stampe da pochi principianti d’architettura, Bologna 1777. — In fine: Sentimenti di pochi principianti d’architettura in ordine alle verità di fatto pubblicate dal signor Raimondo Compagnini, in 8
    .
  15. 4182. TARUFFI Giovanni Andrea, Breve compendio di diverse misure delle strade, vicoli, e piazze, descrizione delle chiese, e palazzi di Bologna, 1731, in 8.
  16. 4183. ZANTI Giovanni, Nomi e cognomi di tutte le strade, contrade, e borghi di Bologna, Bologna 1583, in 8, M. 16.
    Si espongono in questa antica guida di Bologna le cose più notabili di pittura e scultura. Libretto non facile a trovarsi
    .

Brescia

  1. 4184. AVEROLDO Giulio Antonio, Le scelte pitture di Brescia, 1700, in 4, fig.
    La singolarità di questo libro di oltre 300 pagine, veramente bizzarro, è di essere interamente stato scritto dal prin 268 cipio alla fine senza mai far uso della parola che. Ciò notato è però anche eccellente per le notizie
    .
  2. 4185. CHIZZOLA Luigi, Le pitture, e sculture di Brescia, che sono esposte al pubblico con un’appendice di alcune private gallerie, Brescia 1760, in 8.

Ceneda

  1. 4186. GRAZIANI Giorgio, La vera descrizione della città di Ceneda coll’orazione in lode di Venezia. — Aggiuntivi: Altri discorsi, e poesie dello stesso, Trevigi 1621, in 12.

Cento

  1. 4187. RIGHETTI Camillo nato Dondini, Le pitture di Cento, e le vite di varj incisori, e pittori della stessa città, Ferrara 1768, in 8.

Cortona

  1. 4188. TARTAGLINI Domenico, Nuova descrizione dell’antichissima città di Cortona, Perugia 1700v, in 4 picc.
  2. 4189. ZUCCHINI Andrea, Alcune notizie odeporiche sulla città di Cortona, Firenze 1803, in 8, fig., M. 54.
    Con una gran carta topografica
    .

Cremona

  1. 4190. PANNI Anton Maria, Distinto rapporto delle dipinture che trovansi nelle chiese della città, e sobborghi di Cremona, Cremona 1762, in 8.
    Cremona ha avuto la fortuna d’essere caduta in buona mani per le sue illustrazionj, l’una più pregiata dell’altra
    .
  2. 4191. ALIO Giuseppe, Le pitture, e le sculture della città di Cremona, Cremona 1794, in 8.

Dresda

  1. 4192. CATALOGUE explicatif des tableaux de la Galérie Royale de Dresde, Dresde 1817, in 12.
  2. 4193. NOUVEAU tableaux de Dresde, Dresde 1818, in 8, ou déscription topographique de cette ville.
    Questo libro è ben fatto e interessante: evvi aggiunta la bella pianta della città
    .

Fano

  1. 4194. CATALOGO delle pitture nella chiesa de’ PP. della Congregazione dell’Oratorio di Fano detto S. Pietro in Valle, Fano 1765, in 12.
  2. 269
  3. 4195. CATALOGO delle pitture nella chiesa de’ PP. della Congregazione dell’Oratorio di Fano,
    lo stesso 1772, in 12
    .

Ferrara

  1. 4196. BAROTTI Cesare, Pitture, e sculture che si trovano nei luoghi pubblici della città di Ferrara, Ferrara1770 , in 8.
    Guida ben fatta con la pianta della città nel fine, ma che per le mutazioni hanno messo sottosopra l’Italia si è resa poco servibile: perciò in luogo di riprodurre questa guida, lodevole pensiere fu il comporre la seguente
    .
  2. 4197. DUE giorni in Ferrara. Guida per il viaggiatore, Ferrara 1819, in 8.
    Questo librettino con molta intelligenza esteso è opera di una dama coltissima, che per modestia si tenne anonima, e vogliamo rispettare il suo silenzio
    .

Fiandra e Paesi Bassi

  1. 4198. Les DÉLICES des Pays Bas ou déscription des XVII Provinces Belgiques, Lieges 1669, in 12, volumi V, figurato.
    Con molte tavole de’ principali edifici di Fiandra, ma con scarsissime notizie per gli oggetti d’arte, estendendosi l’opera molto sulle notizie storiche
    .
  2. 4199. DESCAMPS, Voyage pittoresque de la Fiandre et du Brabant avec des réfléxions rélativement aux arts et quelques gravures, Paris1769 , in 8.
    Vi si trovano incise in rame alcune cattedre per la predicazione le più singolari. Opera estesa con molta accuratezza.
  3. 4200. GUALDO Priorato Galeazzo, Relazione delle provincie unite del Paese Basso, Colonia 1668, in 4 piccolo.
    Libro non comune e ben fatto di un autore distinto e meno conosciuto di quello che merita
    .
  4. 4201. METHODE curieux, et facile pour la connoissance des tableaux, et sculptures, par qui ils son fait, avec l’éxplication du sujet, qu’ils representent, pour la Flandre et le Brabant, Amsterdam 1772, in 12.
    Sono in fine le vite di parecchi pittori fiamminghi cominciando da Rubens, Vandik ec. Ma poi questo libro non insegna altro metodo di quello che trovasi in tutte le guide di città ove sono citate le pitture
    .

