The Digital Cicognara Library

106

Erudizione varia

  1. 3161. ALEANDRO Hieronimo junior, Antiquae tabulae marmoreae solis effigie symbolisque exculptae accurata explicatio, Romae 1616, in 4, M. 45.
    Con due tavole in rame e vari monumenti intagliati in legno riportati fra il testo.
  2. 3162. ALIGERI Francisci Dantis III filii, Dialogus alter de antiquitatibus Valentinis ex eod. memb. sec. XVI nunc primum in lucem editus a Jo. Cristoph. Amadutio, Romae 1773, in 8, M. 61.
  3. 3163. ALLEGRANZA Giuseppe domenicano, Opuscoli eruditi, latini ed italiani, raccolti e pubblicati da Isidoro Bianchi, Cremona 1781, in 4, fig.
    Con diverse tavole poste d’incontro ai relativi opuscoli intagliate così barbaramente, che riesce quasi impossibile il fare sovra di esse l’applicazione del testo. Aggiuntovi l’elogio storico di Claudio Fromond scritto da d. Isidoro Bianchi.
  4. 3164. ALMELOVEEN Theodorus I., Amoenitates theologico-philologicae in quibus varia S. Scripturae loca, ritus prisci, et inedita quaedam Erasmi Bochartii etc., Amstelodami 1594, in 8, M. 72.
  5. 3165. ALMELOVEEN Theodorus I., Syllabus plagiariorum. Accedit Henrici Sypesteinii de Plagiariis epistola, Amstelodami 1694, in 8, M. 72.
  6. 3166. ARDUINO P. Gio. sub nomine Eumenii Pacati, Ad totius Europae antiquarios utrum laurea concedenda? 2 foglietti fig. M. 20.
  7. 3167. AZARI Giuseppe Antonio, Marmo taurobolico locarnese; ossia dissertazione su d’una tavola marmorea esistente in Locarno, ove è scolpita a basso rilievo una testa di toro con festoni senza alcuna iscrizione; dissertazione, Milano 1795, in 8.
    Col basso rilievo intagliato in rame. Memoria superficiale.
  8. 3168. BALASSA Francisci, Casulae Sancti Stephani regis 107 Hunghariae vera imago, et expositio, Viennae 1754, in 4, fig.
  9. 3169. BANDINI Angelo Maria, In antiquam tabulam eburneam sacra quaedam I. C. Misteria exhibentem, Florentiae 1746, in 4, fig., M. 29.
    Con due tavole intagliate in rame.
  10. 3170. BARTOLI Giuseppe, L’antro Eleusino rappresentato in un greco antico basso rilievo del Museo Nani e spiegato col paragone del 6 libro delle Eneide di Virgilio, 1761, in 4, fig., M. 77 e 78.
    Con una tavola intagliata in rame.
  11. 3171. BARTOLI Giuseppe, Tre ragionamenti intorno al dittico Quiriniano, Parma 1747, in 4, fig., M. 93 e 98.
    Si difende in questo libro l’antichità del dittico contro il Maffei e se ne confuta una spiegazione falsa, con un poemetto sul Vero dell’abate Frugoni. Sono le tavole del dittico al fine: ma dovunque questo monumento venne disegnato e intagliato, lo fu sgraziatamente il più delle volte con poca fortuna.
  12. 3172. BARTHOLINI Thomae, De unicornu observationes novae. Secunda editione auctiores et emendatiores editae a filio Casparo Bartholino, Amsterdam 1678, in 12.
    Con 24 tav. in rame ed una stampata assieme al testo. Il frontespizio è inciso da Ro. de Hoaghe.
  13. 3173. BEROSO sacerdote caldeo, I cinque libri dell’antichità con lo commento di Giovanni Annio da Viterbo, tradotti in italiano da Pietro Lauro, Venezia, per Baldissera Costantini, 1550, in 8.
    Questo è il titolo di uno di quei tanti autori simulati, che produsse fra Giovanni Annio da Viterbo, i quali trovansi anche riuniti nel libro (vedi) Antiquitatum variarum auctores, Lug. 1552, in 16. Questo libro fu dedicato col mezzo dello stampatore al procuratore di S. Marco Vittor Grimani, quando fu recato in lingua italiana e dietro al frontespizio sta appunto l’elenco di tutte le opere immaginate da questo dottissimo impostore e qui riunite.
  14. 3174. BERTOLDI Francesco, Illustrazione del monumen 108to disotterrato presso Cotignola nell’agosto 1817, Ferrara, in 8, f., M. 104.
    Con la tavola del monumento in principio.
  15. 3175. BERTOLDI, Parere sopra un basso rilievo di ferro fuso esistente nel pubblico Museo Numismatico di Ferrara, Ferrara 1815, in 8, M. 36.
    Con una tavola.
  16. 3176. BIANCONI Jo. Baptistae, De antiquis litteris haebreorum et graecorum libellus, Bononiae 1748, in 4, fig., M. 27.
    Con una tavola di lettere e medaglie nel fine.
  17. 3177. BINI Pietro di Lorenzo, Memoria del Calcio Fiorentino tratte da diverse scritture, Firenze 1688, in 4.
  18. 3178. BLANCANI Jacobi bononiensis, De Diis topicis fulginatium epistola, Fulginii 1761, in 4, M. 1.
  19. 3179. BOCCHI Francesco Girolamo, Dissertazione intorno a un antichissimo greco-cristiano basso rilievo, Padova 1790, in 8, fig.
    La tavola barbaramente eseguita si vede alfine.
  20. 3180. BOETTIGERI Carl August, Explicatio antiquaria anaglyphi in Museo Napoleonico, Lipsiae 1809, in 8, fig., M. 102.
    Nel frontespizio vedesi il monumento intagliato.
  21. 3181. BOETTIGERI Carl August, Les furies d’après les poetes et les artistes anciens, traduit de l’allemand par Winckler, Paris 1802, in 8.
    Dottissimo opuscolo, con quattro tavole, due delle quali colorite.
  22. 3182. BONADA Francisci Mariae, Carmina ex antiquis lapidibus, dissertationibus ac notis illustrata, Romae 1751, vol. 2, in 4.
    Opera piena di notizie eruditissime.
  23. 3183. BONARDO Vincenzo, Discorso intorno all’origine, antichità ec. della Benedizione Pontificale degli Agnusdei, Roma 1621, in 8, M 75.
  24. 3184. BONI Mauro, Notizia d’una cassettina geografica, opera di commesso d’oro e d’argento all’agemina, Venezia 1800, in 4, M. 10 e 26.
    Vedi in proposito di questo stesso monumento all’articolo Francesconi.
    109
  25. 3185. BONI, Sulla pittura di un gonfalone della Confraternita di S. Maria di Castello e su di altre opere fatte nel Friuli da Giovanni da Udine, lettera, Udine 1707, in 8, M. 53.
  26. 3186. BOSCA Petro Paulo, De serpente aeneo ambrosianae basilicae, Mediolani 1675, fig., in 8.
  27. 3187. BRACCI Domenico Augusto, Dissertazione sopra un clipeo votivo spettante alla famiglia Ardaburia, trovato nel 1769 presso Orbetello, Lucca 1771, in 4, fig., M. 13.
    In una gran tavola in rame è intagliato lo scudo.