Firenze

  1. 4202. BIANCHI Giuseppe, Ragguaglio, e rarità della Galleria di Firenze, Firenze 1759, in 8.
    Questo comprende tutti gli oggetti conservati nella Galle 270 ria, ma le illustrazioni sono estese con una debolissima critica
    .
  2. 4203. BOCCHI messer Francesco, Le bellezze della città di Firenze dove a pieno di pittura, scultura, di templi, di palazzi, i più notabili artifizii e più preziosi si contengono, Firenze 1591, in 8.
    Questo è il primo libro ben fatto che illustrasse le curiosità di Firenze, del quale i begli esemplari per la conservazione sono rari
    .
  3. 4204. CAMBIAGI, Guida per osservare con metodo le rarità e bellezze della città di Firenze, Firenze 1804, in 8.
  4. 4205. CAMBIAGI, Lo stesso, 1798, in 8.
  5. 4206. CARLIERI Carlo Maria, Lo stesso ristretto, 1733, in 12. Tutti co
    loro che vollero restringere e metter le mani nel Bocchi e nel Cinelli per modificarli, non fecero che guastarli
    .
  6. 4207. CARLIERI Jacopo, Ristretto delle cose più notabili di Firenze, Firenze 1757, in 12.
  7. 4208. CINELLI Giovanni, Le bellezze della città di Firenze, Firenze 1677, in 8.
    Aggiunta in fine: La descrizione delle pitture e ornamenti della R. Cappella di S. Lorenzo di Giuseppe Cecchini
    , Firenze 1798, in 8.
  8. 4209. CINELLI Giovanni, Le bellezze della città di Firenze dello stesso. Esemplare più marginoso, e più conservato.
    Quest’opera non è che una giudiziosa e ben fatta ampliazione del Bocchi
    .
  9. 4210. DESCRIZIONE di tutte le pietre, ed ornamenti che si ammirano nella Cappella dei Depositi de’ Gran Duchi di Toscana in S. Lorenzo, Firenze 1761, in 8.
  10. 4211. DESCRIZIONE di tutte le pietre, ed ornamenti, la suddetta, 1767, in 8.
  11. 4212. GUALDO Priorato Galeazzo, Relazione della città di Fiorenza, e del Gran Ducato di Toscana sotto Ferdinando II, Colonia, presso Pietro de la Place, 1668, in 12.
  12. 4213. LASTRI Proposto, L’Osservatore Fiorentino sugli edifici della sua patria, Firenze 1766, in 8, fig., 2 vol. legati in 3.
    Vi sono alcune tavole de’ principali edifici e monumenti, 271 ma le illustrazioni sono dottissime e preziose, e forse non avvi miglior libro per le cose fiorentine. Noi abbiamo indicato il nome, sebbene per modestia od altro motivo l’autore si tenne anonimo.
  13. 4214. MIGLIORE Ferdinando Leopoldo, Firenze, città nobilissima illustrata. Prima, seconda, e terza parte del primo libro, Firenze 1684, in 4.
    Quest’opera non venne mai proseguita più oltre, e sarebbe stata della più grande utilità, poiché ben incominciata, e derivata dalle migliori sorgenti.
  14. 4215. MINI Paolo medico, filosofo, e cittadino fiorentino, Discorso della nobiltà di Firenze, Firenze 1593, in 8. — Aggiuntivi li Avvertimenti, e digressioni sullo stesso discorso, Firenze 1594.
    Prezioso libretto esteso con tutto il sapore del bel dire, e tutto l’accorgimento toscano.
  15. 4216. MORENI Domenico, Descrizione delle tre sontuose Cappelle Medicee nella Basilica di S. Lorenzo, Firenze 1813, in 8.
    Libro assai ben fatto, giudizioso, pieno di critica, e di buone notizie.
  16. 4217. PELLI Bencivenni, Saggio storico sulla Galleria di Firenze, Firenze 1779, 2 vol., in 8.
    Questo rispettabile amatore delle belle arti, e degli studj pose ogni cura in questa buona descrizione storica della Galleria.
  17. 4218. Il REALE Giardino di Boboli nelle sue piante, e nelle sue statue, Firenze, in 4, fig.
    Con 46 tavole intagliate in rame.
  18. 4219. ZACCHIROLI François, Déscription de la Galérie Royale de Florence, a Florence 1783, in 8.
    Questo letterato, che volle occuparsi anche in oggetti d’arte che non capiva, e non poté mai gustare, fu forzato a vedere cogli occhi altrui, e pensare coll’altrui testa, e fece un’opera infelice.

Fontainebleau

  1. 4220. GUILBERT, Déscription historique des châteaux, bourgs, et forestes de Fontainebleau, Paris 1731, in 12, fig., 2 vol.
    Opera scritta con molta accuratezza, con qualche tavola, ma di poca importanza.
272

Forlì

  1. 4221. BEZZI Giuliano, Il fuoco trionfante: racconto della traslazione della Madonna del Fuoco di Forlì, solennizzato nel 1636, stampato in detta città nel 1637, in 4, fig.

Gaeta

  1. 4222. ROSSETTO Pietro, Breve descrizione delle cose più notabili di Gaeta, Napoli 1763, in 8.

Genova

  1. 4223. DESCRIZIONE delle pitture, sculture, e architetture che trovansi in alcune città, borghi, e castelli delle due riviere dello Stato Ligure, Genova 1780, in 8, fig.
  2. 4224. DESCRIPTION des beautés de Gênes, et de ses environs ornée des differentes vûes, et de la carte topografipque de la ville, Gênes 1788, in 8, fig.
    Sonovi 19 tavole intagliate in rame, ed è libro ben fatto, non bramandosi che un miglior ordine nell’esposizione.
  3. 4225. RATTI Giuseppe, Istruzione di quanto può vedersi di più bello in Genova, in pittura, scultura, e architettura, Genova 1766, in 8, fig.
  4. 4226. RATTI Giuseppe, La stessa nuovamente ampliata, e accresciuta dall’autore, Genova 1780, in 8, fig., vol. 2.
    Sono in questa alcune tavole in rame, la pianta della città, e una carta topografica. Il Ratti espurgò da ogni difetto le guide preesistenti, e conosceva profondamente le arti, e le patrie preziosità.
  5. 4227. SAGGI cronologici; ossia, Genova nelle sue antichità ricercata, Genova 1692, in 16.

Leide

  1. 4228. VANDER Pierre, Les delices de Leide, une des célebres villes de l’Europe, Leide 1712, in 8, fig.
    Bellissimo libretto con molte tavole ben intagliate: si osservi in principio che deve esservi una tavola rappresentante gli effetti della fame nell’assedio di Leida, la quale spesso manca negli esemplari.

Lendinara

  1. 4229. BRANDOLESE Pietro, Del genio dei lendinaresi per la pittura, e di alcune pregievoli pitture di Lendinara, Padova 1795, in 8, M. 88.
273

Londra

  1. 4230. BARJAUD et Landon, Description de Londres et ses édifices, a Paris 1810, in 8.
    Guida assai ben fatta con belle tavole in rame, e utile, e comoda ai viaggiatori.

Loreto

  1. 4231. GAUDENTI D. Antonio, Storia delle Santa Casa di Loreto, Loreto 1786, in 8, fig.
    Sono in quest’opera cinque tavole in rame rappresentanti la pianta, e i lati della S. Cappella. I libri che illustrano questo Santuario dovendo servire all’oggetto più della devozione che dell’erudizione, non possono essere estesi con sana critica.
  2. 4232. LUCIDI Antonio, Notizie della Santa Casa di Loreto, Loreto 1789, in 8.

Lucca

  1. 4233. MARCHIÒ Vincenzo, Il forestiero informato delle cose di Lucca, Lucca 1721, in 8.

Mantova

  1. 4234. BOTTANI Giovanni, Descrizione storica delle pitture del Palazzo del Te fuori della porta di Mantova, Mantova 1783, in 8, fig.
    In fronte è il ritratto di Giulio Romano, in fine tre tavole coi prospetti, e la pianta del palazzo.
  2. 4235. CADIOLI Giovanni, Descrizione delle pitture, sculture, e architetture in Mantova e suoi contorni, Mantova 1763, in 8.
    Esemplare in carta grande di dedica. Libro assai ben fatto nella sua semplicità.

Milano

  1. 4236. BIANCONI Carlo, Nuova guida di Milano per gli amanti delle belle arti, e delle sacre, e profane antichità milanesi, Milano 1787, in 12.
    Nessuno era più passionato amatore delle arti di questo autore, che prese nondimeno troppi sbagli in quest’opera.
  2. 4237. DESCRIZIONE della sontuosa cappella detta lo Scurolo di S. Carlo nella Metropolitana di Milano, 1751, in 12.
  3. 4238. DESCRIZIONE della Villa Silva in Cinisello, Monza 1811, in 8.
    Il proprietario della villa è l’estensore dell’opera sui giardini inglesi, ed autore del rimodernamento della sua villa.
    274
  4. 4239. FRIGERIO Pietro Antonio, Distinto ragguaglio dell’ottava meraviglia del mondo, ossia della gran metropolitana dell’Insubria detta volgarmente il Duomo di Milano, Milano 1739, in 8, fig.
    Quantunque annunziato con questo titolo ampolloso all’uso dell’Escuriale di Spagna, il libro è ben fatto, e ricco di notizie, con una pianta generale.
  5. 4240. GRATIOLI Petri bononiensis, De praeclaris Mediolani aedificis, Mediolani 1735, fig., in 4.
    Con 19 tavole in rame. Opera non molto ricca di dottrine per la moltiplicità degli oggetti, ma saviamente concepita.
  6. 4241. ISTRUZIONE intorno alle opere de’ pittori nazionali ed esteri esposte al pubblico nella città di Milano, con qualche notizia degli scultori ed architetti, Milano 1777, in 8.
    Non escì che la prima parte, e non sarebbe cattivo libro se fosse continuato.
  7. 4242. LATTUADA Serviliano, Descrizione di Milano ornata con molti disegni in rame delle fabbriche più cospicue, che si trovano in quella metropoli, Milano 1737 a 1738, in 8, fig., vol. 5.
    Quest’opera è troppo voluminosa, e piena di inutilità, e scritta con poca critica. Le tavole sono a’ luoghi voluti dal testo.
  8. 4243. MORIGIA Paolo, Historia dell’antichità di Milano, divisa in quattro libri, Venezia, appresso i Guerra, 1592, in 4.
    Esemplare con emende manoscritte del p. Allegranza. Aggiuntavi la nobiltà, e progenie dei signori sessanta del Consiglio Generale della città di Milano. Tutte le opere di questo raccoglitor diligente di patrie memorie sono da tenersi in pregio.
  9. 4244. MORIGIA Paolo, La nobiltà di Milano divisa in sei libri, Milano 1595, in 4 pic.
  10. 4245. MORIGIA Paolo, Santuario della città, e diocesi di Milano colle notizie delle chiese, reliquie ec., Milano 1603. Aggiuntavi la raccolta nobilissima di tutte le opere di carità che si fanno nella città di Milano, Milano 1602, in 8.
  11. 4246. MORIGIA Paolo, La nobiltà di Milano aggiuntovi il supplemento di Girolamo Borsieri, Milano 1619, in 8. 275
  12. 4247. MORIGIA, Sommario delle cose mirabili della città di Milano; diviso in due libri, Milano 1609, in 8. —
  13. 4248. NOTIZIE istoriche intorno la miracolosa imagine ed insigne tempio della B. V. M. presso S. Celso, Milano 1765, in 4.
  14. 4249. OPICELLO Monumenta Bibliothecae Ambrosianae, Mediolani 1618, in 8. Interessantissimo e raro libretto per la storia, e le derivazioni delle preziosità ivi custodite, e pervenute.
  15. 4250. TORRE Carlo, Il ritratto di Milano diviso in tre libri, Milano 1674, in 4, fig., edizione prima.
  16. 4251. TORRE Carlo, Lo stesso, edizione seconda, 1714, in 4, fig.
    Opera ben fatta: nella prima edizione trovasi una bella antica carta topografica della città, e la facciata del Duomo di Milano; nella seconda incontransi fra il testo alcune cattive stampe.
  17. 4252. SANTAGOSTINI Agostino, e Giacinto fratelli pittori milanesi, Catalogo delle pitture insigni, che stanno esposte al pubblico in Milano, Milano, in 16, senza anno.
  18. 4253. SORMANI Nicolò, Giornate de’ passeggi, storico-topografico-critici nella città, e diocesi di Milano, Milano 1751, in 8.
    Libro fatto più per gli ecclesiastici, che per gli amatori degli studj, e delle antichità.
  19. 4254. SUPENSI Demetrio, La penna interprete del pennello, ovvero la pittura dell’insigne tempio di S. Alessandro in Milano, Milano 1706, in 12.

Modena

  1. 4255. PAGANI Giovan Filiberto, Le pitture, e sculture di Modena descritte, Modena 1770, in 8.
  2. 4256. BELLEI Domenico, Sposizione delle pitture in muro del Palazzo Ducale di Sassuolo, villeggiatura de’ principi Estensi, Modena 1784, in 8. — Aggiuntavi la Descrizione dei quadri del ducale appartamento di Modena.
  3. 4257. Dall’OLIO Giovan Battista, I pregj del Regio Palazzo di Modena descritti, Modena 1811, in fol., fig.
276

Monaco

  1. 4258. PALLAVICINO Ranucci, I trionfi dell’architettura, nella suntuosa residenza di Monaco, descritti, Augusta 1680, in 8.
    Avanti che il Bianconi nelle sue opere ci desse ragguaglio delle curiosità rinchiuse in quel palazzo questo libro era il migliore per tale oggetto.
  2. 4259. MANNLICH, Notice des tableaux de la Galérie Royale de Munic, Munic 1818, in 8.
  3. 4260. MANNLICH, Notice des tableaux de la Galérie Royale de Schlesheim, Munic 1810, in 8.
    Scritto in tedesco, ove sono molte notizie intorno le antiche pitture di quella R. Galleria.

Moscovia e Russia

  1. 4261. HERBESTAIN barone, Commentarii della Moscovia, e della Russia tradotti dal latino in italiano, Venezia, per Giovan Battista Pederzano, 1550, in 4 pic.
    Con figure nel fine in sei tavole in legno d’attrezzi e cose relative al costume di quei popoli, e una carta topografica. Libro non comune.