  28. 3188. BRISSON, Trois discours etc. Vedilo all’articolo Poullet con cui è legato.
  29. 3189. CANCELLIERI Francesco, Dissertazioni epistolari, bibliografiche sopra Cristoforo Colombo e Giovanni Gersen, Roma 1809, in 8.
    Opera ripiena d’immensa erudizione dall’infaticabile autore, che ha scritto gran numero di libri in merito d’antichità e di erudizione.
  30. 3190. CAPYCII Cajetani Mariae, Opuscula antiquaria in unum collecta, Neapoli 1785, in 4, fig., M. 9.
    Sono la più parte con le rispettive tavole a’ luoghi indicati nel testo.
  31. 3191. CARLI Agostino Rubbi, Dissertazione sopra il corpo di S. Marco Evangelista riposto nella patriarcale Basilica di S. Marco, Venezia 1811, in 8.
  32. 3192. CARYOPHILI Paschalis, De thermis Herculanis, nuper in Dacia detectis, Mantuae 1739, in 4. — Accedit ejusdem de usu et praestantia thermarum Herculanarum, Mantuae 1739, in 4, fig.
    L’erudizione di cui sono sparse queste due dissertazioni è arida in un argomento che prestavasi ad una maggiore amenità nel trattarlo.
  33. 3193. CASSEL Johann Philipp, Observatio philologica inquirens Atlas Mons unde Dyris dictus?, Magdeburgi 1743, in 4, M. 41.
  34. 3194. De la CHAU, Dissértation sur les attributs de Vénus, Paris 1676, in 4, fig.
    È d’uopo aver cura che l’esemplare di quest’opera non sia privo della stampa di Venere Anadiomene intagliata da Saint Aubin. In questo esemplare non solo è la stampa, ma 110 questa è senza il contorno e priva della conchiglia, aggiuntavi posteriormente, le quali cose ne costituiscono un maggior pregio presso gli amatori: anche alcune medaglie, che trovansi intagliate in varj luoghi fra il testo e le sei Veneri che stanno nel frontespizio, alla testa della prefazione e alle p. 47, 71, 88 e 91, sono di fina e graziosa esecuzione.
  35. 3195. CHEVALIER Nicolas, Remarques sur une piece antique de bronze trouvée aux environs de Rome etc. avec une description de la Chambre des rarétez de l’auteur, Amsterdam 1694, in 12, fig.
    In questo elegante volumetto sono 14 tavole, compreso il frontespizio istoriato, le quali con grazia furono incise da Schoonebeek.
  36. 3196. CHIFLETII Joan. Jacobi, Anastasis Childerici Primi Francorum Regis, sive thesaurus sepulchralis, Antuerpiae, Plantin, 1655, in 4, fig.
    Con molte tavole de’ monumenti trovati nel sepolcro di Childerico ben intagliate ed inserite fra il testo dell’opera.
  37. 3197. CHIMENTELLIUS Valerius, Marmor Pisanum de honore Biselii Parergon. Accedit de Muscis odoris pisani epistola, Bononiae 1666, in 4.
    Con 54 figure in cinque tavole in rame; opera ripiena di vastissima erudizione.
  38. 3198. CHRONICON universale per viam epithomatis, Norimbergae 1493, in fol., fig.
    Veramente quantunque dai bibliografi s’intitoli così questo libro, può riportarsi qui il suo vero frontespizio, che è il seguente: Registrum hujus operis libri chronicarum cum figuris et imaginibus ab initio mundi. Dopo questo frontespizio, seguono 19 fogli, che contengono Tabula operis hujus de temporibus mundi. Comincia poi il testo dal foglio segnato 1 al 299, dietro cui adest nunc, studiose lector, finis libri chronicarum per viam epithomatis et breviarj compilati etc. ad intuitum autem et preces providorum civium Sebaldi Schreyer et Sebastiani Kamermaister hunc librum dominus Antonius Koberger Nurimbergae impressit. Adhibitis tamen viris mathematicis plugendique artis peritissimi Michaele Wolgemut, et Wilhelmo Pleidenwurft; quarum solerti accuratissimaque animadversione tum civitatum, tum illustrium virorum figurae insertae sunt. Consumatum autem duodecima mensis Julii anno salutis nostrae 1493. Libro che ha pregio a cagione dello immenso numero di tavole di quei primi intagliatori in legno, ma che non è di alcuna rarità, a cagione dei molti esemplari che se ne incontrano. È da notarsi però che alla pagina 266 pare che finisca il 111 volume, completo in famosissima Nirimbergensis urbe ecc. (come vi si legge). Poi nel nostro esemplare sono legati i 5 fol., non numerati, che dovrebbero trovarsi alla fine de Sarmacia regione Europae, indi ripiglia una continuazione della sesta età del mondo col foglio 267 e prosegue sino al fine, come abbiamo più sopra indicato.
  39. 3199. CIAMPI Sebastiano, Due urne sepolcrali descritte e illustrate, Pisa 1813, fig., M. 34.
    Con una tavola di bell’intaglio.
  40. 3200. CIAMPI Sebastiano, I simboli delle scienze scolpiti da Giovanni Pisano, Pisa 1814, fig., M. 34.
    Con otto tavole intagliate in rame.
  41. 3201. CIAMPI Sebastiano, De veteribus institutis in re literaria, Florentiae 1815, in 8, M. 34.
  42. 3202. CIAMPI Sebastiano, Descrizione della cassa di Cipselo tradotta ed illustrata, Pisa 1814, in 8. Aggiuntavi la dissertazione di Heyne sullo stesso argomento. M. 34.
  43. 3203. CIAMPINI Joannis, Sacro-historica disquisitio de duobus emblematibus, ubi disceptatur an duo Philippi imperatores fuerint christiani, Romae 1691, in 4, M. 11.
  44. 3204. CIAMPINI Joannis, De incombustibili lino sive lapide amianto deque illius filandi modo, Romae 1661, in 4, fig., M. 11.
  45. 3205. CIAMPINI Joannis, Il teatro de’ grandi, discorso accademico, Roma 1693, in 8, M. 12.
  46. 3206. CLARK Edward Daniel, The tomb of Alexander a dissertation on the sarcophagus brogt from Alexandria ad now in the British Museum, Cambridge 1805, in 4.
    Con 3 tav. in rame.
  47. 3207. COLETI Dominici, Triclinium Opiterginum ad Julium Tomitanum, Venetiis 1794, in 8, M. 48.
  48. 3208. CORTINOVIS Angelo, Dissertazione sopra un basso rilievo di Costanzo e Giuliano, in 4, M. 10. Avvi una tavola in rame, che presenta il singolare monumento illustrato.
  49. 3209. COSTADONI Anselmo, Dissertazione sopra un’antica statuetta d’avorio rappresentante un re in tro 112 no circondato da guardie con un falcone sulla mano, Venezia 1751, in 12, M. 73.
    Con una tavola intagliata in rame.
  50. 3210. CRAMERII Jo. Christoph., Commentatio de Thespide, primo haud dubie cultioris tragoediae auctore, Jenae 1754, in 4, M. 41.
  51. 3211. CRENII Thomae, De furibus librariis, dissertationes tres, Lugd. Bat. 1716, in 12.