Napoli

  1. 4262. BACCO Enrico Alemanno, Il regno di Napoli diviso in 12 provincie, nuovamente corretto, ed ampliato da Cesare Engenio, Napoli 1626, in 8, figurato. Sonovi tutti gli stemmi delle provincie intagliati in legno.
  2. 4263. CELANO Carlo, Notizie del bello, dell’antico, e del curioso della città di Napoli, per li signori forestieri: diviso in tre giornate, Napoli 1758, in 12, fig., vol. 3.
    Il libro è diviso in 10 giornate ciascuna con frontespizio separato come se fossero altrettanti volumi, e con molte tavole intagliate in rame. Opera delle migliori, non sgombra però di molti pregiudizj che s’incontrano nelle antiche tradizioni.
  3. 4264. DESCRIZIONE (breve) di Napoli, e de’ suoi contorni da servire di appendice alla descrizione geografica, e politica delle Sicilie, Napoli 1803, in 8.
    Questo è forse il più comodo, sicuro, e utile libro pel forestiere.
  4. 4265. Di FALCO Benedetto, Descrizione dei luoghi anti 277 chi di Napoli, e del suo amenissimo distretto, Napoli 1589, in 8.
    Libretto raro a trovarsi, ottimo per instituire confronti tra le antiche e moderne guide.
  5. 4266. MORMILE D. Giuseppe, Descrizione della città di Napoli, e delle antichità di Pozzuolo.
    La prima è stampata nel 1670 in Napoli. La seconda nel 1669 in 8 con alcune tavole in legno delle antichità, e una carta topografica dei luoghi.
  6. 4267. D’ONOFRI Pietro, Succinte notizie intorno la facciata della chiesa cattedrale napoletana e l’antica speciosa sua porta, Napoli 1788, in 4, fig., M. 27.
    Con sei grandi tavole in rame.
  7. 4268. PETRINI Paolo, Facciate delle chiese più cospicue di Napoli, tavole 20, in 4 obl., Napoli 1718. — Principali parti della città di Napoli, 21 vedute delle più belle fabbriche, fortezze, e strade. Sono però 26 vedute. — Facciate delli palazzi più cospicui della città di Napoli, tav. 16, legate in un sol volume. Opera di meno che mediocre esecuzione, e poco conosciuta.
  8. 4269. SARNELLI Pompeo, Guida de’ forestieri curiosi di vedere, e di intendere le cose più notabili della città di Napoli, abbellita di vaghe figure da Antonio Bulifon, Napoli 1697, in 12.
    Le tavole sono meno cattive che nelle più moderne ristampe.
  9. 4270. SARNELLI Pompeo, La guida de’ forestieri per Pozzuoli, Baja, Cuma, Miseno, Gaeta, ed altri luoghi, Napoli 1784, in 12, fig.
    Con diverse tavole in rame fra il testo di mala esecuzione.
  10. 4271. SIGISMONDO Giuseppe, Descrizione della città di Napoli, e suoi borghi, vol. 3, in 8, Napoli 1788 e 1789.
    Autore che si è esteso troppo, e troppo poco; ma che contiene una quantità di notizie ottime.
  11. 4272. VIVENZIO Nicola, Delle antiche provincie del Regno di Napoli da Carlo I d’Angiò, fino al Re Cattolico Carlo III, Napoli 1811, in 4.
278

Orvieto

  1. 4273. ANTAMORI Francesco, Notizie istoriche dell’antica presente cattedrale d’Orvieto, Roma 1781, in quarto.

Padova

  1. 4274. BRANDOLESE Pietro, Pitture, sculture, e architetture di Padova nuovamente descritte, Padova 1795, in 8.
    Questa è un’ottima guida divenuta ormai rara.
  2. 4275. Le due CHIESE di S. Antonio, e di S. Giustina, l’Orto dei Semplici, l’Accademie ec., Padova 1767, in 12.
    Operetta in iscorcio, e troppo superficiale.
  3. 4276. DESCRIZIONE dell’idea concepita ed effettuata dal cavalier Andrea Memmo, sul materiale del Prato della Valle in Padova, estesa da D. Vincenzo Radicchio veneziano, Roma 1786, in 4, M. 15.
    Questa è una dotta e singolare operetta anonima sempre satirica del padre Lodoli, che sostenne il lodevole progetto del Memmo contro mille divergenti opinioni.
  4. 4277. MOSCHINI Giovan Antonio, Guida per la città di Padova all’amico delle belle arti, Venezia 1817, in 8, fig. — Aggiuntavi una Lettera in giustificazione di alcune censure su questa guida, 1818.
  5. 4278. MOSCHINI Giovan Antonio, Breve guida all’amico delle belle arti per la città di Padova, 1817, in 12.
    Estratta dall’opera più estesa pubblicata nello stesso anno dal medesimo autore.
  6. 4279. ROSSETTI Giovan Battista, Il forestiero illuminato per le pitture, sculture, e architetture della città di Padova, Padova, in 12, 4 edizione ampliata. — Aggiuntavi: La guida del forestiero nella Basilica di S. Antonio, ampliata da Pier Luigi Corradi Bianchi, Venezia 1768.
  7. 4280. STORICA dimostrazione della città di Padova nelle parti principali con note, e critiche osservazioni, Padova 1767, in 12, fig.
    In questo libretto con accorgimento vennero riunite molte nozioni, e operette sparse che illustrano le cose pregievoli della città.
    279
  8. 4281. De la VALLE fra Guglielmo, Delle pitture del chiostro maggiore di S. Giustina in Padova, lettera in 8. PARIGI
  9. 4282. ANTONINI M. l’Abbé, Mémorial de Paris, et des ses environs à l’usage des voyageurs, Paris 1734, in 12.
    Quest’opera è così ristretta, che non supplisce all’oggetto di istruire il viaggiatore.
  10. 4283. DÉSCRIPTION des environs de Paris avec des figures en taille douce, Paris 1742, in 12, fig.
  11. 4284. DUBOIS Fr. de S. Gelais, Déscription des tableaux du Palais Royal, avec la vie des peintres à la tête de leurs ouvrages, Paris 1727, in 12.
    Il libro apparisce di autore anonimo, ma il nome che qui si espone è verificato in diversi autori, e fra gli altri nella tavola degli scrittori del T. V. del P. Le Long al nome Dubois.
  12. 4285. ÉXPLICATION des ouvrages de peinture et sculpture de l’École moderne de France exposée dans le Musée Royale du Luxembourg, Paris 1818, in 8.
  13. 4286. FELIBIEN, Recueil des déscriptions des peintures et autres ouvrages faites pour le Roy, Paris 1682, in 12, fig.
    Libretto elegantissimo in mar. dor. ove sono due bei ritratti del re, e della regina. Contiene le descrizioni delle 8 tappezzerie di le Brun, dell’Arco alla piazza del Delfino, della famiglia di Dario dipinta per gabinetto reale, la descrizione delle feste, e della villa di Versailles, e un romanzetto allegorico in fine intitolato Le songe de Philomathe ec.
  14. 4287. FELIBIEN des Avaux, Déscription de la nouvelle église de l’hôtel royal des Invalides, Paris 1706, in 18, fig.
    Operetta benissimo stampata con molte diligenti tavole in fine, e comoda, e ristretta per chi voglia esaminare quel bellissimo stabilimento.
    n
  15. 4288. Le GRAND I. G. et Landon C. P., Description de Paris; et de ses édifices: seconde édition avec 18 planches nouvelles, Paris 1818, vol. II, in 4, fig.
    Operetta che contiene più di cento tavole ben disegnate ed incise, e istruttiva ad un tempo e aggradevole.
  16. 4289. Les RARETÉS qui se vojent dans l’Église Royale de St. Dénys. 280 — Inventaire du trésor de St. Dénys. — Denombrément tant des corps des Saints, que des ceux Rois, etc. dont les tombeaux sont dans la même Église. Les trois opuscoles réunis, Paris 1715, en 8.
    Libretto che crebbe in pregio per le vicende subite da quel tempio.
  17. 4290. PARIS, et ses curiosités avec une notice historique, et déscriptive des environs de Paris, nouvelle édition, Paris 1804, in 12, 2 vol.
    Questa è una ristretta, ma comoda guida di Parigi.
  18. 4291. THIERY, Guide des amateurs, et des étrangers à Paris, Paris 1787, en 12, 2 vol., fig.
    Poteva per una guida esser più conciso, ma è libro ben fatto per scorrere le curiosità.
  19. 4292. VOYAGE pittoresque des environs de Paris ou déscription des maisons royales, châteaux etc. par M. de *…, troisieme édition, Paris 1768, in 8.
  20. 4293. NOTICES des desseins originaux, tableaux, statues et autres objets trasportes d’Italie en France, vol. 14, in 12.
    In differenti epoche uscivano questi piccoli volumetti a Parigi, secondo le varie esposizioni, e sono qui riuniti dal 1796 in poi.