    È singolare l’immensa rivista degli autori citati e accusati di plagio. Se si dovesse però dall’epoca che ha scritto il Crenio, continuar l’esame delle immense opere stampate in quest’ultimo secolo, non basterebbero altre dieci dissertazioni.
  52. 3212. CUPERI Gisberti, Harpocrates sive explicatio imagunculae argenteae etc. etc. ejusdem monumenta antiqua inedita etc. Accedit Stephani le Moine epistola de Melanophoris, Traj. ad Rhenum 1687, in 4, figurato.
    Le figure stanno distribuite fra il testo.
  53. 3213. DIFESA per la serie de’ Profeti di Roma del p. Corsini contro la censura fattale nelle osservazioni sul Giornale Pisano, Bologna 1772, in 4, M. 27.
    Si riportano tutte le accuse contro il Corcini, le quali vengono smentite, o difese in 142 pagine.
  54. 3214. DOLCE mess. Lodovico, Dialogo nel quale si ragiona del modo di accrescere e conservar la memoria, Venezia, per il Sessa, 1562, in 8, fig.
    Libretto singolare e ripieno di figure frammiste al testo, intagliate in legno. É intitolato al Magnifico ed Eccellentissimo sig. Filippo Terzo ed è fra i meno comuni opuscoli di questo autore.
  55. 3215. DONATI Sebastiano, Dei dittici degli antichi, sacri e profani con un’appendice di alcuni necrologii e calendarii finora non pubblicati. Libri tre, Lucca 1753, in 4, fìg. Le tavole sono distribuite ai luoghi citati del testo. — Aggiuntovi: Bandini Ang. Mariae in tabulam eburneam observationes, Florentiae 1746. — Jacutii Mathaei Christianarum antiquitatum specimina, Romae 1758.
    I tre libri legati in un solo volume.
    113
  56. 3216. EICHSTAEDT Henr. Carolus, De imaginibus romanorum, dissertationes duae. Accessit oratio de benis Academiae Jenensis, et Gabrielis Henry versio utriusquae scriptionis Gallica, Petropoli 1806, in 4.
    Pubblicate in occasione della nascita del serenissimo Paolo Aless. Costantino figlio del Principe Ereditario di Saxe Weimar nel 1805 li 7 Novembre.
  57. 3217. ERASME, Eloge de la folie, traduit du latin par mr. Guenneville avec des notes de Gérard Listre, et les figures d’Holbein, Amsterdam 1728, in 8, figurato.
  58. 3218. FABRICH Christofori Carli, Dissertatio inauguralis de rostris Fori romani, Altorfii 1745, in 4, fig.
    Non sonovi altre tavole che le medaglie a ciò relative in un foglietto e fra il testo l’insegna d’un rostro di nave intagliato in legno.
  59. 3219. FABRONI Giovanni, Due memorie lette nella società degli amatori della Storia Patria Fiorentina su la derivazione e coltura degli antichi popoli d’Italia e sulle epoche della storia fiorentina fino al 1292, Firenze, in 8, 1803.
  60. 3220. FEA Carlo, Miscellanea filologica, critica e antiquaria, Roma 1790, in 8.
    Vertono queste principalmente intorno Plinio; sulle antichità di Roma di Flaminio Vacca, sovra un codice Chigiano, su alcuni estratti dal Ficoroni, dal Winkelmann, da Ulisse Aldrovando, sulle escavazioni fatte in Roma ed altri simili argomenti.
  61. 3221. FICINO Marsilio, Commento sopra il Convito di Platone, Firenze, 1544, per Neri Dortellata, in 8, pr. edizione.
    Questo libretto è citato fra i rari dall’Argelati, da Claudio Tolomei, dal Fontanini, dal Zeno e da altri e in ispecie dal Mazzucchelli poiché in questa prima edizione vi è un discorso dello stampatore che vuolsi esteso da Cosimo Bartoli e un’ortografia in tutta l’opera diversa dalle altre edizioni: mostrasi in quello la pronuncia fiorentina col mezzo degli accenti e dalla prefazione dello stesso Marsilio a Bernardo del Nero ed Antonio Manetti si ricava che non solo egli fece la versione in latino e il comento, ma ne fu anche il traduttore in lingua italiana. Vedasi anche Giambullari.
  62. 3222. FOGGINIO Petri Francisci, Commentarius in ta 114 bulam veterem Capitolinam IIiii excidium repraesentantem, in fol., fig., M. 82.
    Con una gran tavola intagliata in rame. Grec. e lat.
  63. 3223. FONTANINI Justi, Discus argenteus votivus veterum christianorum Perusiae repertus, et commentario illustratus, Romae 1717, in 4, fig.
    Con varie tavole fra il testo ai luoghi citati: intagliate in legno, meno il disco che è in rame.
  64. 3224. FONTANINI Justi, Dissertatio de Corona Ferrea Longobardorum, Romae 1717, in 4, fig.
  65. 3225. FOSSOMBRONI Vittorio, Saggio sopra il moto degli animali e sopra i trasporti, Modena 1805, in 4, M. 65.
    Dissertazione dottissima, che svolge molte intricate questioni in questa materia e atterra molte opinioni mal fondate.
  66. 3226. GALLEI Servatii, Dissertationes de Sybillis, earum oraculis cum figuris aeneis, Amstelodami 1688, in 4 gr., fig.
    Opera estesa assai che esaurisce l’argomento, con le tavole delle 12 Sibille, quella col Tempio Tiburtino e il frontespizio istoriato di Romain de Hooghe.
  67. 3227. GCHROTERI Ernesti Frid., De Lamiis, dissertatio juridica, Jenae 1670, in 4, M. 64.
    La singolarità di alcuni opuscoli e il bizzarro genere di erudizione che contengono ci ha spesso determinato ad accoglierli in questa collezione, sebbene per il loro titolo non sembri a prima vista che possano appartenervi.
  68. 3228. GEORGII Dominici, Interpretatio veteris monumenti in agro Lanuvino detecti et in aedes Capitolinas nuper inlati in qua effigies Archigalli Autistitis magnae Deum Matris exprimitur, Romae 1737, in 4, fig., M. 19 e 71.
    Con la tavola del monumento.
  69. 3229. GEORGII Dominici, De monogrammate Christi Domini, dissertatio, Romae 1738, in 4, M. 9.
    Oggetto singolare di questa memoria è il vendicare i monumenti antichi dei cristiani, dissotterrati ne’ cimiteri, dalle interpretazioni di Basnagio.
  70. 3230. GIAMBULLARI Pier Francesco, Del sito forma e misura dell’Inferno di Dante, Firenze, per Neri Dortellata, 1544, in 8.
    In principio e in fine è l’arca di Noè col motto di Dante e 115 l’ortografia per la pronuncia è esposta in questo curioso libretto egualmente a quella del Convito di Platone. Ved. Ficino Marsilio.
  71. 3231. GOURNAY, Egalité des hommes et des femmes.
    Vedilo all’articolo Poullet fra le Costumanze antiche e moderne con cui è legato
    .
  72. 3232. GRONOVII Friderici in aliquot libros C. Plinii secundi notae ad virum illustr. Joannem Capelanum, Lugd. Bat., Hackius, 1669, in 8, M. 66.
    Bella ed accurata edizione stampata in colonna
    .
  73. 3233. GROPPO Antonio, Dissertazioni varie in materia d’antichità e di teatri, Venezia 1769, in 4.