Parma

  1. 4294. AFFÒ Ireneo, Il parmigiano servitor di piazza. Ovvero dialoghi di Frombola, Parma 1796, in 8.
    Questo frate aveva molto gusto per le cose dell’arte, e i suoi giudizj sono dati con criterio.
  2. 4295. RUTA Clemente, Guida ed esatta notizia ai forestieri delle più eccellenti pitture di Parma, Parma 1739, in 12.
    Raro a trovarsi, e non senza pregio.
  3. 4296. SANSEVERINI C. Alessandro, Il parmigiano istruito delle notizie della sua patria. Almanacco istorico cronologico in 2 vol., I tomo, Casal Maggiore 1778, in 12.
    Libro utile e comodo che non fu ristampato.

Pavia

  1. 4297. BREVENTANO Stefano, Istoria dell’antichità, no 281 biltà, e cose notabili di Pavia, Pavia 1570, in 4 piccolo.

Perugia

  1. 4298. COSTANTINI Costantino, Guida al forestiere per l’augusta città di Perugia, Perugia 1784, in 8, figurato.
    Con cattive tavole in rame. Libro esteso con zelo di amor patrio, e mediocre istruzione.
  2. 4299. CRISPOLTI Cesare, Perugia Augusta descritta, Perugia 1648, in 4 pic.
    In questo volume si dà conto più della storia che dei monumenti.
  3. 4300. DESCRIZIONE della chiesa di S. Francesco di Perugia, raccolte da un religioso dello stesso ordine, Perugia 1787, in 12.
  4. 4301. DESCRIZIONE delle pitture di S. Pietro di Perugia, Perugia 1774, in 12.
  5. 4302. DESCRIZIONE delle pitture di S. Pietro di Perugia, la stessa, 1778, in 12.
  6. 4303. ORLANDI Cesare, Descrizione storica della chiesa di S. Domenico in Perugia, Perugia 1788, in 4.
  7. 4304. ORSINI Baldassare, Dissertazione sull’antico tempio di S. Angelo vicino alla porta della città di Perugia, Perugia 1792, in 12, fig.

Pesaro

  1. 4305. LAZZARINI Andrea, Catalogo delle pitture che si conservano nelle chiese di Pesaro, Pesaro 1783, in 8. PESCIA
  2. 4306. CRESPI canonico Luigi, Descrizione delle pitture, sculture, e architetture della città, e subborghi di Pescia nella Toscana, Bologna 1772, in 8.

Piacenza

  1. 4307. CARASI Carlo, Le pitture pubbliche di Piacenze, Piacenza 1780, in 8.

Pisa

  1. 4308. CIAMPI Sebastiano e altri, Diatribe letterarie sulla Pisa illustrata. Cominciasi colle osservazioni sopra l’opera del Morrona che ha per titolo la Pisa illustrata, Pisa 1812, in 8, fig., M. 34, con quattro tavole in rame. 282 CIAMPI, Appendice alle osservazioni sull’opera del Morrona, Pisa 1812. — Poche parole intorno al libello intitolato appendice alle osservazioni; estratto da un Giornale letterario. — Corollario all’Istoria del risorgimento delle belle arti toscane, 1812. — Interpretazione antica di alcune iscrizioni pisane sostenuta e confermata contro la nuova d’un moderno scrittore. — Il tempio pisano, e il risorgimento delle belle arti restituiti alla vera epoca, Pisa 1812, dell’abate Tempesti. — Deputazione sulla conservazione de’ monumenti pisani, M. 34.
  2. 4309. DESCRIZIONE della città di Pisa per servire di guida al viaggiatore, Pisa 1792, in 8.
    Fatta per supplire alla troppo voluminosa guida del Morrona con una pianta della città.
  3. 4310. MORRONA Alessandro, Pisa illustrata nelle arti del disegno, Pisa 1787, in 8, vol. 3.
    Opera utilissima, ornata di molte tavole in rame.
  4. 4311. MORRONA Alessandro, Compendio di Pisa illustrata, fatto dal medesimo autore, Pisa 1798, in 8, fig.
  5. 4312. MORRONA Alessandro, Pisa illustrata nelle arti del disegno, 2 edizione piena di note marginali manoscritte dell’incisore veneziano Carlo Lasinio, vol. 3, fig., in 8.
  6. 4313. TITI Pandolfo, Guida pel passeggiere dilettante di pittura, scultura, e architettura nella città di Pisa, Lucca 1751, in 8. I molti cambiamenti seguiti non rendono questa guida di molta utilità.

Pozzuolo

  1. 4314. D’ANCORA, Guide du voyageur pour les antiquités de Pouzol, et des environs, traduit de l’italien par Manville, Naples 1792, in 8, fig.
    Libretto assai ben fatto, con molte notizie estratte da buoni autori, e molte mediocri stampe collocate fra il testo.
  2. 4315. CAPACCIO Giulio Cesare, La vera antichità di Pozzuolo descritta, Roma 1652, in 8, fig.
    Non comune è a trovarsi; è libro ricco d’una farragine di notizie, e manca di buona critica unicamente.
    283
  3. 4316. FARINA Antonio, Compendio delle cose più curiose di Napoli, e di Pozzuoli, Napoli 1676, in 8.
  4. 4317. MAZELLA Scipione, Sito e antichità della città di Pozzuolo e del suo amenissimo distretto, Napoli 1591, in 8, con alcune tavole intagliate in legno. — Aggiuntovi: Opusculum de balneis puteolorum etc.
    Elegante libretto per le sue erudite notizie.
  5. 4318. MAZELLA Scipione, Lo stesso aumentato e ricorretto dall’autore, Napoli 1595, e coll’opuscolo de balneis, 1593, in 8.
  6. 4319. PARRINO Antonio, Nuova guida de’ forestieri per le antichità di Pozzuoli, ed isole adjacenti, Napoli 1751, fig., in 12.
  7. 4320. PARRINO Antonio, Nuova guida de’ forestieri per la città di Napoli, 1751, fig., in 12.
    Con alcune cattive tavole in rame: opera mediocre assai, dettata senza critica, e con poco criterio.
  8. 4321. VILLAMENA Franciscus, Ager puteolanus, sive prospectus ejusdem insigniores, illustriss. Antonio Roccio optime de se merito, Romae 1620, in 8, figurato.
    Un frontespizio, un avviso al lettore, e 24 tavole, il tutto intagliato in rame, costituiscono il volumetto di mediocre merito, quantunque raro.

Ravenna

  1. 4322. BELTRAMI Francesco, Il forestiero istruito delle cose notabili di Ravenna, e delle suburbane, Ravenna 1791, in 8.
    Questa è una buona e ragionevole guida.
  2. 4323. CORONELLI P., Ravenna ricercata, antica e moderna, accresciuta di memorie, ed ornata di copiose figure, in 4 obl.
    Con molte cattive tavole come in tutte le opere del Coronelli, e con una farragine di nozioni con poca critica e poco ordine disposte.
  3. 4324. SPRETI Desiderii ravennatis, De amplitudine, de vastatione, et de instauratione urbis Ravennae, Venetiis, per Matheum Capcasam, 1489, in 8.
    D’incontro al titolo è una lettera di Giacomo Franco ravennate diretta a Niccolò Foscari patrizio veneto. Lo Spreti 284 poi con altra dedica intitola il suo libro a Giovan Antonio Marcello patrizio veneto.
  4. 4325. SPRETI Desiderio, Della grandezza, della ruina, e della ristaurazione di Ravenna, tradotta da Bonifacio Spreti discendente del primo, Pesaro 1574, in 8.
  5. 4326. ZIRARDINI Antonio, Degli antichi edifizj profani di Ravenna libri due, Faenza 1762, in 8.

Reggio

  1. 4327. BREVE descrizione del tempio della B. V. della Ghiara in Reggio, 1822, in 8.

Rieti

  1. 4328. ANGELOTTI Pompeo, Descrizione della città di Rieti, Bologna 1635, in 4 pic.
    Libro assai dottamente concepito ed esteso, non comune a trovarsi, e magnifico esemplare in vitello.

Rimino

  1. 4329. ADIMARI Rafaelle, Sisto riminese, ove si tratta della città e sue parti, e in particolare di tutte le chiese, antichità ec., Brescia 1616, in 4, fig.
    Con due gran tavole in legno. Opera eruditissima
    .
  2. 4330. COSTA Giovan Battista, Il tempio di S. Francesco di Rimino, Lucca 1765, in 12.
  3. 4331. MARCHESELLI, Pitture delle chiese di Rimino descritte, Rimino 1756, in 8.

Roma

— Le guide di Roma si vedano fra le Antichità romane.

Rovigo

  1. 4332. BARTOLI Francesco, Pitture, sculture, e architetture della città di Rovigo, Venezia 1793, in 8.
    Questo diligente illustratore stette molti anni in ogni città o terra da lui scelta a dimora, e gli piacque di pubblicare di ognuna i suoi fasti. Quanto a questa guida benissimo fatta, non è a tacciarsi l’autore che di troppa prolissità per piacer meglio agli abitanti con un più grosso volume. Vi sono il prospetto, e la pianta della città.

Sicilia

  1. 4333. BRYDON, Voyage en Sicilie, et à Malte, traduit de l’anglais par Demeunier, 2 vol., Amsterdam 1776, in 12. Libro ben fatto, e utile, ed una delle migliori guide per quel paese.
  2. 285
  3. 4334. LEANTI Arcangiolo, Lo stato presente della Sicilia accresciuto con alcune notizie delle isole adiacenti, Palermo 1762, vol. 2, in 8, fig.
    Con molte tavole intagliate in rame, operetta ove sono molte buone memorie, e non spregievole.

Siena

  1. 4335. FALUSCHI Gioachimo, Breve relazione delle cose notabili della città di Siena, Siena 1784, figurato, in 12.
    Le tavole poche e infelici non rendono l’idea delle insigni opere che si osservano in questa città.
  2. 4336. PECCI Giovan Antonio, Ristretto delle cose più notabili della città di Siena ad uso dei forestieri, Siena 1759, in 12, fig.
    Sono poche, e cattive stampe.
  3. 4337. PIANIGIANI Giacomo, Il duomo di Siena descritto per commodo dei forestieri, Siena 1760, in 8.
    Libro da rifarsi giacché il soggetto dà luogo ad un’opera di qualche importanza.

Somma

  1. 4338. MAJONE Domenico, Descrizione della città di Somma, Napoli 1703, in 4 pic.

Spagna

  1. 4339. CONCA D. Antonio, Descrizione odeporica della Spagna, Parma 1793 al 1797, vol. IV, in 4 pic.
    Libro ben eseguito sulle tracce segnate da prima dal d. Antonio Ponz, cosicché questa può dirsi un’opera estratta dalle precedenti.
  2. 4340. DESCRIPCION y breve explicacion de las estatuas Fuentes y Jarrones de los Reales Jardines del Sitio de S. Idelfonso par D. A. C. D. R., in 8, M. 71.
  3. 4341. PONZ D. Antonio, Viage de Esapania, Madrid 1788 al 1794, tomi 18, in 8, fig.

Suisse

  1. 4342. DÉLICES de la Suisse, ou déscription hélvetique des treize Cantons Suisses, et des leurs alliés, édition corrigée, et augmentée par diverses auteurs celebres, Bâsle 1776, in 12, vol. IV, fig.
    Sonovi molte tavole in rame non male eseguite.
  2. 4343. DÉLICES de la Suisse. Guide du voyageur en Suisse, a Lausanne 1794, in 8.
286

Trevigi

  1. 4344. RIGAMONTI Ambrogio, Descrizione delle più celebri pitture di Trevigi, Trevigi 1767, in 12.

Torino

  1. 4345. CRAVERII G. G., Guida dei forestieri per la real città di Torino, 1735, in 8, fig.
  2. 4346. De’ ROSSI Onorato, Nuova guida per la città di Turino, Turino 1781, in 12.

Urbino

  1. 4347. LAZARI Andrea, Delle chiese di Urbino, e delle pitture in esse esistenti, Urbino 1701, in 8.