  74. 3234. GUARNIERI Ottoni Aurelio, Dissertazione intorno al corso dell’antica via Claudia dalla città d’Altino sino al Danubio, Bassano 1789, in 4, fig., M. 9.
    Opera postuma con due grandi tavole e piena di laboriosa erudizione
    .
  75. 3235. GUARNIERI Ottoni Aurelio, Dissertazione epistolare sopra un’antica ara marmorea esistente nel Museo Nani, Venezia 1785, in 4, fig., M. 2, 78.
    L’iscrizione è intagliata in un foglio atlantico della grandezza del marmo originale
    .
  76. 3236. GUASCUS Franciscus Eugenius, Vernasiae cinerarium, Romae 1773, in fol., M. 82.
    Con tre tavole intagliate in rame
    .
  77. 3237. GUAZZESI Lorenzo, Dissertazioni V, Pisa 1761, in 4,
    sugli anfiteatri della Toscana, intorno alcuni fatti d’Annibale, intorno la guerra Gallica Cisalpina l’anno di Roma 529, intorno la disfatta e morte di Totila, intorno alla via Cassia da Chiusi a Firenze, M. 32
    .
  78. 3238. GUAZZESI Lorenzo, Lettera al p. Bernardino Vestrini sul luogo della sconfitta e morte di Totila, Arezzo 1755, in 4, M. 32.
  79. 3239. HAGENBUCHIO Gaspero, De diptico Brixiano Boethii consulis, epigraphica, cum aeneis tabulis, Tirici 1749, in fol., fig.
    Sonovi due gran tavole oltre il ritratto del cardinale nel frontespizio
    .
  80. 3240. HEEREN Arnoldo, Expositio fragmenti tabulae mar 116 morae operibus caelatis et inscriptionibus graecis ornatae Musei Borgiani Velitris, Romae 1786, in 4, fig., M. 27.
    Con una tavola in rame elegantissima
    .
  81. 3241. HEEREN, Commentatio in opus caelatum antiquum Musei Pii Clementini, Romae 1786, in 8.
    Dotta memoria stampata con eleganza e intitolata al dottissimo cardinale Garampi con la tavola del monumento al fine. Esemplare in carta distinta
    .
  82. 3242. HOLSTENII Lucae, Vetus pictura nympheum referens, commentariolo explicata. Accedunt alia quaedam ejusdem auctoris, Romae 1676, in fol., fig., M. 91.
    Il ritratto dell’autore è nel frontespizio. Segue la gran tavola in rame dell’antica pittura e gli altri opuscoli. In tutto non sono però che 12 pagine
    .
  83. 3243. De la HUERTA Pietro Garcia, Osservazioni sopra un’antichissima tavoletta d’avorio nel Museo Muti Papazurri, Roma 1792, in 4, M. 29.
  84. 3244. JACUTII Matthaei, Historia visionis Constantini Magni, Romae 1755, in 4.
  85. 3245. JACUTII Matthaei, Commentarium in titulum Bonusae et Mennae, Romae 1758, in 4, M. 3.
  86. 3246. JACUTII Matthaei, Syntagma quo apparentis Magno Costantino Crucis historia complexa est universa etc., Romae 1755, in 4.
    Esemplare in carta grande
    .
  87. 3247. JACUTII Matthaei, Christianarum antiquitatum specimina quae in vetere Bonusae et Mennae titulo e suburbana S. Agatae basilica an. 1757 Vaticanum ad Museum transvecta exercitationibus collustrantur, Romae 1758, in 4.
    Le tavole in queste due opere sono intagliate in legno e inserite fra il testo
    .
  88. 3248. ISCRIZIONE per celebrare i quinquennali di Clemente XIII sul metodo delle tavole famose di Narbona,
    nelle quali si compendia tutta la vita di Augusto e de’ monumenti del Collegio de’ Fratelli Arvali: un foglietto, M. 23
    .
  89. 3249. LAMI Giovanni, Lezioni di antichità toscane e 117 specialmente della città di Firenze, Firenze 1766, vol. 2, in 4, fig.
    Quest’opera dottissima è preceduta da una lunga prefazione di quasi 200 pagine, in cui si rende ragione delle tavole sparse fra il testo delle dissertazioni e si schiariscono molti passi di controversa erudizione e si giustificano molti modi del dire
    .
  90. 3250. LAMY l’abbé, Description de deux monumens antiques qui subsistent près la ville de Saint Remy, à Provence, Paris 1787, in 8, M. 50.
  91. 3251. LAPI Giovanni Girolamo, Lezione accademica intorno l’origine dei due laghi Albano e Nemorese, Roma 1781, in 4, M. 1, in carta grande.
  92. 3252. LEGATI Laurentii, Poetriarum primitiae, Bononiae 1668, in 4, fig., M. 45.
    Sono questi fragmenti di Elia Eudoxia, di Valeria Falconia, di Sulpicia Caluria raccolti e illustrati
    .
  93. 3253. LEICHIUS Henricus lipsiensis, De diptycis veterum, et de diptyco Emin. Quirini, diatribe, Lipsiae 1743, in 4, fig., M. 1.
    Sono in quest’opuscolo due tavole delle quali una presenta un bellissimo e raro fragmento di dittico della Biblioteca del Senato di Lipsia
    .
  94. 3254. LICETUS Fortunius, De Monstris, ex recensione Gerardi Blasii, editio novissima iconibus illustrata, Amstelodami 1655, in 4, fig.
    Le copiosissime tavole di quest’opera distribuite a seconda del testo offrono quanto di più strano possano accozzare gli effetti dell’immaginazione e della natura
    .
  95. 3255. LIPSII Justi, De cruce, libri tres cum notis, Antuerpiae, ex officina Plantiniana, 1594, in 4, fig.
    Colle tavole intagliate in rame ai luoghi indicati nel testo
    .
  96. 3256. LIPSII Justi, De Vesta et vestalibus sintagma, Antuerpiae, ex officina Plantiniana, 1603, in 4.
  97. 3257. LYDII Jacobi, Sintagma sacrum de re militari nec non de jure jurando dissertatio philologica. Opus postumum cum fig. aeneis elegantissime incisis illustratum a Salomone Van Til. Dordraci, 1698, in 4, fig.
    Le tavole sparse nel testo dell’opera sono di passabile intaglio, utili per le armature e altri oggetti militari
    . 118
  98. 3258. MACHIRELLI C. Vincenzo, Spiegazione dell’altra delle due antiche basi di marmo scoperte nel 1770 dal cav. Domenico Bonamini, Pesaro 1771, in 4, M. 8.
    L’altra fu illustrata dall’Olivieri
    .
  99. 3259. MAFFEI march. Scipione, Rime e prose parte raccolte da varj libri e parte non più stampate, Venezia 1719, in 4.
    Nelle prose sono trattati alcuni argomenti relativi a oggetti d’arte e d’antiquaria
    .
  100. 3260. MONACHII Thomae, De episcopatus Hortani antiquitate liber singularis, Romae 1759, in 4, figurato, M. 24.
    Con quattro tavole d’iscrizioni e sigilli
    .
  101. 3261. MANIN Leonardo, Memorie storico-critiche intorno la vita traslazione e invenzione di S. Marco Evangelista, Venezia 1815, in 4, fig., M. 76.