Venezia

  1. 4348. BARDI Girolamo, Delle cose notabili della città di Venezia, coll’aggiunta della dichiarazione delle storie dipinte nel Palazzo Ducale, Venezia, Valgrisio, 1587, in 8.
  2. 4349. BARDI Girolamo, Dichiarazione di tutte le storie, che si contengono nei quadri posti nuovamente nelle sale dello Scrutinio, e del Gran Consiglio nel Palazzo Ducale di Venezia, Venezia 1606, in 8. Vedi anche Loredano Francesco.
  3. 4350. BOSCHINI Marco, Le miniere della pittura, compendiosa informazione di Marco Boschin, Venezia 1664, in 12.
  4. 4351. BOSCHINI Marco, Le ricche miniere della pittura veneziana; seconda impressione con nuove aggiunte, Venezia 1674, in 12.
    Esemplare prezioso con molte buone aggiunte manoscritte nel principio, e nel fine.
  5. 4352. BREVI notizie della chiesa e del monastero di S. Zaccaria in Venezia, 1800, in 4, M. 6.
    L’anonimo di questo libretto è l’abbate Nocchi camaldolese.
  6. 4353. CORONELLI P., Guida de forestieri sacro-profana per osservare il più ragguardevole della città di Venezia, Venezia 1706, in 16.
  7. 4354. CORONELLI P., La stessa, Venezia 1713, in 16.
  8. 4355. CORONELLI P., La stessa, Venezia 1724, in 16.
  9. 4356. CORONELLI P., La stessa, Venezia 1744, in 16.
  10. 4357. CORONELLI P., Procuratori di S. Marco ragguardevoli per lo 287ro dignità e meriti, colla loro origine, e cronologia descritti, Venezia 1705, in 12.
    Quaranta edizioni almeno si fecero della guida del Coronelli in prova della povertà di critica in cui si trovava il mondo allora, e della prevenzione che in favore di questo laboriosissimo frate esisteva, sebbene non avesse ombra di gusto.
  11. 4358. CORONELLI, Arme, blasoni, o insegne gentilizie delle famiglie patrizie esistenti nella Repubblica di Venezia, in 16, fig.
    Utilissimo libretto per la ricognizione d’una quantità di monumenti, i quali per tutta iscrizione non hanno che gli stemmi.
  12. 4359. DELLE cose notabili che sono in Venezia, libri due, Venezia, presso Francesco Rampazzo, 1565, in 12.
    Questa è una delle antiche guide eseguita non senza accorgimento, ma che cedé il luogo quando il Boschini pubblicò le sue Ricche miniere: è stesa a modo di dialogo.
  13. 4360. DELLE cose notabili della città di Venezia, libri due, Venezia 1583, in 8. — Aggiuntovi: Discorso del magnifico S. Ugoni bresciano dell’eccellenza, e dignità di Venezia, 1562. — L’avvocato: dialogo nel quale si discorre tutta l’autorità dei Magistrati di Venezia colla pratica delle cose giudiziali del Palazzo, Venezia 1576. — In fine il sommario di tutte le leggi in materia delli beni inculti: per Grifio, 1559.
  14. 4361. DESCRIZIONE di tutte le pitture pubbliche di Venezia, ossia rinnovazione delle Ricche miniere del Boschini, Venezia, presso Pietro Bassaglia, 1733, in 8.
    Libro assai ben fatto, e una delle migliori guide di Venezia, con molte buone notizie intorno gli artisti, ed è una stessa cosa che le Miniere del Boschini ampliate.
  15. 4362. DIALOGO di tutte le cose notabili, che sono in Venezia, tra un viniziano, ed un forestiero, per Domenico Franceschi, 1568, in 8.
  16. 4363. DOGLIONI Niccolò, Le cose notabili, e maraviglio 288 se della città di Venezia, ampliate da Zuane Zitio, Venezia 1666, in 12.
    Guida non ispregievole stesa a modo di dialogo, che è una ristampa ampliata della guida pubblicata dal Rampazzetto nel 1565.
  17. 4364. FILOSI Giuseppe, Relazione istorica del campanile di S. Marco, Venezia 1745, in 8.
  18. 4365. Il FORESTIERE illuminato intorno le cose più rare, e curiose di Venezia, Venezia 1796, in 8, fig.
    Sono in questa guida le sue piccole tavole, mediocri però di esecuzione. Il libro fu parecchie altre volte impresso.
  19. 4366. FORMALEONI Vincenzo, Venezia illustrata colle vedute più cospicue, e le fabbriche più notabili rappresentate in 25 tavole con descrizione, Venezia 1791, in 4 oblongo.
    Non è da tenersi in gran pregio per l’infedeltà, e la mancanza di gusto nelle tavole, meno quelle che logore e ritoccate riprodusse tratte dal teatro delle fabbriche più cospicue pubblicato dall’Albrizzi e intagliato da Francesco Zucchi.
  20. 4367. GOLDIONI Leonico, Le cose maravigliose dell’inclita città di Venezia, Venezia 1603, in 8.
    Questa è una ristampa di quella guida, che si cita più sopra a maniera di dialogo al numero 4362.
  21. 4368. LOREDANO Francesco, Vita di Alessandro III Pontefice Massimo, Venezia, 1637, per il Sarzina, in 8. — Aggiuntavi: La vittoria navale ottenuta dalla Repubblica Veneziana contro Ottone figliuolo di Federico I Imperatore; e la restituzione di Alessandro III venuto a Venezia, descritta da Girolamo Bardi fiorentino, Venezia, presso Francesco Ziletti, 1585.
    Libri utilissimi per la spiegazione delle pitture riguardanti i fasti patrj, che si vedono nel Palazzo Ducale di Venezia.
  22. 4369. LUCCHINI Antonio Maria, La nuova regia sull’acque nel Bucintoro nuovamente eretto per la festa dell’Ascensione colle decorazioni dello scultore Antonio Corradini, Venezia 1729, in 8.
    Questi libretti di memorie venete conserveranno alle posteriorità interessantissime notizie, e diverranno preziosi monumenti di patria storia.
    289
  23. 4370. MARTINELLI Domenico, Il ritratto di Venezia, diviso in due parti, Venezia 1683, in 12.
    Professa l’autore d’essersi servito delle migliori guide come lo Stringa, il Bardi, il Sansovino col Martignoni, e il Boschini. L’opera non è in fatti spregevole.
  24. 4371. MEMORIE intorno l’antichissima Scuola della Madonna de’ Mascoli, eretta nella ducale basilica di S. Marco, Venezia 1778, in 8.
  25. 4372. MOSCHINI Giovan Antonio, Guida per l’isola di Murano, Venezia 1808, in 8.
  26. 4373. MOSCHINI Giovan Antonio, Guida per la città di Venezia, vol. 2, Venezia 1815, in 12.
    Libro ben fatto, cercandosi dallo zelante autore d’illustrare tutte le cose che erano rimaste oscure per incuria de’ suoi predecessori con alcune passabili tavole in rame.
  27. 4374. MOSCHINI Giovan Antonio, Itinéraire de la ville de Venise et des iles circonvoisines, Venise 1819, in 8, fig.
    Per maggior comodo de’ viaggiatori l’autore restrinse la sua guida pubblicata nel 1815 e la fece tradurre in cattiva lingua francese.
  28. 4375. MOSCHINI Giovan Antonio, Ragguaglio delle cose notabili nella chiesa e nel seminario patriarcale di S. M. della Salute in Venezia, 1819, in 8.
  29. 4376. PITTURA veneziana (della). Trattato in cui osservasi l’ordine del Busching, e si conserva la dottrina, e la definizione del Zanetti, Venezia 1797, 2 vol. legati in un tomo, in 8.
    Ottimo libretto ben epilogato dalle pure sorgenti donde deriva.
  30. 4377. RELAZIONE della città, e Repubblica di Venezia, in Colonia , presso Pietro Martello, 1672, in 12.
    Porta questo libretto la data di Colonia, poiché è parlato in esso delle cose di Stato, che non si potevano render pubbliche senza difficoltà di censure.
  31. 4378. Il RITRATTO, ovvero le cose più notabili di Venezia diviso in due parti, ampliato colla relazione delle fabbriche pubbliche, e private dal 1682 al 1704, da D. L. G. S. U., Venezia 1705, in 12.
  32. 4379. SANSOVINO Francesco, Venezia città nobilissima, e singolare descritta in 14 libri, Venezia, presso Jacopo Sansovino, 1581, in 4, prima edizione. 290
  33. 4380. SANSOVINO Francesco, La stessa descritta dal Sansovino colle aggiunte del Martignoni, e dello Stringa, Venezia 1663, in 4.
    Questa è la miglior illustrazione di Venezia non senza errori, ma almeno desunta da buone fonti. In questa ultima edizione le aggiunte sono importanti, ma sarebbe da rifarsi con note d’un altro genere che facessero conoscere cosa fu, e cosa sia al presente.
  34. 4381. TEATRO delle fabbriche più cospicue in prospettiva, sì pubbliche, che private della città di Venezia, per Giovan Battista Albrizzi, in 4 oblongo.
    Quest’operetta in 45 tavole compresa, una bella pianta di Venezia in piccolo, è assai ben fatta: e molto preferibile a quella del Formaleoni. Francesco Zucchi fu l’intagliatore.
  35. 4382. TEMANZA Tommaso, Antica pianta dell’inclita città di Venezia delineata circa la metà del XII secolo, dissertazione topografica storico-critica, Venezia 1781, in 4, fig.
    Colla tavola della pianta. Libro pieno di preziose notizie tratte dagli archivj.
  36. 4383. VIAGGIO di Venezia al Santo Sepolcro et al Monte Sinai più copiosamente scritto degli altri, con disegni di paesi, città, porti, chiese, et altri luoghi, Venetia, presso gli eredi di Luigi Valvassori, 1587.
    Tutto ciò di cui si parla è intagliato in legno nella più goffa maniera. Libro dei più strani, e curiosi.
  37. 4384. La VILLE, et la République de Venise par D. S. D., Paris 1680, in 12.
    Libretto curioso e interessantissimo, ove è parlato delle cose politiche di Venezia, e de’ suoi monumenti con quella franchezza che allora non era comune.