    Memoria eruditissima con 5 grandi tavole nitidamente disegnate e intagliate
    .
  102. 3262. MANUTII Aldi, De falsa antiquorum religione deque Larario, commentatio historica habita in florentissima Academia Pisana atque ex schedis MSS. nunc primum in lucem edita, Romae 1773, in 8, M. 44.
  103. 3263. MARGARITA philosophica nova cui insunt sequentia epigrammata in commendationem operis, Argentinae 1512, in 4.
    In fine Joannes Gruningerus operis excusor etc. Con molte figure in legno. Autore della quale è Giorgio Reischio ed è una ristampa della prima edizione stampata a Friburgo nel 1503. Queste erano le antiche enciclopedie e in questa, che reputasi fra le migliori, sono infatti infinite buone notizie. Va unita in questo esemplare l’appendice Matheseos in Margarita Philosophica stampato nello stesso luogo e dal medesimo stampatore nel 1515; e nelle figure della prospettiva vedesi copiato il trattato del Viator, in parte, senza nominarlo. In fine è legata
    .
  104. 3264. MARGARITA philosophica Arithmetica Boetii,
    Con questo solo titolo nel frontespizio esterno. Poi volgendo la pagina Incipiunt duo libri de arithmetica Anitii Manilii Severi Boethii ec. In fine impressa per Erhardum Ratdolt viri solertissimi eximia industria et mira imprimendi 119 arte, qua nuper Venetiis, nunc Augustae excellit anno 1488, in 4 gotico, non di 47 foglietti, come dice il Panzer, ma 448 poiché il frontespizio esterno con le due parole sovra indicate è aderente al foglietto secondo. Prima edizione piuttosto rara. Vedi anche Reich.
  105. 3265. MARINI Gaetano, Discorso sopra tre candelabri acquistati da Clemente XIV, Pisa 1771, in 12, fig., M. 67.
    Con tre grandi e belle tavole in rame intagliate da Tommaso Piroli
    .
  106. 3266. MARINI Gaetano, Osservazioni istorico-critiche sopra un’antica pergamena, Roma. l779, in 4, M. 23.
  107. 3267. MARQUEZ D. Pietro Giuseppe, Traduzione dallo spagnuolo di un saggio dell’Astronomia cronologica e mitologica degli antichi messicani di D. Antonio Leone e Gama, Roma 1804, in 8, fig.
  108. 3268. MARQUEZ D. Pietro Giuseppe, Delle ville di Plinio il Giovine, Roma 1696, in 8.
  109. 3269. MATTHAEI Xaverii, Per saturam exercitationes, Neapoli 1759, in 4. Sive de voce Tityrus, de ficu ruminali, de duplici alba, de Ara maxima, M. 44.
  110. 3270. MAZOCCHII Alexii Symmachi, De antiquis Corcyrae nominibus schediasma, Neapoli 1742, in 4, M. 40. Vedi Quirini.
  111. 3271. MAZZUCCHELLI Pietro, La Bolla di Maria moglie di Onorio imperatore che si conserva nel Museo Trivulzio brevemente spiegata, Milano 1819, in 4 grande.
    Esemplare in carta velina distinta in mezzo tinto.
  112. 3272. MAYANS D. Gregorio Barros saguntinos, Disertacion sobre estos monumentos antiguos con varias inserpciones ineditas de Sagunto, Valencia 1779, in 8, M. 71.
    Con quattro tavole intagliate in rame.
  113. 3273. MENATTI Giuseppe, Spiegazione di un basso rilievo rappresentante Curzio Sabino, Roma 1744, fig., in 4, M 3.
    Con due tavole intagliate in rame. Esemplare in carta grande.
  114. 3274. MENEGHELLI Pier’Antonio, Memoria antiquario-lapidaria pubblicata nel solenne ingresso di Mon 120 sig. Dondi Orologio vescovo di Padova nel seminario, 1808, in 4, M. 78.
  115. 3275. MESSERSCHMIDII Jo. Christ., De Ambubaiis commentatio, Lipsiae 1753, in 4, M. 41.
  116. 3276. METASTASII Leopoldi, De lege regia seu Tabula Aenea Capitolina notis illustrata, Romae 1757, in 4, M. 29.
  117. 3277. MINZONI Giovan Battista, Riflessioni sulla memoria pubblicata dal Passeri intorno la lapide trovata a Voghenza nel Ferrarese, Venezia 1780, in 4, M. 30.
  118. 3278. MOLISI di Nola Giovan Battista, Cronica della antichissima e nobilissima città di Crotone e della Magna Grecia, Napoli 1649, in 4 pic.
  119. 3279. MUESTRA de letras quelle varà la impresion que se hace por la Real Biblioteca de la collecion canonica espannola por el Codice Gotico Vigilano del siglo X con algunas laminas de esto celebre original imitado con propriedad el tosco debuxo de a quel tiempo, f., M. 84.
  120. 3280. MULLERI Chris. Henrici, De M. T. Ciceronis Bibliothecis pauca praefatus etc., Jenae 1753, M. 41.
  121. 3281. MURATORI Lodovico Antonio, Sposizione dell’insigne tavola di bronzo spettante a fanciulle e fanciulli alimentarii di Trajano Augusto in Italia, dissotterrata nel territorio di Piacenza nel 1747, Firenze 1748, in 8, fig.
  122. 3282. NAPULIONII Hieronymi, Enarratio in titulum codicis de Vectigalibus et Commissis, Romae 1792, in 4, M. 27.
  123. 3283. NICOLAI Jo., Commentatio de ritu antiquo et hodierno Bacchanaliorum, Helmestadii 1679, in 4.
    Opera dottissima della Bibl. Malborough.
  124. 3284. NIGRI Alexandri, Maniliani bononiensis monumenti historica mistica lectio, Bononiae 1661, in 8, M. 49.
  125. 3285. OLIVIERI Annibale degli Abbati, Di alcune antichità cristiane conservate in Pesaro, Pesaro 1781, in 4, fig., M. 2.
    Con 10 tav. in rame.
    121
  126. 3286. OLIVIERI, Di alcune altre antichità cristiane, ivi 1784, M. 2.
    Questa è un’epistola di due foglietti con tre tavole stampate fra il testo e diretta al cardinal Giovannetti.
  127. 3287. OLIVIERI, Spiegazione di una delle due antiche basi di marmo scoperte nel 1770 dal cardinal Bonamini, Pesaro 1771, in 4, M. 8.
    L’altra fu illustrata dal Machirelli.
  128. 3288. OLIVIERI, Esame del bronzo Lerpiriano pubblicato dallo Spon, Pesaro 1771, in 4, fig., M. 8.
    Sostiene l’Olivieri contro mille opinioni essere questo bronzo una solenne impostura e la sua memoria è corroborata da grandi argomenti e profonde dottrine.
  129. 3289. OLIVIERI, Dissertazione sopra due antiche tavolette d’avorio, Pesaro 1743, in 8, M. 35.
  130. 3290. ORLANDI Oratio, Le nozze di Paride e d’Elena rappresentate in un vaso antico, Roma 1775, in f., fig.
    Con due tavole intagliale in rame. Il vaso era nel museo del sig. Tommaso Jenkins, M. 87.