Verona

  1. 4385. MAFFEI Scipione, Compendio della Verona illustrata ad uso dei forestieri. Coll’aggiunta del Museo Lapidario, Verona 1795, in 8, fig.
    Eccellente libro colle tavole tolte dalla grand’opera, e piegate adattandole alla forma di grande ottavo, ma per una guida del viaggiatore è troppo copiosa ed incomoda.
  2. 4386. MARINI Giuseppe, Indicazione delle chiese, pitture, e fabbriche della città di Verona, Verona 1797, in 8, fig.
    Avvi in principio la pianta della città, e gli impercettibili 291 cenni intorno le pitture lasciano più voglia di sapere e cercare le cose, di quello che soddisfazione di aver trovato quello che realmente non è raccolto nel libro di 50 pagine.
  3. 4387. RICREAZIONE pittorica, ossia notizia universale di tutte le pitture di Verona esposta da un incognito. Divertimento pittorico al dilettante passeggiere, che contiene le pitture della diocesi, parte seconda, Verona 1720, in 16.
    Quest’operetta è fatta da un anonimo, e non manca di essere utile, e interessante.
  4. 4388. VALERINI Adriano, Le bellezze di Verona, nuovo ragionamento, Verona 1586.
    Questo libretto benissimo stampato da Girolamo Discepoli è sommamente interessante, perché ripieno di trattati di insigni autori, e non è un’arida guida, ma un’operetta istruttiva e piacevolissima. Non è però punto facile a trovarsi.

Versailles

  1. 4389. Le CICERONE de Versailles, ou l’indicateur des objets curieux de cette ville, Versailles 1813.
  2. 4390. La DESCRIPTION du château de Versailles, Paris 1685, in 16, fig.
    Libretto elegante colle tavole di Schoonebech.
  3. 4391. PIGANIOL de la force. Nouvelle déscription des châteaux, et parcs de Versailles, et de Marly, 2 vol., in 12, Paris 1764, fig.
    Questa chiara, e ordinata descrizione è opera d’un uomo istrutto nelle arti, ed è fatta a dovere, con molte tavole che servono a illustrarla.

Vicenza

  1. 4392. BOSCHINI Marco,
    I giojelli pittoreschi, virtuoso ornamento della città di Vicenza
    , Vicenza 1776, in 12.
    Librettino anche più raro che non sono le Ricche miniere.
  2. 4393. VENDRAMINI Mosca Francesco, Descrizione delle architetture, pitture, e sculture di Vicenza, parti due legate in un volume, Vicenza 1779, in 8, fig.
    Questo libro è ben fatto, ed esaurisce esuberantemente l’oggetto, essendovi aggiunti anche 40 disegni stampati in rame con bastevole gusto delle migliori fabbriche palladiane.

Vienna

  1. 4394. BORMASTIN Antoine, Déscription historique de la 292 ville de Vienne, et de ses fauxbourgs, Vienne 1719, in 8.
    Questo libro francese e tedesco è fatto a modo di dialogo e interessante per le comparazioni con le guide più moderne.
  2. 4395. De FREDDY Gian Luigi, Descrizione della città, sobborghi, e vicinanze di Vienna, divisa in tre parti, Vienna 1800, vol. 2, in 8.
    Prolissa descrizione e piena di inutilità.
  3. 4396. PEZZI Jean, Vienne, et ses environs precedée d’un precis historique sur cette ville, 4me edition revue et augmentée, 1818, in 16.
    Questo libro è fatto secondo il bisogno de’ viaggiatori, ed è utile, conciso, chiaro, sebbene le sue opinioni tendano a lodar tutto, per rendersi accetto, con poca libertà ne’ suoi giudizj.

Viterbo

  1. 4397. MARIANI Francesco, Breve notizie delle antichità di Viterbo, Roma 1730, in 4. — Aggiuntavi in fine: Francisci Mariani pro Annio Viterbiensi oratio, Romae 1732.
  2. 4398. MARIANI Francesco, Breve relazione dell’antichità di Viterbo. Aggiunto il discorso latino pro Annio Viterbiensi, 1732. — E in fine: il discorso d’un Accademico Ardente in risposta al signor Filarete sopra l’Umbria di Toscana all’eruditissimo Muratori, Roma 1742, in 4.