  131. 3291. ORLANDI Oratio, Ragionamento sopra un’ara antica posseduta da monsignor Casali, Roma 1772, in 4, fig., M. 1.
    Con varie tavole illustrative intagliate da Carlo Antonini.
  132. 3292. OSSERVAZIONI di un frammento di tavoletta antica d’avorio stimata consolare, Bologna 1775, fig., M. 39 e 51.
    Con una tavola intagliata in rame.
  133. 3293. OSSERVAZIONI sopra un antico basso rilievo votivo del museo Nani in Venezia, 1761, in 4, fig., M. 11.
  134. 3294. OSII Theodati, De agriculturae et agrimensurae nobilitate, Mediolani 1639, in 8.
  135. 3295. Ovenabii Joannes Christianus, Dissertatio historica architectonica de Artemisia et Mausolo, Lipsiae 1714, in 8, fig., M. 57.
  136. 3296. Paciaudi Paolo Maria, Dissertazione sopra una statuetta di Mercurio del gabinetto del sig. dell’Ospital, Napoli 1747, in 4, fig., M. 26.
    Con una tavola di medaglie intagliate in rame.
  137. 3297. PACIAUDI Pauli M., De rebus Sebastiani Paulii com 122 mentarius epistolaris ad Scipionem Maffejum, Neapoli 1651, in 8, M. 36.
  138. 3298. PACIAUDI, Puteus sacer agri Bononiensis, in 4.
    Estratto da una collezione d’opuscoli.
  139. 3299. PANTOLI Giovanni Gualberto, Spiegazione d’un’antica lapide trovata in Classe di Ravenna, Bologna 1780, in 4, M. 6.
  140. 3300. PASSERII Joannis Baptistae, De marmoreo sepulcrali cinerario Perusiae effosso arcanis ethnicorum sculpturis insignito, Romae 1773, in 4, fig., M. 1 e 78.
    Oltre la tavola del monumento sono parecchi altri intagli di gemme in diversi luoghi fra il testo.
  141. 3301. PASSERII Joannis Baptistae, Spiegazione delle sculture d’un antico marmoreo sarcofago nel monastero degli Olivetani in Pesaro giusta il sentimento dell’ab. Giovan Battista Passeri, Perugia 1773, in 4, fig., M. 28.
    Con una tavola grande intagliata in rame.
  142. 3302. PASSERII Joannis Baptistae, In monumenta sacra eburnea a clariss. Franc. Gorio ad quartam hujus operis partem reservata expositiones. Accedit ejusdem epistola de Artophorio eburneo Piaurensi, Florentiae 1759, in fol., figurato.
    Oltre le 26 tavole in fine, trovansi altre 7 tavole sparse fra il testo rappresentanti alcuni antichi pregiatissimi avori.
  143. 3303. PASSERII Joannis Baptistae, Decisione capitolare e definitiva e inappellabile intorno all’intelligenza del famoso Dittico Quiriniano Mss., M. 21.
    Quest’opuscolo faceto inedito fu fatto dall’uditor Giovan Battista Passeri per mettere in ridicolo e il Dittico Quiriniano e i suoi interpreti. Infatti in queste nostre dissertazioni, lettere e lavori d’antiquaria si trova un così gran numero di opuscoli intorno questo Dittico, che veramente o fu pomo della discordia de’ letterati, o lo splendor della porpora rifulgendo sul Dittico impegnò tutti gli eruditi (che spesso adulano) a corteggiare le opinioni del dotto cardinale.
  144. 3304. PAULINO P. a S. Bartholomeo, Mumiographia musei Obiciani exarata, Patavii 1799, in 4, fig., M. 12 e 78.
    Con due tavole intagliate in rame.
  145. 3305. PERUZZI, Dissertazioni anconitane, vol. I, Bologna 1818, in 4, fig.
    Queste versano su materie d’antiquaria.
    123
  146. 3306. Petrucci Joseffo, Prodromo apologetico agli studi Kircheriani, Amsterdam 1677, in 4, fig.
    Con molte tavole, argomenti e discussioni si giustifica il Kirckerio da molte critiche che gli erano state fatte.
  147. 3307. Du PEYRAT G., Le tableau de la calomnie depeinte au vive par Apelle, interprété, Paris 1604, in 12.
    Il libretto singolare è intitolato con lunga e curiosa dedicatoria a très-haute et très-puissante Princesse Diane legitimée de France, duchesse d’Angouléme.
  148. 3308. PHILO Bizantius, De septem orbis spectaculis, Leonis Allatii opera nunc primum graece, et latine prodita, cum notis, Romae 1640, in 8.
    Greco e latino. Gli orti pensili, le piramidi di Menfi, il Giove olimpico, il Colosso di Rodi, le mura di Babilonia, il tempio di Diana Efesina, il sepolcro di Mausolo, sono le meraviglie a cui allude l’autore.
  149. 3309. PIGNORIO Laurentio, Magnae Deum Matris Idaeae et Attidis initia ex vetustis monumentis nuper Tornaci erutis, Venetiis 1624, in 4, fig., M. 98.
    Con 6 tavole in rame di nitidissima esecuzione. Opuscolo prezioso quantunque l’argomento si trovi illustrato posteriormente dal Paciaudi nella sua Dissertazione sul culto di Cibele (Vedi) e da Domenico Giorgi, Interpretatio Vet. Mon. in agro Lanuvino detecti e da Filippo Tomasino (Vedi). Ma il Pignoria precedette tutte queste ulteriori opere e merita la riconoscenza dalla posterità.
  150. 3310. PINALI, Notizie del cenotafio, denominato Arco de’ Gavii demolito in Verona nel mese di agosto 1805, Brescia 1805, in 8.
  151. 3311. PLACENTINI Gregorii, De sepulcro Benedicti IX in templo monasterii Cryptae-Ferratae detecto, diatriba, Romae 1747, in 4, fig., M. 27.
    Col ritratto in principio e due tavole in rame e una tavola coll’iscrizione.
  152. 3312. PONTEDERAE Julii, Antiquitatum latinarum, graecarumque enarrationes; atque emendationes praecipuae ad veteris anni rationem attinentes, Patavii 1740, in 4.
  153. 3313. PORTII Simonis, De rerum naturalium principiis, Neapoli 1561. 124An homo bonus vel malus voleus fiat, disputatio, Florentiae 1551. — De humana mente disputatio, Florentiae 1551. — De coloribus oculorum, Florentiae 1550. — De dolore, Florentiae 1551. — De puella germanica quae fere biennium vixerat sine cibo potuque, Florentiae 1551. — De conflagratione agri puteolani, Florentiae 1561.
    Tutto è riunito in un volume e gli opuscoli stampati a Firenze sono del Torrentino. Esemplare bellissimo e dei più copiosi di questi opuscoli singolari.
  154. 3314. PROCOPIO Cesariense, Delle guerre di Giustiniano contro i persiani e contro i vandali, volgarizzate da Benedetto Egio da Spoleti, Venezia, 1547, in 8, per Michel Tramezzino. — Aggiuntovi: Il libro degli edifizii di Giustiniano imperatore, Venezia 1547, in 8.
    Sono amendue i libri con dediche separate intitolati al molto magnifico M. Gio. Soranzo e stampati con eleganza di tipi.
  155. 3315. QUATREMERE de Quinci, Recueil de dissértations sur differents sujets d’antiquité, Paris, 1817, de l’Imprimerie Royale, in 4, fig.
    La descrizione dello scudo di Achille. La corsa armata e gli oplitodromi. Il carro funerale che trasportò in Egitto il corpo di Alessandro. Il rogo di Efestione. Il modo con cui erano illuminati i templi de’ greci e de’ romani. La sfida di Apelle e Protogene. Queste dissertazioni sono ornate delle relative tavole intagliate con diligenza.
  156. 3316. RAFFEI Stefano, Dissertazione sopra il Crise di Marco Pacuvio, Roma 1770, in 4, M. 3, in carta grande.
  157. 3317. RAGIONAMENTO apologetico di Aceste Italico a Filalete in risposta alle riflessioni fatte sopra un disegno del cavaliere Giovan Francesco Buonamicj. Senza luogo, né anno; relativa a una cappella moderna eretta nella cattedrale di Cagli, in 8, M. 87.
  158. 3318. RANGIASCHI Sebastiano, Del tempietto di Marte Ciprio e de’ suoi monumenti dissotterrati nella campagna di Gubbio l’anno 1781. Al sig. Anni 125 bale degli Abati Olivieri, Perugia 1784, in 12, figurato.
    Avvi un’aggiunta ed emenda intitolata all’ab. Lanzi e 5 tav. intagliate in rame.
  159. 3319. RAPONI Ignatii, De quodam epigrammate graeco. Romae in hortis Coelimontanis extante, Velitris 1788, in 4, M. 23.
  160. 3320. RAPPORTO della commissione di commercio al gran consiglio sopra il nuovo campione di misura lineare con annotazioni del cittadino Venturi rappresentante del popolo, Milano, dalla Tipografia Nazionale, anno VI, in 8.
  161. 3321. REISCH Gregor, Margarita filosofica nella quale si trattano tutte le dottrine comprese nella ciclopedia accresciuta di molte belle dottrine da Orazio Fines, di nuovo tradotta in italiano da Paolo Gallucci Salodiano, Venezia, 1599, fig., in 4, presso Barezzo Barezzi.
    Le figure in quest’edizione sono d’un cattivo intaglio in legno. Vedi Margarita.
  162. 3322. ROUDIL de Berriac I. Ant. Hubertus, Monumentorum galaticorum synopsis, Liburni 1772, in 4, M. 8.
  163. 3323. SAGGIO di dissertazioni dell’Accademia Palermitana del buon gusto, vol. I, Palermo 1755, in 4, M. 32.
    Contiene questo volume 8 dissertazioni in materia d’antichità colle rispettive tavole degli oggetti al principio di ciascuna.
  164. 3324. SAGGIO di geografia, storia, erudizione varia e blasone e d’ogni altro studio scientifico proprio all’educazione della gioventù in cui venivano instituite le classi d’una casa di educazione in Napoli, in 8, M. 56.
  165. 3325. SALAGII Stephani, De columna romana milliaria ad Budam nuper reperta dissertatio, Quinque Ecclesiis, 1780, in duod.
  166. 3326. SALMASII Claudii, De annis Climatericis, et antiqua astrologia, diatribem, Lugd. Bat., Elzivir, 1648, in 8.
    Libro di quasi mille pagine assai ben impresso con nitidez 126 za di tipi ed ove la materia è trattala con immensa dottrina ed erudizione.
  167. 3327. SANTI Bartoli Pietro, Raccolta di varie antichità e lucerne antiche intagliate, Roma, in 4.
    Questa non è che una raccolta di 31 tavole, prodotta in altre diverse opere, riunite sotto questo frontespizio per speculazione libraria.
  168. 3328. SARTORIUS George, Essai sur l’état civil, et politique des peuples d’Italie sous le governement des Goths, Paris 1811, in 8.
    Ottime ricerche anche per la cognizione dei monumenti nei bassi tempi.
  169. 3329. SARZANA D. Eugenio, Dissertazione critico-sepolcrale sopra un monumento scoperto presso Viterbo, Viterbo 1788, in 4, fig., M. 28.
    Con una tavola in principio.
  170. 3330. SAVARON, Traité que les lettres sont l’ornement des rois. Vedilo all’articolo Poullet con cui è legato.
  171. 3331. SAULNIER Petrus, De capite sacri ordinis Sancti Spiritus; dissertatio, Lugduni 1649, in 4.
    Questo è un volume di 250 p. con undici tavole intagliate in rame, ove sono espresse tutte le parti ed illustrato lo spedale di S. Spirito di Roma.
  172. 3332. SAVIGNY, Histoire naturelle, et mythologique de l’ibis, Paris 1805, in 8, fig.
    Con 6 tavole in rame: opera di scelta erudizione della Biblioteca di Malborough.
  173. 3333. SCHIOPPALALBA Joan. Baptistae, In perantiquam sacram tabulam graecam, insigni sodalitio sanctae Mariae Charitatis Venetiarum, ab amplissimo cardinali Bessarione dono datam; dissertatio, Venetiis 1767, in 4, fig.
    Vi fu un cappellano di S. M. della Carità, che illustrò questo prezioso monumento. Ma fin’ora non fu né un cappellano, né un canonico di S. Marco che illustrasse la Palla d’Oro, la quale è il primo monumento d’arti della cristianità. Questo lavoro è ben fatto: col ritratto del Bessarione e quattro gran tavole in fine. Il monumento ora trovasi in Vienna.
  174. 3334. SCHROTERII Ernesti Frid., Dissertatio juridica de 127 Lamiis earumque processu criminali, Jenae 1670, in 4, M. 64.
    Singolarissima dissertazione per le stoltezze di cui è ripiena.
  175. 3335. SCHURZFLEISCHIUS Henricus Leonardus, Variarum lectionum et animadversionum in Titi Livii libros qui extant etc., Halae 1712, M. 41.
  176. 3336. SCHWARTIO Christ. Gottl., Dissertatio inauguralis de columnis Herculis, Altorfii Noricor. 1749, in 4, M. 41.
    Il medaglione di Carlo V è intagliato in rame nella prima pagina.
  177. 3337. SCHWARTIO Christ. Gottl., De sacrorum detestatione ex antiquo romanorumque jure liber singularis, Lipsiae, editio 2, 1753, in 4, M. 41.
    Col frontespizio figurato.
  178. 3338. SCILLA Agostino pittore, La vana speculazione disingannata dal senso. Lettera responsiva circa i corpi marini, che si trovano petrificati in varj luoghi terrestri, Napoli 1670, in 4, fig.
    Questo curioso libro fu esteso da un artista e verosimilmente le 28 belle tavole sono da lui disegnate e fors’anche intagliate: ancorché non appartenga strettamente alla nostra raccolta, lo abbiam posto per lo stesso motivo che le due Persilie scritte dal Fedini e che un libro di farmacia steso dal Colombina.
  179. 3339. SERIE distinta degli avvenimenti nella caduta della cupola della chiesa metropolitana d’Urbino, Urbino 1782, in 4, M. 54. Colla veduta della città intagliata in legno nel frontespizio.
  180. 3340. SESTINI Domenico, Illustrazione d’un vase antico di vetro ritrovato in un sepolcro presso l’antica Populonia, Firenze 1812, in 4, fig., M. 7.
    Edizione assai nobile con tre tavole in rame. Esemplare in carta gr. Questo vase esisteva nel museo privato della gran duchessa di Toscana principessa di Lucca.
  181. 3341. Sicccama Sibrandus, De judicio centumvirali libri duo, Halae Magdeb. 1725, in 4, M. 41.
  182. 3342. Siebenkees Jo. Philippi, Expositio tabulae hospitalis ex aere antiquissimae in Museo Borgiano Velitris adservatae, Romae 1789, in 4, fig., M. 18 e 78. 128
  183. 3343. De SIMEONIBUS Thoma, Historica dissertatio de tollenda ambiguitate inter duas antiquas romanas matronas Aniciam Faltoniam Probam, et Valeriam Faltoniam Probam, Bononiae 1692, in 4, M. 40.
    La prima fu moglie di Sesto Petronio Probo e la seconda di Adelfo Proconsole e fu poetessa d’ingegno meccanico che trasse dalle opere di Virgilio un miserabile centone della vita di Cristo storpiando quel classico senza pietà e trovando un editore della sua puerile fatica nel 1692.
  184. 3344. SOMMERIUS Wilhelmus, De M. Agrippa incluti ordinis philosophici auctoritate etc., Lipsiae 1717, in 4, M. 20.
  185. 3345. SPALLETTI Giuseppe, Dichiarazione di una tavola ospitale trovata in Roma sull’Aventino, Roma 1777, in 4, f., M. 23.
    Il monumento è intagliato in una gran tavola in rame.
  186. 3346. SPIEGAZIONI di due antiche mazze di ferro ritrovate in Messina l’anno 1733 scritte dal Naufragante e dall’Ardito etc., Venezia, in fol., fig., 1740.
    Sotto questi due nomi accademici intendonsi Jacopo Francesco de Quingles e Paolo Agliotti ec. 26 tavole rame.
  187. 3347. STIGLIZII Jo. Conradi, De Menide sacro antiquorum codicum ornamento commentarius criticus, cui accessit de lunulatis veterum gentilium insignibus etc., Erfordiae 1747, in 4, M. 2.
    Questo opuscolo stampato in grande e magnifica carta è dedicato al Gori ed avvi aggiunto il suo ritratto che non trovasi negli altri esemplari, per esser questo di dedica.
  188. 3348. SUMMACHIO Zacynthio, Cion Paphlagonicus sive columna in gloriam D. Alipii Cionitae eiecta, Venetiis 1667, in 8, M. 45.
    Con una tavola in principio.
  189. 3349. SYMBOLAE literariae opuscula varia philologica scientifica antiquaria, signa, lapides, numismata, gemmas, et monumenta medii aevi nunc primum edita complectentes, vol. 2, in fol., 1748.
    In questi primi due volumi stanno le dissertazioni del Gori, del Passeri relative alle antichità ercolanensi. Il terzo volume trovasi legalo colle miscellanee nel tomo 95.
  190. 3350. TANURSI Fran. M. patricii Ripani, Historiae patriae epitome et Joa. Garzonii ac Theodosii Quatrini de rebus Ripanis nunc primum edita. Omnia recensuit 129 atque emendavit Cajetanus Fr. M. Tanursi filius, Romae 1787, in 8, M. 58.
  191. 3351. TASSONI Alexandri Mariae, Dissertatio de collegiis, Romae 1792, in 4, M. 21.
    S’aggira questa sui diritti del principato nella legittima instituzione d’ogni corporazione.
  192. 3352. TITI Flavii Clementis viri consularis et martiris tumulus illustratus, Urbini 1727, in 4, M. 3.
    Esemplare in carta grande.
  193. 3353. TOMASINO Jacobo Philippo, Manus aeneae Cecropii votum referentis dilucidatio, Patavii 1649, in 8, fi., M. 99.
    Con una gran tavola in rame. Opuscolo meritevole di tenersi in pregio e non comune.
  194. 3354. VALSECHI Virginii, De M. Aurelii Antonini Eliogabali tribunitia potestate V dissertatio, Florentiae 1711, in 4, fig., M. 94.
    Sono diverse medaglie stampate fra il testo e alcune note marginali d’un dotto critico manoscritte.
  195. 3355. VAUCANSON M., Le mécanisme du fluteur automate, avec la description d’un canard artificiel, mangeant, beuvant, digerant, et se vuidant etc. inventé par le même, Paris 1738, in 4, M. 64.
    Opuscolo singolare con una tavola intagliata in rame. Questa macchina fu presentata all’Accademia delle Scienze in Parigi.
  196. 3356. VENNI Giuseppe, Elogio storico delle gesta del B. Odorico dell’ordine de’ min. conventuali colla storia da lui dettata de’suoi Viaggi Asiatici presentata agli amatori delle antichità e illustrata, Venezia, Zatta, 1761, in fol., fig.
    In principio è una gran tavola intagliata da un quadro di Domenico Scaramuccia, che rappresenta questo viaggiatore battezzando alcune persone e alla p. 36 altra gran tavola con sarcofago e antichità.
  197. 3357. De VENUTIS Philippus, De cruce cortonensi dissertatio, Liburni 1751, in 4, fig., M. 28.
    Con due tavole intagliate in rame e varie medaglie e monumenti riportati fra il testo.
  198. 3358. VENUTI cav. Domenico, Spiegazione d’un servi 130 zio da tavola dipinto e modellato in porcellana nella R. Fab. di Napoli, Napoli 1782, in 4, M. 93.
    Questa è una delle più insigni produzioni delle arti applicate al lusso delle supellettili reali, essendo stato inviato questo tesoro di porcellane al re di Spagna da Ferdinando IV re di Napoli.
  199. 3359. VITALE Pier Antonio, Riflessioni sulle nuove scoverte di Lodovico Antonio Muratori per gli annali di Italia, Napoli 1746, in 4, fig., M. 2.
    Questo letterato era uno dei più rigidi censori delle opere degli uomini più grandi e li attaccava con un veleno crudele. In questo volume di 252 p. ch’egli chiama operetta, ove sono anche molte tavole stampate fra il testo, attacca il Muratori (non sempre senza ragione) intorno 10 punti storici, con altrettante dissertazioni.
  200. 3360. WAGNER Carol. Frider., Commentatio de Deorum Natalium apud romanos cultu, Jenae 1754, in 4, M. 41.
  201. 3361. ZAMPINI Marinus, Observationes in sepulcralem lapidem Sexti Varii Marcelli in agro Veliterno nuper effossum, Romae 1765, in 4, fig., M. 19.
    L’autore apparisce anonimo non essendo posto sul frontespizio: avvi una tavola in rame.
  202. 3362. ZANETTI Hier. Franciscus, Urna Contarena nunc primum tentata perbrevi disquisitione ad consocios suos Columbarios, Venetiis 1752, in 8, fig., M. 11.
  203. 3363. ZANETTI Girolamo, Della berretta ducale volgarmente chiamata il Corno, che portasi dai Serenissimi Dogi di Venezia, dissertazione, Venezia 1779, in 4, fig., M. 11.
  204. 3364. ZANETTI Girolamo, Di una statua dissotterrata appresso gli antichissimi bagni di Abano ed altre antichità ivi scoperte, discorso, Venezia 1766, in 4, fig., M. 11.